Ultima modifica:
18-10-2021

Project Miller Graphite Mine di Canada Carbon's Miller, Canada

Il CPTAQ ha infine sospeso la miniera di Miller nel luglio 2021. Questa è una mezza vittoria però. La società può comunque continuare a lavorare in esplorazione per il momento



Questo modulo è stato tradotto per tua comodità utilizzando il software di traduzione fornito da Google Translate. Pertanto, potrebbe contenere errori o discrepanze. In caso di dubbi sull'accuratezza delle informazioni contenute in queste traduzioni, fare riferimento alla versione del caso all'indirizzo: Inglese (Originale), Francese

Descrizione:

Il progetto Canadian Company Canada Carbon's Miller Graphite Mine si trova a 80 km a ovest di Montreal nel comune di Grenville. La miniera di Miller è un deposito storico di grafite e mica che è stata originariamente estratta tra il 1845 e il 1900. A partire dal 2012 sono stati condotti nuovi studi da un geologo mentre la società Canada Carbon ha acquisito 71 titoli minerari (affermazioni), situate su entrambi i lati del rosso Fiume. Le aree recentemente acquisite dal Canada Carbon coprivano 4.152 ettari, il che significa quasi un terzo del comune di Grenville-sur-la-Rouge. La fase 1 di questo nuovo progetto consisterebbe nell'estrazione di marmo e grafite da tre fosse aperte e la costruzione di un impianto di flottazione in loco, che occuperebbe una superficie totale di 62 ha. È inoltre in programma la costruzione di un impianto di trattamento termico ad Asbury, 150 km a nord -ovest del sito di Miller. La produzione annuale dovrebbe ammontarsi a 1.515 tonnellate di grafite di cucitura (purezza molto elevata, qualità nucleare) e 150.000 tonnellate di marmo [1] [2] [3].

0 La grafite è un minerale considerato di importanza critica nell'attuale contesto della transizione energetica perché è la chiave per la produzione di batterie agli ioni di litio che alimentano i veicoli elettrici. Tuttavia, a causa dell'elevata purezza dei depositi nel sito di Miller, questa risorsa non è in realtà mirata alla produzione della batteria, ma piuttosto alla produzione di piccoli reattori modulari (SMR) che possono generare elettricità per aree remote senza gas serra. Questo tipo di generazione di energia sostituirà le centrali diesel comunemente usate oggi. Il problema chiave è che lo sviluppo di tali reattori è altamente ipotetico, implica un'alta speculazione nella valutazione di questo tipo di grafite e, in modo significativo, è ancora in fase di ricerca.

0 La società, con il suo progetto riprogettato, propone contemporaneamente un piano per sviluppare e ripristinare un boschetto di acero che si è parzialmente distrutto e per restituire i residui nella fossa una volta che il mining di grafite è stato completato. Tuttavia, questo processo non è mai stato svolto nell'area. Inoltre, elettrizzare i macchinari del progetto richiederà sicuramente una connessione elettrica più potente di quella attualmente disponibile vicino al sito futuro (per non parlare dello sviluppo di questa elettrificazione). Un altro aspetto problematico del progetto riguarda i suoi requisiti idrici e in particolare le quantità di scarico che verranno accumulate in un bacino di ritenzione così vicino alle zone umide a sud del progetto. Il bacino idrologico sarà in grado di resistere a tale drenaggio senza conseguenze sui fiumi che si incrociano o sono vicini al sito futuro?

A dicembre 2016, Canada Carbon ha presentato A Progetto apparentemente favoloso al Consiglio comunale di Grenville-Sur-la-Rouge (GSLR). Eccitato dalla presentazione, il Consiglio ha preparato qualsiasi forma di consultazione e ha fornito la sua approvazione per il progetto alla Commissione di Protection Du Territoire Agricole Du Québec (CPTAQ). Il CPTAQ avrebbe quindi sottratto i terreni agricoli per la costruzione della miniera, una mozione adottata alla riunione del Consiglio comunale il 13 dicembre 2016 [4]. Nel febbraio 2017, in risposta a questa rapida decisione, avvenuta senza consultazione, un centinaio di residenti nel territorio di Grenville-sur-la-Rouge costituiva il comitato dei cittadini GSLR SOS per esprimere e agire la loro preoccupazione per i possibili impatti socio-ambientali degli impatti socio-ambientali Progetto di mining.

