Ultima modifica:
21-03-2018

Centrale elettrica a carbone da costruire da Jiuquan Ferro e acciaio per la produzione di allumina a Nain, St Elizabeth, Giamaica

Nel febbraio 2017 sembrava che la società cinese Jiuquan Iron & Steel costruirà una centrale elettrica a carbone da 1000 MW presso la fabbrica di Alpart Bauxite-Alumina. L'opposizione è sorto. L'estrazione della bauxite potrebbe anche diventare controverso.


Descrizione:

Questo è un conflitto su una centrale elettrica a carbone, e allo stesso tempo potrebbe diventare conflitti sull'estrazione della bauxite. Nel luglio 2016 è stato segnalato (4) che "la società mineraria russa ha firmato un accordo per gli US $ 300 milioni di vendita della sua raffineria di 1,6 milioni di tonnellate ALPART ALUMINA in Giamaica a Jinquan Jinquan Iron and Steel Company (Jisco). In un separato Patto con il governo giamaicano, Jisco ha accettato la riabilitazione e l'espansione della pianta e la sua conversione a un smelter di alluminio di 500.000 tonnellate-A-anno. L'inchiostrazione degli accordi è avvenuta a Pechino, dove il ministro minerario della Giamaica, Mike Henry, e la sua energia collega Andrew Wheatley ha avuto colloqui con Rusal, Jisco, così come la Banca di sviluppo della Cina. La Banca, secondo le fonti commerciali di Glener, ha segnalato la volontà di commettere, nei prossimi anni, fino a $ 2 miliardi di dollari al progetto. Un'abbondanza di energia economica è un ingrediente critico nella fusione di alluminio, e la sua assenza in Giamaica è stata una barriera per l'ambizione del paese per convertire la sua bauxite attraverso tutte le fasi per la produzione del metallo. Dopo il 2008, a La raffineria di Lpart è stata mothballing per sette anni di fronte a un mercato morbido per allumina "(4). $% Acciaio a Nain, St Elizabeth sarebbe collegato all'aggiornamento della produzione di bauxite-alluminio. Gli ambientalisti hanno detto "No alla centrale elettrica a carbone in Giamaica". (1). Più di 21.000 persone hanno firmato una petizione che opponeva il potere sparato a carbone in Giamaica. L'iniziativa #Saynotocoalja, essendo guidata da The Jamaica Ambiente Trust (Jet), sta invitando il governo della Giamaica a non rivolgersi al carbone come fonte di carburante per lo sviluppo industriale qui. A luglio 2016, il governo giamaicano ha annunciato la vendita del vecchio impianto di Bauxite di Alpart a Nain a St. Elizabeth a Jiuquan Iron Steel Company Limited (Jisco) della Cina, nonché un investimento da 2 miliardi di dollari in una zona industriale, alimentato da A Pianta a carbone da 1000 Megawatt (MW), creando 3.000 posti di lavoro. Jet vuole invece il governo per continuare la transizione a un nuovo futuro energetico per la Giamaica, come delineato in molti documenti governativi che enfatizzano la conservazione dell'energia, le energie rinnovabili e il gas naturale liquefatto (GNL) come combustibile transitorio per la Giamaica, una nazione di 2,7 milioni di persone . "Le piante a carbone hanno diversi impatti negativi sulla sanità pubblica e sull'ambiente", ha dichiarato l'amministratore delegato del Jet (CEO) Diana McCaulay. "Le emissioni di piante del carbone causano malattie respiratorie negli esseri umani e influenzano l'ambiente creando pioggia acida e contribuendo al cambiamento climatico globale." "Il carbone, infatti, è il più sporco dei combustibili fossili", ha detto