Ultima modifica:
08-04-2014

Valle chimica, Sarnia, Ontario, Canada


Questo modulo è stato tradotto per tua comodità utilizzando il software di traduzione fornito da Google Translate. Pertanto, potrebbe contenere errori o discrepanze. In caso di dubbi sull'accuratezza delle informazioni contenute in queste traduzioni, fare riferimento alla versione del caso all'indirizzo: Inglese (Originale)

Descrizione:

Sarnia è sede di oltre 60 raffinerie e piante chimiche che producono benzina, gomme sintetiche e altri materiali. Il 40 percento della sostanza chimica del Canada si trova in questo raggio di 25 km, che secondo una relazione del 2011 da parte dell'organizzazione mondiale della sanità, ha l'aria più inquinata in Canada.
E
e panini tra impianti di sostanze chimiche massicce, Suncor e Shell È Aamjiwnaang, una riserva delle prime nazioni con una popolazione di circa 850. La riserva, un caso rappresentativo del razzismo ambientale, è circondato da tutte le parti da raffinerie e servizi petroliferi, molti dei quali operano 24 ore al giorno, 7 giorni a settimana. La sua popolazione è diventata abituata a vivere all'interno di un incubo industriale. Circa la metà delle strutture industriali della Valle della Valle di Chemical operano a cinque chilometri dalla riserva, con alcune case e strutture comunitarie (un campo da basket, un diamante da baseball, l'ufficio della banda, e per molti anni al giorno) immediatamente accanto alle raffinerie. "Posso vedere Shell dalla mia finestra, 'Ada Lockridge, un residente di Aamjiwnaang, mi ha detto.
E
e prenotazione delle prime nazioni chiamate Aamjiwnaang dove circa 850 Chippewa ha vissuto per oltre 300 anni. Aamjiwnaang era originariamente un terreno di caccia di Chippewa, ma l'area fu trasformata in una prima riserva delle nazioni nel 1827, dopo che il governo britannico ha afferrato un'enorme quantità di terra natia.
E
e a gennaio, la raffineria di shell ha avuto un 'fuoriuscita "Significa che hanno trapelato accidentalmente sostanze chimiche tossiche nell'aria. La sostanza trapelata comprendeva il solfuro di idrogeno, una sostanza altamente tossica, potenzialmente letale che è stata utilizzata come arma chimica da parte degli inglesi nella prima guerra mondiale. Il gas fluttuava al centro di daycare di Aamjiwnaang, dove il personale e gli studenti hanno notato che l'aria cominciò a sentire fortemente l'odore di uova marce. Quasi istantaneamente, i bambini si sono ammalati e molti furono inviati all'ospedale con mal di testa, nausea e irritazione della pelle. Per ore, i medici hanno erroneamente diagnosticato i bambini come aventi flus e raffreddori ordinari - se il guscio aveva posseduto fino alla perdita che gli ha esposto all'idrogeno solforato, sarebbero quasi certamente ottenuti più veloci.
E
e dall'incidente in Gennaio, si ritiene che la conchiglia sia stata responsabile di altre due perdite di idrogeno solforato "uno di loro ha inviato tre lavoratori in ospedale ed è stato ancora indagato da tempo di stampa. Le fuoriuscite sono una parte regolare della vita in Aamjiwnaang. Nel 2008, il tetto di un grande serbatoio appartenente all'olio imperiale che conteneva benzene, un noto cancerogeno, crollato. L'intera città di Sarnia è stata raccontata di stare dentro con tutte le loro porte e finestre chiuse.
E
e mentre Sarnia a grandi soffre di esposizione alle tossine aeree, con tassi più elevati di ospedalizzazione rispetto al resto dell'Ontario, i problemi sono Comparato in Aamjiwnaang. La riserva è una sorta di zona di sacrificio industriale, continuamente esposta agli inquinanti noti per causare tumori di cancro, cardiovascolari, respiratori, evolutivi e riproduttivi - Aamjiwnaang ha, ad esempio, un tasso del 39% di aborto e un rapporto di nascita anomale di due donne Per ogni uomo nato (in contrapposizione alla media nazionale di circa 1: 1).
e
e la comunità si è mobilitata e monitora l'aria attraverso Bigades Buriat. Nel 2012, la prima nazione ha tenuto un simposio sulla questione, finanziato in parte da Salute Canada, dal 25 al 27 marzo a Sarnia. Le principali scienziati e gruppi ambientali dall'altra parte del Nord America hanno fatto presentazioni all'evento, che ha evidenziato le prime preoccupazioni sulla salute dell'Aamjiwnaang e dei loro vicini in una zona conosciuta come Valle chimica.
E
e
e

Informazioni di base
Nome del conflittoValle chimica, Sarnia, Ontario, Canada
NazioneCanada
Città e regioneOntario.
Localizzazione del conflittoSarnia.
Accuratezza della localizzazioneAlta (livello locale)
Causa del conflitto:
Tipo di conflitto. Primo livelloIndustria/Manifattura/Installazioni militari
Tipo di confitto. Secondo livelloIndustria chimicha
Altre industrie
Raffinazione gas e petrolio
RisorsePetrolio
Pesticidi
Prodotti chimici
Dettagli del progetto e attori coinvolti
Dettagli del progetto

Nel 2005, 131 milioni di chilogrammi di inquinanti sono stati rilasciati da 46 piante nella Valle di Sarnias Chemical, dice l'inventario. Le piante della valle chimica hanno anche emesso collettivamente 16,5 milioni di tonnellate di gas serra nel 2005, secondo le figure NPRI. Ciò rappresenta il 21% del totale per l'Ontario e più rispetto all'intera emissioni di gas serra della British Columbia. Più preoccupante per l'Aamjiwnaang, l'esposizione a inquinanti tossici per le persone nella regione è il più alto della provincia. Il rapporto afferma che il 60 per cento dei 5,7 milioni di chilogrammi di rilasci d'aria tossici registrati nel 2005 erano in un raggio di cinque chilometri della riserva.

