Ultima modifica:
07-05-2015

Miniera del carbone sotterraneo di Barapukuria e progetto minerario a carbone aperto, Bangladesh

La prima e unica miniera di carbone operativa in Bangladesh, in mezzo a reazioni e repressione, promesse insoddisfatte e opposizione da parte delle persone locali


Descrizione:

La miniera di carbone Barapukuria è gestita dalla compagnia mineraria di carbone Barapukuria Limited (BCMCL). Sebbene ci siano molte altre miniere di carbone e progetti in esame al momento, nessuno di loro è stato costruito fino ad oggi che rende di Barapukuria la prima e unica miniera di carbone operativa in Bangladesh. È una miniera di carbone sotterranea situata a Barapukuria nel distretto di Dinajpur. La miniera sotterranea comprende anche un'area di 263 ettari di terreno agricolo in superficie. Dal momento che il miniere di carbone è iniziato nel 2005, ci sono stati diversi incidenti fatali e quasi fatali che si sono verificati a Barapukuria. Ciò ha incluso la morte di un esperto di minerario britannico, un incidente di perdita di gas nel 2005 e una caverna del tetto nel 2010 in cui un lavoratore è stato ucciso e 19 altri sono stati feriti. $% E $% e anche, negli ultimi anni di grandi parti Delle aree agricole circostanti, comprese colture, terreni e case, sono state distrutte a causa delle operazioni minerarie che influenzano circa 2.500 residenti di sette villaggi. Inoltre, nel 2011 i residenti di 15 villaggi hanno affermato di aver perso l'accesso all'acqua a causa dell'acqua pompata per la miniera in grandi quantità che ha portato a un calo dei livelli dell'acqua. Le persone colpite dalle operazioni minerarie stanno ancora cercando un risarcimento per la loro terra e case distrutte. Secondo un quotidiano locale, BCMCL ha proposto di creare nuove case o "capannoni di latta" e reinserire i residenti locali. Nel marzo 2011, in seguito alle proteste, il consulente energetico del primo ministro ha parlato dell'idea del governo di creare una "città di carbone" vicino alla miniera, al fine di fornire un alloggio aggiuntivo e nuove fonti di sostentamento, in particolare per le vittime colpite da Provincideria della terra. $% e $% e 5 maggio 2011, i residenti locali hanno bloccato le ferrovie e un'autostrada per protestare il piano del governo per iniziare un "progetto pilota" di BARAPUkuria. Ci sono stati alcuni migliaia di manifestanti, esigenti risarcimento per le colture perdute e il rinvio del sondaggio terrestre in corso per il progetto. I residenti di Chowhaati, Shahgram, Durgapur, Yousufur, Rambhadrapur e Bagra Villages hanno attaccato i membri del Comitato nazionale e almeno cinque persone sono rimasti feriti durante lo scontro. $% E $% e regolarizzazione impegnativa dei loro lavori, assicurazioni e pacchetti pensionistici, carbone di barapukuria I minatori sono andati in sciopero e hanno fermato la produzione alcuni mesi dopo il 23 agosto 2011. Avevano deciso di andare in attacco a seguito di negoziati non riusciti tra l'Unione e la direzione della società il 22 agosto. L'esito dello sciopero non è chiaro. $% E $% e il 9 luglio 2012, almeno 20 persone sono state anche ferite quando si sono anche feriti quando migliaia di abitanti del villaggio locale protestano contro BCMCL nel distretto di Dinajpur e scontri con la polizia si è verificata. I manifestanti stavano esigendo un risarcimento per la terra diminuisse in almeno dieci villaggi dal 2009. Teargas è stato licenziato dalla folla dalla polizia durante gli scontri. $% E $% e una soluzione che prende in considerazione le richieste dei villaggi sembra ancora fuori portata, A partire da novembre 2014, la protesta locale è proseguita contro il progetto di minerario Open-Pit presso la miniera di BARAPUkuria. I manifestanti bruciavano pneumatici sulla strada, negozi e aziende rimasero chiuse e un'autostrada è stata bloccata come parte della protesta. Uno studio di fattibilità condotto dall'Istituto di modellazione idrica (IWM) sull'interruzione dell'ondata aperta a Barapukuria è stata respinta dalle autorità di BCMCL, dicendo che non "corrisponde ai termini di riferimento dello studio (TOR)". La relazione IWM ha dichiarato che un'area di 56.000 ettari di Barapukuria sarebbe influenzata da mining a fossa aperta e che i livelli dell'acqua scendessero da sette a più di 30 metri in luoghi diversi. $% E $% &