Il comitato da allora ha cercato ulteriori informazioni sul progetto minerario, nonché l'impatto dell'attività mineraria in generale e ha formulato forti alleanze con i gruppi " Coalition Pour Que le Québec a Better Mine (QMM) "," Mining Watch Canada (MWC) "," Indigenous Environmental Network (IEN) "o" Western Mining Action Network (WMAN) ".

< Codice> 0
I problemi e gli impatti principali relativi al progetto di mining denunciato dal comitato GSLR SOS e i suoi alleati sono:

- inquinamento rumore collegato al Il mio e l'aumento del traffico di camion pesanti in una strada nazionale e tortuosa (più di 50 camion dovrebbero attraversare ogni giorno) [4] [5].

- Rischi di contaminazione dei fiumi e acqua sotterranea mediante acque di superficie e dal bacino di Lexiva risultanti dalla pulizia della grafite. Impatto del grande pompaggio di acqua da una falda acquifera di quantità sconosciuta che potrebbe causare l'esaurimento dei pozzi di acqua potabile [4] [5].

- Esposizione alla polvere di grafite a volo che può causare pneumoconiosi della grafite, una malattia respiratoria grave e incurabile simile all'asbestosi [5].

- deforestazione su un'area di circa 1 km quadrata. Una registrazione illegale di Maple ha già avuto luogo sul sito [5] [6].

- Perdita significativa nel valore della proprietà, implicando anche una riduzione delle tasse sulla proprietà per il comune. Interruzione di un'area resort abitata per generazioni intorno al lago McGillivray. Deterioramento aggravato del territorio già contrassegnato da cave, una pianta di cemento, una linea di alta tensione idro-Quebec, con un piccolo spin-off economico per GSLR. In effetti, i profitti del mining andrebbero prima agli azionisti - spesso stranieri - mentre i problemi a breve e lungo termine grattiamo la popolazione locale [5].

- mancanza di accettabilità sociale del progetto, mancanza di informazioni dettagliate e preventive su questi possibili impatti. Il proponente non ha stipulato accordi con tutti i proprietari di terreni adiacenti che saranno utilizzati dal progetto. Il sito proposto prevede attività sui terreni i cui proprietari sono contro il progetto [4] [6].

- una possibile espansione graduale del sito di mining attualmente proposto. La società utilizzerà un approccio a risorse a rotazione per gestire il deposito di grafite. Continuerà a esplorare nelle sue affermazioni durante le fasi di delineazione e produzione della risorsa. A seconda delle quantità rilevate, potrebbe presentare una richiesta di espandere il progetto per aprire altri pozzi all'interno del territorio. Questo è un approccio calcolato da parte dell'azienda, che gli consente di richiedere inizialmente un progetto più piccolo per avviare le operazioni più velocemente. In effetti, una richiesta presentata per un progetto più ampio richiederebbe inizialmente più tempo, potrebbe richiedere una valutazione da parte dell'Ufficio di udienze pubbliche sull'ambiente (BAPE) e solleverebbe più domande. Nella stessa logica di evitare uno studio BAPE, il progetto afferma di produrre 499 tonnellate al giorno per essere appena al di sotto della soglia di produzione che richiede uno studio BAPE (500 tonnellate) [6] [7]. Fortunatamente, il nuovo accordo raggiunto nel febbraio 2020 include una presentazione per BAPE in caso di autorizzazione operativa a seguito di una nuova richiesta che dovrebbe essere presentata entro la fine di settembre 2023.

0 < /Codice> Grazie al lavoro del comitato GSLR SOS, molti candidati che hanno fatto una campagna contro il Canada Carbon Project sono stati eletti consiglieri alle elezioni municipali del 5 novembre 2017 [8]. Nel febbraio 2018, il nuovo consiglio municipale ha annullato l'opinione favorevole emessa dall'ex consiglio municipale al CPTAQ per l'uso di terreni agricoli. Inoltre, sulla base di un emendamento al Mining Act, che concede ai comuni della contea regionale (RCMS) "il potere di delimitare, nel loro piano di pianificazione e sviluppo del suolo, territori incompatibili con le attività minerarie", il comune ha modificato il suo statuto in zone vietare le attività di mining [9] [10].