McCaulay. "Emette maggiori quantità di anidride carbonica rispetto ad altri combustibili fossili". Le emissioni di biossido di carbonio (CO2) rappresentano la maggior parte della quota delle emissioni di gas serra (GHG), che sono incolpate dei cambiamenti climatici. $% E $% e una moderna pianta a carbone emette 762 chilogrammi di CO2 per megawatt-ora di elettricità generata, Se non c'è nessuna acquisizione di CO2. L'impianto da solo 1000 MW emetteva circa 6,7 ​​milioni di tonnellate di CO2 all'anno, poco più della metà del bersaglio del 2025 della Giamaica nell'ambito del 2015 Accordo di Parigi sui cambiamenti climatici. La Giamaica era tra 150 nazioni per firmare l'accordo di Parigi, che ha segnalato l'impegno della comunità internazionale di combattere il cambiamento climatico. "La costruzione della pianta caricata a carbone proposta sarebbe in contraddizione diretta a tale accordo", ha detto McCaulay. $% E $% e centrali elettriche a carbone anche emettono in genere una serie di altri inquinanti oltre a anidride carbonica. Le possibili emissioni di biossido di mercurio, piombo, arsenico, anidride solforosa, polvere e fulige associate a una centrale elettrica a carbone hanno anche impatti significativi sulla salute pubblica e ambientale. $% E $% e secondo l'Agenzia per la protezione ambientale statunitense (EPA), Il 59% di tutto il biossido di zolfo e il 18% di tutti gli ossidi delle emissioni di azoto provengono da centrali elettriche a carbone. Un altro ambientalista, Wayne Chen, ha descritto la pianta proposta come "avvistamento breve", aggiungendo che pone pericolo per i residenti nelle vicinanze della pianta. "Mentre ci saranno guadagni immediati per i proprietari, in particolare, e per il paese, la misura in cui non è ancora chiara, le perdite a lungo termine cancelleranno questi guadagni", ha spiegato. "Contrariamente alla credenza popolare, le emissioni di gas serra della Giamaica non sono insignificanti. Nel 2011, le nostre emissioni, basate sui dati della Banca Mondiale, rispetto a quelle dell'Uruguay in Sud America e Georgia in Europa. Con un impianto di carbone di 1.000 MW di 1.000 MW, le nostre emissioni di GHG avranno più del doppio ... "., E $% e $% e per la sua parte, il ministro dell'energia giamaicana Andrew Wheatley ha respinto l'inquietante sulle segnalazioni della pianta del carbone tanto Niente. "Dove siamo in questo momento, non abbiamo ricevuto alcuna applicazione, alcuna proposta, in quanto si riferisce a un impianto a carbone a Alpart", ha detto Wheatley Idn. (1). Nel frattempo, è stato affermato (2) che "il carbone è l'unica opzione fattibile per una centrale elettrica di 1000 megawatt è stata prevista per i nuovi proprietari di Bauxite Alumina Company, Alpart. Così detto ex presidente dell'Istituto della Giamaica Bauxite e del copresidente il comitato per il monitoraggio dell'energia, il Dr. Carlton Davis. Il ferro da stiro jiquano di proprietà cinese e l'acciaio, Jisco, stava finalizzando accordi per assumere AlPart, come parte di un investimento da $ 2 miliardi di dollari previsti in Giamaica. C'è stata l'opposizione all'intenzione di Jisco costruire Una pianta a carbone a carbone da 1000 megawatt per gestire le sue operazioni. Ma il Dr. Davis dice che il carbone è l'unica opzione fattibile. " (2). Alla fine, entro novembre 2017 è stato detto che "è GNL e non carbone per la pianta di alpart". (5) $% e $% &

