Ultima modifica:
13-12-2020

Centrale nucleare di Chooz, Meuse River, Ardennes, Francia

Primo conflitto contro la centrale nucleare del FES (due reattori da 1500 mW). La popolazione locale li ha rifiutati a causa dei rischi di energia nucleare. Questa ha generato dimostrazioni violente e sabotaggio. I reattori sono stati costruiti.



Questo modulo è stato tradotto per tua comodità utilizzando il software di traduzione fornito da Google Translate. Pertanto, potrebbe contenere errori o discrepanze. In caso di dubbi sull'accuratezza delle informazioni contenute in queste traduzioni, fare riferimento alla versione del caso all'indirizzo: Inglese (Originale)

Descrizione:

Fino all'inizio del 1960, Chooz era un piccolo villaggio con una popolazione prevalentemente rurale (circa 700 abitanti). Le città confinanti sono foisches, Givet, Rancenne, Ham-Sur-Meuse ... nel dipartimento Ardenne, in Francia, sul fiume Meuse in un Panhandle che sporge in Belgio.
Commissionato nel 1967, la centrale elettrica non funzionava proprio come pianificato: guasti e malfunzionamenti moltiplicati. Il 1991 è la data del suo arresto finale.
Negli anni '70, gli abitanti si lamentano sempre di più su tumori e leucemia in questa regione, e più in particolare nel Pointe De Givet (vicino alla centrale elettrica).
Alla fine Del 1977, le voci sono circolate sull'istituzione di una seconda centrale elettrica a Chooz. Questo avrebbe due reattori di 1.450 MW.
Durante le varie consultazioni della popolazione (abitanti di Chooz), forte opposizione al progetto emerse rapidamente: ad esempio, all'inizio del marzo 1979, in un voto ufficiale, il 64% del Gli elettori hanno detto no ad una nuova pianta.
Dal 1980 in poi, una lunga lotta è iniziata tra gruppi pro-nucleari e anti-nucleari. Gli scontri tra la polizia, il CRS (Compagnies Républicaines de Sécurité) e i manifestanti erano di notevole violenza. Gli scambi di cocktail Molotov, ciottoli, ciottoli per bombe a gas lacrimogeni o granate di cloro erano ricorrenti. Un gioco di voto è iniziato anche nei vari consigli comunali dei comuni circostanti. La politica divenne coinvolta nel conflitto.
La stampa locale ha minimizzato i fatti, non rivela la realtà delle proteste.
Una brochure di Cédric de Quieros, riassumendo la situazione come segue (dal 1997).
Realizzato dal comitato Chooz il quarto giorno della seconda richiesta di pubblica utilità nell'esproprio della terra:
e arrabbiata perché la loro dignità umana viene calpestata. »[2]
Diverse martiche anti-nucleare che collegano il collegamento a Chooz a Rivet sono state organizzate dai belgi e dai lati francesi e da altri residenti locali, dove i manifestanti si ritrovano regolarmente bloccati da roadblocks dalla polizia. Vittime della repressione della polizia, gli attivisti anti-nucleari ottengono più angrier (ad esempio un trapano è sabotato collettivamente, trappole per la polizia, attacchi ai convogli).

Stanchezza di fronte alla repressione e alla violenza, che scoraggia molte persone. Tutto Più perché lo stesso anno l'elenco anti-nucleare è arrivato dietro l'elenco pro-nucleare nelle elezioni Chooz. La popolazione locale sembra accettare "fatalità".
Attori principali
Le forze della legge e dell'ordine, che in un modo hanno represso le dimostrazioni. Quindi EDF (Électnité de France) La società che ha costruito la pianta ed è stata sostenuta dallo stato ma anche dalla stampa. In effetti, la stampa non ha fatto il suo compito di informare e in diverse occasioni nascoste il conflitto. La Sena (Société d'Énergie Nucléaire Franco-Belge des Ardenne) che ha favorito l'installazione della centrale elettrica.


Mi sono impegnato a non aprire nuovi siti di centrali nucleari, specialmente a Chooz, prima che questo dibattito nazionale sia concluso e le condizioni per la democrazia sono soddisfatte. »[3]

e

Informazioni di base
Nome del conflittoCentrale nucleare di Chooz, Meuse River, Ardennes, Francia
NazioneFrancia
Città e regioneArdenne. Grand Est.
Localizzazione del conflittoChooz.
Accuratezza della localizzazioneAlta (livello locale)
Causa del conflitto:
Tipo di conflitto. Primo livelloEnergia Nucleare
RisorseUranio
Acqua
Dettagli del progetto e attori coinvolti
Dettagli del progetto

Un reattore nucleare costa tra 3 e 3,2 miliardi di euro.