Il mese successivo, a marzo 2018, il Canada Carbon ha risposto presentando una causa C $ 96 milioni contro il comune di GSLR. Questa causa, preparata dalla ditta Beauregard Avocats, rappresenta una delle più grandi cause che si rivolgono a un comune nella storia del Quebec. È equivalente a 17 volte il bilancio di Grenville-sur-la-Rouge o più di $ 32.000 per cittadino [9]. Questa pretesa di danni è stata denunciata come abusiva dal comune, dalla SOS GSLR e da altre organizzazioni. È visto come una forma di intimidazione dei membri del consiglio comunale e un modo per limitare la loro libertà di espressione [11]. Logica dell'intimidazione, un reclamo è stato presentato dal CO mpany contro uno dei membri di SOS GSLR.

Questa richiesta per 96 milioni mostra anche il vero volto del Canada Carbon, che si presenta ufficialmente come "una piccola azienda mineraria Proponendo un progetto di mining molto piccolo con l'impatto ambientale più benigno possibile, "ma che non esita a minacciare di fallire la comunità di cui è ancora in cerca di approvazione [12]. Mostra anche la sua mancanza di rispetto per il processo decisionale dei cittadini, come ha osservato Ugo LaPointe di Mining Watch Canada: “Questa azienda fallisce il test di accettabilità sociale e lancia petrolio sul fuoco. Il nuovo consiglio comunale è stato eletto con una forte maggioranza. Se nel 2018, i comuni non possono più decidere quale sviluppo è il migliore per la loro popolazione, abbiamo un problema ”[9].

Inoltre, un rapporto pubblicato su La redditività tecnica ed economica del progetto Miller della società mineraria Canada Carbon mostra che il progetto "non vale $ 96 milioni in quanto la società sta attualmente sostenendo". Tali danni non possono essere rivendicati quando il progetto rimane altamente speculativo e la redditività economica del progetto non è stata dimostrata [13].

Mentre la battaglia legale continua, un'altra strategia viene utilizzata anche dai residenti di Grenville e membri di SOS GLSR. L'articolo 235 della nuova versione del Quebec Mining Act richiede "autorizzazione scritta" dai proprietari prima che una società possa accedere alla propria terra e svolgere lavori di esplorazione mineraria. Pertanto, i proprietari terrieri delle terre su cui il Canada Carbon ha reclami sono invitati a inviare una lettera alla società che indica il loro rifiuto per la società di accedere alla propria proprietà [14]. Circa 80 proprietari invieranno lettere che vietano l'accesso a oltre 100 lotti e lotti a Grenville-sur-la-Rouge; “Queste proprietà coprono oltre 600 ettari e rappresentano oltre l'80% dei proprietari più direttamente colpiti dal progetto Canada Carbon Miller. Questo è ancora una volta un forte messaggio che non esiste un'accettabilità sociale per questo progetto ", afferma Normanand éthier, co-spokesperson per il gruppo SOS GSLR [15].

Nel febbraio 2020, la società lasciò cadere le cause contro il comune a seguito di un accordo fuori campo. L'accordo tra le due parti stabilisce che il Canada Carbon deve presentare il suo progetto all'Ufficio delle audizioni pubbliche sull'ambiente del Quebec (BAPE), Tenere consultazioni pubbliche su tutti gli aspetti del progetto, limitare le attività di esplosione e frantumazione, rispettare i limiti di rumore e polvere stabiliti dal regolamento e condividere i costi di modifica delle strade municipali di GSLR [16] [17].

< Codice> 0
Nel luglio 2021, dopo aver ascoltato la riluttanza di diversi esperti, cittadini, l'Unione Des Produceurs Agricoles (UPA), l'MRC D'Argenteuil e il Comune, il CPTAQ ha cambiato la sua opinione preliminare originariamente favorevole al Canada Carbon Carbon Carbon che ha emesso l'estate precedente. Anche Refu SED Autorizzazione per il funzionamento di una cava e una miniera sul territorio di Grenville-sur-Lorouge: “La Commissione ritiene che al momento ha dato la sua decisione, non aveva tutte le informazioni necessarie per valutare il progetto nel suo stato reale . Ciò rappresenta per il momento una mezza vittoria, perché mentre la compagnia deve aspettare due anni per sapere se può continuare lo sfruttamento della miniera di Miller, può comunque continuare a lavorare in esplorazione per il momento [18] [19].