Informazioni di base
Nome del conflittoMiniera del carbone sotterraneo di Barapukuria e progetto minerario a carbone aperto, Bangladesh
NazioneBangladesh
Città e regioneDistretto di Dinajpur
Localizzazione del conflittoMiniera del carbone di Barapukuria
Accuratezza della localizzazioneAlta (livello locale)
Causa del conflitto:
Tipo di conflitto. Primo livelloEnergia (fossile, rinnovabile e giustizia climatica)
Tipo di confitto. Secondo livelloEstrazione e lavorazione del carbone
Centrale termoelettrica
RisorseTerra
Carbone
Dettagli del progetto e attori coinvolti
Dettagli del progetto

La miniera del carbone della metropolitana Barapukuria ha una capacità produttiva annuale di 1.000.000 di tonnellate di tonnellate. Il carbone prodotto dalla miniera viene utilizzato per la generazione di potenza di due powerplant termici a carbone a 150 MW a 150 MW situati nel distretto di Dinajpur.

Area del progettoMiniera sotterranea di 1.012 ettari, tra cui 263 ettari di terreni agricoli di superficie Possibile impatto su altri 56.000 ettari a causa di minerario a carbone aperto
Tipo di popolazioneRurale
Popolazione impattata:2500 persone in sette villaggi.
Data di inizio del conflitto:01/01/2005
Imprese coinvolte (private o pubbliche)Barapukuria Coal Mining Company Limited (BCMCL) from Bangladesh
Petrobangla from Bangladesh
Attori governativi rilevanti:Bangladesh Power Development Board (BPDB)
Organizzazioni della società civile e le loro pagine web, se disponibili:Progetto di responsabilità internazionale: http://accountabilityproject.org/
Conflitto e mobilitazione
Intensità del conflittoLatente (mobilitazione poco visibile, conflitto sopito ma esistente)
Temporalità del conflittoMobilitazioni dopo gli impatti
Gruppi mobilitati:Contadini
Organizzazioni sociali locali
Abitanti (cittadini/comunità rurali)
Forme di mobilitazione:Blocchi stradali o picchetti
Proteste di strade/manfestazioni
Scioperi
Occupazioni di spazi pubblici e edifici
Impatti del progetto
Impatti ambientaliVisibile: Insicurezza alimentare/danni alle produzioni agricole, Contaminazione delle acque di superficie e peggioramento della qualità delle acque, Contaminazione delle falde acquifere/riduzione dei bacini idrici
Impatti socio-economiciVisibile: Sgomberi/sfollamenti, Mancanza di sicurezza sul lavoro, assenteismo al lavoro, licenziamenti, disoccupazione, Perdità dei mezzi di sussistenza
Risultati
Status attuale del progettoSconosciuto
Risultato del conflitto/risposta:Repressione
Consideri questo caso una vittoria dei movimenti per la giustizia ambientale?:Incerto
Spiegare brevemente il motivoNon è chiaro se il governo abbia effettivamente avviato il suo progetto pilota di mine mining aperto fino ad ora. Sebbene il risarcimento fosse promesso e le persone venivano reinsediate, i residenti locali erano per lo più insoddisfatti del risultato e chiedevano che la compagnia di adempiere alle loro promesse. Una soluzione che prende in considerazione le richieste dei villaggi sembra ancora fuori portata, a partire dal novembre 2014, la protesta locale è proseguita contro il progetto di minerario Open-Pit alla miniera di carbone di Barapukuria.
Meta informazioni
Ultima modifica07/05/2015
Commenti
Legal notice / Aviso legal
We use cookies for statistical purposes and to improve our services. By clicking "Accept cookies" you consent to place cookies when visiting the website. For more information, and to find out how to change the configuration of cookies, please read our cookie policy. Utilizamos cookies para realizar el análisis de la navegación de los usuarios y mejorar nuestros servicios. Al pulsar "Accept cookies" consiente dichas cookies. Puede obtener más información, o bien conocer cómo cambiar la configuración, pulsando en más información.