Vedi altro
Area del progetto200.
Livello degli investimenti:7,091,358.000 (entrambi i reattori)
Tipo di popolazioneSemi-urbana
Popolazione impattata:9.337 abitanti
Data di inizio del conflitto:01/05/1984
Data di fine del conflitto:01/05/1984
Imprese coinvolte (private o pubbliche)EDF (Électricité de France) from France
Attori governativi rilevanti:Il governo di Pierre Mauroy, istituito dal presidente François Mitterrand, ha confermato la costruzione dei reattori.
Organizzazioni della società civile e le loro pagine web, se disponibili:Comitati locali
Conflitto e mobilitazione
Intensità del conflittoAlta (diffusa, mobilitazione di massa, arresti e reazione delle forze dell'ordine)
Temporalità del conflittoIn reazione all'implementazione del progetto
Gruppi mobilitati:Contadini
Lavoratori industriali
Contadini senza terra
Governi locali/partiti politici
Abitanti (cittadini/comunità rurali)
Organizzazioni/comitati di donne
Scienziati / professionisti locali
Forme di mobilitazione:Lavoro di rete/azioni collettive
Coinvolgimento delle ONG nazionali e internazionali
Lettere e petizioni di reclamo
Referendum e altre consultazioni popolari
Sabotaggi
Proteste di strade/manfestazioni
Minaccia di ritorsioni armate
Occupazioni di spazi pubblici e edifici
Rivendicazione dei diritti della natura
Impatti del progetto
Impatti ambientaliVisibile: Desertificazione, Degradazione paesaggistica, Contaminazione delle falde acquifere/riduzione dei bacini idrici, Altro (specificare sotto), Inondazioni
Potenziale: Contaminazione dei suoli, Contaminazione delle acque di superficie e peggioramento della qualità delle acque
Altro (specificare sotto)- Scariche radioattive dai processi di purificazione e filtrazione utilizzati nelle centrali nucleari.
- Scariche termiche: una centrale nucleare produce calore, causando il riscaldamento dell'ambiente circostante-acquatico.
- Scariche chimiche: si trovano nell'acqua utilizzata per raffreddare la pianta.
L'acqua viene filtrata prima di essere rilasciata in natura.
Impatti sulla salutePotenziale: Incidenti/infortuni, Esposizione a fattori a rischio incerti o non conosciuti (es. radiazioni), Malattie professionali e incidenti sul lavoro
Impatti socio-economiciVisibile: Militarizzazione e aumento della presenza/controllo militare e forze dell'ordine, Deterioramento del paesaggio/perdita del senso del luogo
Risultati
Status attuale del progettoOperativo
Risultato del conflitto/risposta:Repressione
Attacchi violenti ad attivisti
Sviluppo di proposte alternative:Comunque oggi ci sono ancora opposizione non violenta al nucleare.
La rete "SortIr du Nucléaire", l'Associazione "Greenpeace", il collettivo "Agir Pour L'Environnement" (recitazione per l'ambiente) sta lavorando per un referendum per abbandonare finalmente la potenza nucleare e promuovere le energie rinnovabili (sole, vento, legno) .
Consideri questo caso una vittoria dei movimenti per la giustizia ambientale?:NO
Spiegare brevemente il motivoDal 1983 in poi, vediamo un calo delle manifestazioni, la mentalità cambia.
C'è una stanchezza di fronte alla repressione e alla violenza, che scoraggia molte persone. Tutto più così perché lo stesso anno l'elenco anti-nucleare è arrivato dietro l'elenco pro-nucleare. La popolazione locale sembra accettare "fatalità".

"Voltry o con la forza, lo stabilimento di Chooz sarà costruito .. [4]
Lavigne, Prefetto delle Ardenne di Giscard - Dichiarazione nel 1980 dopo l'Agitato Richiesta di pubblica utilità e il referendum del 1979.

Il lavoro sui reattori ha continuato e il funzionamento è iniziato nel 1996-1997

In effetti, in questo caso, non c'era giustizia ambientale, è stata costruita la centrale nucleare.
Fonti e materiali

[1] C. De Queiros,“Discussion de la mise en service annoncée de deux nouveaux réacteurs à la centrale nucléaire de Chooz”, Brussels, Belgium (03/1997).
[click to view]

[2] Chooz Committee, “Chooz, légitime violence…”, Chooz, France, (04/04/1981).
[click to view]

[3] François Mitterrand, letter, Paris, (21/04/1981).
[click to view]

[4] Lavigne, Prefect of the Ardennes of Giscard declaration (1980).
[click to view]

Conference paper, EDF (2019)
[click to view]

Sortir du nucléaire
[click to view]

La centrale nucléaire de Chooz (05/10/ 2008)
[click to view]

« Un récit de lutte de Chooz » (05/1998)
[click to view]

Centrale nucléaire de Chooz
[click to view]

Meta informazioni
Ultima modifica13/12/2020
ID del conflitto:5187
Commenti
Legal notice / Aviso legal
We use cookies for statistical purposes and to improve our services. By clicking "Accept cookies" you consent to place cookies when visiting the website. For more information, and to find out how to change the configuration of cookies, please read our cookie policy. Utilizamos cookies para realizar el análisis de la navegación de los usuarios y mejorar nuestros servicios. Al pulsar "Accept cookies" consiente dichas cookies. Puede obtener más información, o bien conocer cómo cambiar la configuración, pulsando en más información.