Informazioni di base
Nome del conflitto Centrale elettrica a carbone da costruire da Jiuquan Ferro e acciaio per la produzione di allumina a Nain, St Elizabeth, Giamaica
NazioneJamaica
Localizzazione del conflittoSt Elizabeth.
Accuratezza della localizzazioneMedia (livello regionale)
Causa del conflitto:
Tipo di conflitto. Primo livelloEnergia (fossile, rinnovabile e giustizia climatica)
Tipo di confitto. Secondo livelloScarti / rifiuti da attività minerarie
Estrazione e lavorazione del carbone
Centrale termoelettrica
RisorseElettricità
Carbone
Alluminio/Bauxite
Dettagli del progetto e attori coinvolti
Dettagli del progetto

A luglio 2016, il governo giamaicano ha annunciato la vendita del vecchio impianto di Bauxite di Alpart a Nain a St. Elizabeth a Jiuquan Iron & Steel Company Limited (Jisco) della Cina, nonché un investimento da 2 miliardi di dollari in una zona industriale, alimentato da A Plant a carbone da 1000 Megawatt (MW), creando 3.000 posti di lavoro. Ciò sarebbe correlato alle esigenze energetiche di una fabbrica di allumina di allut / allumina ingrandita. Alumina Partners of Giamaica, noto anche come Alpart, è un'azienda che possiede e gestisce una raffineria di bauxite a Nain, Giamaica.Alpart è stata fondata nel 1969 come joint venture di Kaiser in alluminio, Reynolds in alluminio e Anaconda.Alpart ha esportato 1,65 milioni di tonnellate di Allumina all'estero all'anno, e ha conseguito i ricavi lordi di US $ 1,3 miliardi nel 2007. A partire dal 2011, il precedente partner Hydro ha disposto il suo punto di vista del 35% a Rusal che ha assunto la partecipazione del 100% in AlPart. Nel 2016, l'UC Rusal ha venduto la partecipazione del 100% dei partner di allumina della Giamaica ("Alpart") al Gruppo industriale di stato cinese, Jiuquan Iron & Steel (Gruppo) Co. Ltd. ('Jisco). (Wikipedia). "Dopo la crisi economica del 2008," la perdita della pianta di Alpart è stata un grande colpo per l'economia, mettendo centinaia di lavoro ... Tuttavia, ora che Jiuquan Iron and Steel Company ha iniziato di nuovo le operazioni nella pianta , l'operazione dovrebbe impiegare fino a un migliaio di lavoratori, con almeno il 71% della forza da trarre tra i nativi giamaicani. Inoltre, Jisco si è impegnato a investire circa 2 miliardi di dollari per stabilire una zona industriale nella zona, Composto da miniere di Bauxite, una raffineria di allumina, una centrale elettrica a carbone, un'infrastruttura elettrica, laminazione e laminazione e la produzione di alluminio a valore aggiunto. Secondo le stime, questa operazione secondaria potrebbe comportare fino a tremila più posti di lavoro. "(3 )

Livello degli investimenti:2.000.000.000.000.000
Data di inizio del conflitto:2016
Imprese coinvolte (private o pubbliche)Jiuquan Iron & Steel Company Limited (JISCO) from China
Alpart. Alumina Partners of Jamaica from Jamaica
Istituzioni internazionali o finanziarieDevelopment Bank of China from China
Organizzazioni della società civile e le loro pagine web, se disponibili:#Saynotocoalja Initiative, guidata dalla Giamaica Ambiente Trust (Jet)
Conflitto e mobilitazione
Intensità del conflittoMedia (proteste, mobilitazione visibile)
Temporalità del conflittoResistenza preventiva (fase di precauzione)
Gruppi mobilitati:Organizzazioni sociali locali
Abitanti (cittadini/comunità rurali)
Scienziati / professionisti locali
Forme di mobilitazione:Elaborazione di documenti indipendenti (es. reports, dossier, note informative)
Lavoro di rete/azioni collettive
Lettere e petizioni di reclamo
Campagne pubbliche di informazione e denuncia
Risultati
Status attuale del progettoFermato
Risultato del conflitto/risposta:Negoziazione di soluzione alternative
Soluzione tecniche per migliorare erogazione/qualità/distribuzione delle risorse
Temporanea sospensione del progetto
Sviluppo di proposte alternative:"È GNL e non carbone per la pianta di alpart". "Una centrale elettrica da 230 mgw che utilizza gas naturale liquefatto (GNL) deve essere costruito per sostituire un invecchiamento e un'impianto di potenza a base di olio. At Alpart". (6)
Consideri questo caso una vittoria dei movimenti per la giustizia ambientale?:SI
Spiegare brevemente il motivoQualunque sia gli effetti ambientali dell'aggiornamento della fabbrica di Alpart, sembra che la centrale elettrica non venga alimentata dal carbone ma da GNL. Visto localmente come vittoria.
Meta informazioni
Ultima modifica21/03/2018
Commenti
Legal notice / Aviso legal
We use cookies for statistical purposes and to improve our services. By clicking "Accept cookies" you consent to place cookies when visiting the website. For more information, and to find out how to change the configuration of cookies, please read our cookie policy. Utilizamos cookies para realizar el análisis de la navegación de los usuarios y mejorar nuestros servicios. Al pulsar "Accept cookies" consiente dichas cookies. Puede obtener más información, o bien conocer cómo cambiar la configuración, pulsando en más información.