Area del progettoRaggio di 25 km
Tipo di popolazioneUrbana
Data di inizio del conflitto:1947
Imprese coinvolte (private o pubbliche)Nova Chemicals from Canada
Royal Dutch Shell (Shell) from Netherlands
Suncor Energy Inc (SEPI) from Canada
Cabot
Dow Chemical Company (Dow) from United States of America - ceased operations at its Sarnia site in 2009 and sold the land to TransAlta Energy Corporation (Canada)
TransAlta Energy Corporation from Canada
Lankem from Sri Lanka
Shell Canada Limited from Canada
Ethyl Corporation
Organizzazioni della società civile e le loro pagine web, se disponibili:Vittime della Valleggio Chemical, Comitato ambientale Aamjiwnaang, Sarnia contro le condotte, la difesa ambientale, il Canada, Ecojustice
Conflitto e mobilitazione
Intensità del conflittoMedia (proteste, mobilitazione visibile)
Temporalità del conflittoMobilitazioni dopo gli impatti
Gruppi mobilitati:Popoli indigeni
Organizzazioni sociali locali
Abitanti (cittadini/comunità rurali)
Organizzazioni/comitati di donne
Gruppi etnici/razziali discriminati
Scienziati / professionisti locali
Forme di mobilitazione:Ricerca partecipativa (es. epidemiologia popolare)
Elaborazione di documenti indipendenti (es. reports, dossier, note informative)
Azioni legali/giudiziarie
Lettere e petizioni di reclamo
Burnadi Burgades, tour tossici, organizzazione di un simposio
Impatti del progetto
Impatti ambientaliVisibile: Inquinamento atmosferico, Degradazione paesaggistica, Inquinamento acustico, Contaminazione dei suoli, Fuoriuscite di contaminanti, Fuoriuscite di petrolio, Contaminazione delle acque di superficie e peggioramento della qualità delle acque
Altro (specificare sotto)La città ha il più alto livello di particelle inquinamento atmosferico di qualsiasi città canadese
Impatti sulla saluteVisibile: Esposizione a fattori a rischio incerti o non conosciuti (es. radiazioni), Problemi mentali compresi stress, depressione e suicidi, Malattie professionali e incidenti sul lavoro, Altre malattie legate alla contaminazione ambientale
Altro (specificare)Mentre Sarnia a grande soffre di esposizione alle tossine aeree, con tassi più elevati di ospedalizzazione rispetto al resto dell'Ontario, i problemi sono aggravati ad Aamjiwnaang. La riserva è una sorta di zona di sacrificio industriale, continuamente esposta agli inquinanti noti per causare il cancro, i disturbi cardiovascolari, respiratori, evolutivi e riproduttivi - Aamjiwnaang, ad esempio, un tasso del 39% di aborto e un rapporto di nascita anomale di due donne per ogni Uomo nato (al contrario della media nazionale di circa 1: 1).
Impatti socio-economiciVisibile: Mancanza di sicurezza sul lavoro, assenteismo al lavoro, licenziamenti, disoccupazione, Aumento dei problemi sociali (alcolismo, prostituzione,ecc), Specifici impatti sulle donne, Violazione dei diritti umani
Risultati
Status attuale del progettoOperativo
Risultato del conflitto/risposta:Morti, Omicidi, Assassinii
Migrazioni/sfollamenti
Rafforzamento della partecipazione
Sviluppo di proposte alternative:EcoJustice (precedentemente Sierra Legal Defens Fund) ha presentato una domanda formale nel 2009 con il commissario ambientale dell'Ontario che invita il Ministero dell'Ambiente (Moe) per colmare gravi lacune nelle leggi di inquinamento di Ontari che attualmente mettono la salute dei residenti dell'Ontario a rischio in modo molto aree inquinate della provincia come a Sarnia. - Vedi di più a: http://www.ecojustice.ca/media-centre-press-releases/chemical-valley-residents-demand-new-Law-for-ontarios-Pollution-Hot-spots#Sthash.m2vkobui.dpuf
Consideri questo caso una vittoria dei movimenti per la giustizia ambientale?:NO
Spiegare brevemente il motivoPiuttosto che studiare i problemi di salute, il Canada sotto Stephen Harper ha tagliato i finanziamenti per problemi di salute delle prime nazioni. Nel frattempo le emissioni sembrano aumentare e standard diminuendo.
Fonti e materiali

Emissions in the sarnia, ontario area

october 2007

an investigation of Cumulative air pollution

I LEFT MY LUNGS IN AAMJIWNAANG
[click to view]

Exposing Canada’s Chemical Valley

an Ecojustice Report
[click to view]

Media correlati - links a video, campagne, social networks

Sarnia Observer, More than 100 protesters trek 10 kilometres
[click to view]

The Chemical Valley (VICE) Documentary
[click to view]

Meta informazioni
Collaboratore:Leah Temper
Ultima modifica08/04/2014
ID del conflitto:386
Commenti
Legal notice / Aviso legal
We use cookies for statistical purposes and to improve our services. By clicking "Accept cookies" you consent to place cookies when visiting the website. For more information, and to find out how to change the configuration of cookies, please read our cookie policy. Utilizamos cookies para realizar el análisis de la navegación de los usuarios y mejorar nuestros servicios. Al pulsar "Accept cookies" consiente dichas cookies. Puede obtener más información, o bien conocer cómo cambiar la configuración, pulsando en más información.