Informazioni di base
Nome del conflittoProject Miller Graphite Mine di Canada Carbon's Miller, Canada
NazioneCanada
Città e regioneQuebec
Localizzazione del conflittoCanton di Grenville-sur-la Rouge, comune della contea regionale (RCM) di Argenteuil
Accuratezza della localizzazioneAlta (livello locale)
Causa del conflitto:
Tipo di conflitto. Primo livelloEstrazione mineraria e cave
Tipo di confitto. Secondo livelloEsplorazione ed estrazione di minerali
Deforestazione
Scarti / rifiuti da attività minerarie
Lavorazione di minerali
Estrazione di materiale da costruzione (es. cave)
RisorseGrafite e marmo
Terra
Dettagli del progetto e attori coinvolti
Dettagli del progetto

La miniera di Miller è un deposito storico di grafite e mica che è stata sfruttata tra il 1845 e il 1900. A partire dal 2012, nuovi studi sono fatti da un geologo e la società Canada Carbon acquisisce 71 titoli minerari (affermazioni), situate su entrambi i lati. Dall'altro lato del fiume Red, per una superficie totale di 4.152 ettari. La fase 1 di questo nuovo progetto prevede l'estrazione di grafite e marmo da tre fosse aperte e la costruzione di un impianto di galleggiamento in loco per una superficie occupata totale di 62 ha. È inoltre pianificata una costruzione di un impianto di trattamento termico che si trova ad Asbury, 150 km a nord -ovest del sito di Miller. La produzione annuale è stimata in 1515 tonnellate di grafite e 150 mila tonnellate di marmo [1] [2] [3].

Area del progetto67 ha per l'operazione miniera e 4.152 ha di reclami minerari
Livello degli investimenti:35.390.000 USD
Tipo di popolazioneSemi-urbana
Data di inizio del conflitto:01/02/2017
Imprese coinvolte (private o pubbliche)Canada Carbon from Canada
Attori governativi rilevanti:Commission de Protection Du Territoire Agricole Du Québec (CPTAQ)
Bureau D’Asucences Publiques Sur l'Ambiente (BAPE
Municipalité de Grenville-sur-la-Rouge
Organizzazioni della società civile e le loro pagine web, se disponibili:COMITÉ CITEYEN SOS GSLR: https://sosgslr.ca/
Coalition Pour que le Québec Ait Meilleure Mine [QMM]: http://www.quebecmeilleuremine.org/
Mining Watch Canada [MWC]: https://miningwatch.ca/
Network ambientale indigeno [IEN]: https://www.ienearth.org/
Western Mining Action Network [WMAN]: https://wman-info.org/
Conflitto e mobilitazione
Intensità del conflittoMedia (proteste, mobilitazione visibile)
Temporalità del conflittoResistenza preventiva (fase di precauzione)
Gruppi mobilitati:Contadini
Organizzazioni sociali internazionali
Governi locali/partiti politici
Movimenti sociali
Organizzazioni/comitati di donne
Utenti a scopo ricreativo
Scienziati / professionisti locali
Forme di mobilitazione:Elaborazione di documenti indipendenti (es. reports, dossier, note informative)
Lavoro di rete/azioni collettive
Coinvolgimento delle ONG nazionali e internazionali
Azioni legali/giudiziarie
Lettere e petizioni di reclamo
Campagne pubbliche di informazione e denuncia
Proteste di strade/manfestazioni
Impatti del progetto
Impatti ambientaliVisibile: Perdita di biodiversità, Degradazione paesaggistica, Deforestazione/perdita di aree verdi/vegetazione
Potenziale: Inquinamento atmosferico, Insicurezza alimentare/danni alle produzioni agricole, Contaminazione dei suoli, Erosione, Fuoriuscite di contaminanti, Contaminazione delle acque di superficie e peggioramento della qualità delle acque, Contaminazione delle falde acquifere/riduzione dei bacini idrici, Impatti sul sistema idrogeologico, Riduzione della resilienza ecologica/idrogeologica, Sversamenti di residui di lavorazione dei minerali
Impatti sulla salutePotenziale: Incidenti/infortuni, Esposizione a fattori a rischio incerti o non conosciuti (es. radiazioni), Problemi mentali compresi stress, depressione e suicidi, Episodi di violenza collegata a effetti nocivi sulla salute fisica e mentale (omicidi, stupri, ecc)
Impatti socio-economiciVisibile: Violazione dei diritti umani
Potenziale: Aumento della corruzione/cooptazione dei diversi attori, Perdità dei mezzi di sussistenza, Aumento dei problemi sociali (alcolismo, prostituzione,ecc), Espropri di terra, Deterioramento del paesaggio/perdita del senso del luogo
Risultati
Status attuale del progettoPianificato (decisione di procedere assunta, es. approvazione VIA-AIA)
Risultato del conflitto/risposta:Criminalizzazione degli attivisti
Cambiamenti istituzionali
Sentenze sfavorevoli alla giustizia ambientale
Negoziazione di soluzione alternative
Rafforzamento della partecipazione
Negoziazione in corso
Applicazione della legislazione vigente
Nuove valutazioni d'impatto ambientali e altri studi
Temporanea sospensione del progetto
Consideri questo caso una vittoria dei movimenti per la giustizia ambientale?:Incerto
Spiegare brevemente il motivoCiò rappresenta per il momento una mezza vittoria, perché mentre la compagnia deve aspettare due anni per sapere se può continuare lo sfruttamento della miniera di Miller, può comunque continuare a esplorare il lavoro per il momento
Fonti e materiali

[1] Canada Carbon; The Miller Project
[click to view]

[2] Canada Carbon; Technical Report and Preliminary Economic Assessment for the Miller Graphite and Marble Property, Grenville Township, Quebec, Canada; March 2016
[click to view]

[3] Website Projet Miller
[click to view]

[4] Website SOS GSLR
[click to view]

[5] SOS GSLR ; Il faut dire non au projet de mine de graphite à G.S.L.R 
[click to view]

[6] SOS GSLR ; UNE RÉUNION D’INFORMATION AU SUJET DU PROJET DE LA MINE DE GRAPHITE DE GRENVILLE-SUR-LA-ROUGE
[click to view]

[7] SOS GSLR ; Des questions au sujet d’une petite mine
[click to view]

[8]Radio-Canada ; Canada Carbon abandonne sa poursuite de 96 M$ contre Grenville-sur-la-Rouge
[click to view]

[9] Journal de Montréal ; Une minière peut poursuivre pour 96 M$
[click to view]

[10] Radio-Canada ; Projet de mine à Grenville-sur-la-Rouge : la Municipalité remet les compteurs à zéro
[click to view]

[11] La Presse ; Poursuite de 96 millions d’une minière poursuite de 96 millions d’une minière : Grenville-sur-la-Rouge entendue aujourd’hui
[click to view]

[12] Le Devoir ; L’art d’avoir toujours raison de Canada Carbon
[click to view]

[13] Kuipers & Associates; ANALYSE INDÉPENDANTE DE LA VIABILITÉ TECHNIQUE ET ÉCONOMIQUE DU PROJET MINIER DE CANADA CARBON À GRENVILLE-SUR-LA-ROUGE
[click to view]

[14] SOS GSLR ; La lettre
[click to view]

[15] Radio-Canada ; Grenville-sur-la-Rouge : des citoyens mettent des bâtons dans les roues de Canada Carbon
[click to view]

[16] Edition André Paquete ; Dossier Canada Carbon : profond soupir de soulagement
[click to view]

[17] Projet Miller ; Entente avec GSLR
[click to view]

[18] Le Journal de Montréal ; Revers pour une mine à ciel ouvert
[click to view]

[19] SOS GSLR ; Importante victoire citoyenne dans le dossier de la mine de Canada Carbon
[click to view]

Meta informazioni
Ultima modifica18/10/2021
ID del conflitto:5662
Commenti
Legal notice / Aviso legal
We use cookies for statistical purposes and to improve our services. By clicking "Accept cookies" you consent to place cookies when visiting the website. For more information, and to find out how to change the configuration of cookies, please read our cookie policy. Utilizamos cookies para realizar el análisis de la navegación de los usuarios y mejorar nuestros servicios. Al pulsar "Accept cookies" consiente dichas cookies. Puede obtener más información, o bien conocer cómo cambiar la configuración, pulsando en más información.