Ultima modifica:
27-02-2018

Gyama miniera e incidente di frana, Tibet, Cina

Distruggere il paesaggio, inquinando i fiumi, portando via la terra del pascolo e causando morti ai suoi lavoratori della miniera. Leggi sull'espansione mineraria nel Tibet occupato da aziende cinesi.



Questo modulo è stato tradotto per tua comodità utilizzando il software di traduzione fornito da Google Translate. Pertanto, potrebbe contenere errori o discrepanze. In caso di dubbi sull'accuratezza delle informazioni contenute in queste traduzioni, fare riferimento alla versione del caso all'indirizzo: Inglese (Originale)

Descrizione:

A causa della sua formazione e delle sue impostazioni tettoniche, il Tibet ha 132 diversi tipi di risorse minerali, come rame, oro, carbone, petrolio greggio, gas naturale, cromiti, arsenico, amianto, alluminio, minerale di ferro, boro, potassio, piombo, zinco e litio . Seguendo l'occupazione della Cina del Tibet negli anni '50 e l'apertura allo sfruttamento sistematico dei ricchi minerali del Tibet, le grandi aziende minerarie hanno mostrato un grande interesse per investire lì. Secondo l'articolo 9 della Costituzione della Repubblica popolare cinese, le risorse del Tibet sono disponibili attività statali da sfruttare per soddisfare le esigenze dello sviluppo nazionale. Negli ultimi sessant'anni, tuttavia, lo sfruttamento minerale si è evoluto da uno sforzo marginale a un fenomeno importante nella crescita economica della Cina guidata dall'industrializzazione e dall'urbanizzazione. Già nel 1951, sono stati condotti indagini geologiche e nel 1991, una zona lunga 3.600 metri di zona di mineralizzazione di rame-piombo-zinco era stata delineata. Tra il 1991 e il 1999, il numero 6 Brigata geologica (Brigata 6) della geologia del Tibet e del Bureau delle risorse minerali ha condotto un lavoro dettagliato di esplorazione. Sulla base di questo lavoro, sono state rilasciate 4 licenze minerarie; un. Gyama Township (ha iniziato le operazioni nel 2004) b. Lhasa Mining Company (ha iniziato le operazioni nel 1995) c. Brigata 6 (ha iniziato le operazioni nel 2003) e d. TIBET HUATIAILONG Sviluppo minerario (ha iniziato le operazioni nel 2005).

Nel 2005 Comunità locale si è lamentata del bestiame che muore dopo aver bevuto l'acqua è stata rilasciata in streaming della compagnia. La società ha inviato un'indagine nel caso, alcuni investigatori hanno detto che la morte del bestiame è stata causata dal waster chimico rilasciato nel torrente dalla compagnia, ma alcuni altri investigatori hanno negato il link e molti agricoltori non hanno ricevuto un risarcimento.
E
e in aprile 2007 , le attività minerarie da parte dei precedenti operatori nelle quattro aree di licenza mineraria sono state fermate dal governo "TAR". Conformemente a un accordo tra il governo "TAR" e la Cina National Gold Group Corporation, le quattro licenze minerarie e le licenze di esplorazione nelle aree circostanti sono state consolidate nell'ambito della politica di consolidamento del governo cinese per le proprietà minerarie. Da allora, c'è stata una rapida espansione delle operazioni minerarie che ora coprono un totale di 145,50 km2, compresa un'area mineraria di 76.19 km2 ed esplorazione che copre un'area di 66,41 km2 ad un'altitudine tra 4.000 m e 5,407 m.
E
Uno dei principali progetti minerari nella miniera di rame Gyama, situato non lontano da Lhasa, gestito oggi dalla società di sviluppo mineraria TIBET Huatailong Limited, una controllata del Gruppo Gold National China. È un deposito polimetallico su larga scala costituito da rame, molibdeno, oro, argento, piombo e zinco con il potenziale per diventare il più grande produttore di rame in Cina in 10 anni.
E
e secondo un articolo del 2010 intitolato "Impatto ambientale di attività mineraria sulla qualità dell'acqua di superficie in Tibet: Gyama Valley, "gli autori Xiang et al., accertamente accertamente che" una contaminazione metallica pesante grave localizzata è documentata nell'acqua del flusso di Gyamaxung-chu (chu significa fiume) e trattamento delle acque refluente Servizi nella valle del Gyama. " Dichiara anche che "il rischio ambientale presso l'area sorgente Gyamaxung-chu, dove il contenuto misurato corrisponde principalmente allo sfondo geochimico era zero. Tuttavia, c'era un rischio molto alto nelle parti superiore e centrale del flusso e sembra sia naturale che accelerata dalle ampie attività minerarie. I livelli di metalli (come piombo, rame, cadmio e zinco) rappresentano l'alto rischio per l'ambiente, comprese le popolazioni umane locali e il loro bestiame ". L'articolo continua inoltre a dire che "la grande preoccupazione ambientali sono i numerosi depositi minerari e lavorazione nella valle, contenenti una grande quantità di metalli pesanti, come piombo, rame, zinco e manganese ecc. Questi depositi sono inclini a perdite i suoi contaminanti Attraverso acqua infiltrata e erosione di particolato, e posa pertanto un rischio futuro per l'ambiente locale e una potenziale minaccia alla qualità dell'acqua a valle. "
e
e venerdì 29 marzo 2013, 83 minatori sono stati uccisi in una miniera indotta Landslide a causa di cattiva gestione dei miei rifiuti o sovrapposti delle miniere Rocce di rifiuti su una ripida valle a forma di V al Gyama (Ch: Jiama) Polymetaltaly Mine. La dichiarazione ufficiale della frana della miniera è stata obbedientemente pubblicata da Xinhua News senza il minimo accenno di obiettività giornalistica nonostante la perdita di così tante vite.
E
e il 23 settembre 2014, più di 1000 tibetani locali dei villaggi di Dokar e Zibuk Vicino alla capitale tibetana Lhasa ha protestato contro avvelenamento dei loro fiumi di Gyama Rame Poly-Metallic Mine. La miniera si trova vicino a un flusso che i locali usano per bere, irrigazione e alimentazione animale. Ma come sempre, i funzionari locali dichiarano convenientemente che l'inquinamento idrico nei fiumi è stato causato da fattori naturali e non dalla miniera.
E
e notizie recenti da inizio agosto 2015 in radio Asia GRATUITAMENTE avvertire di possibili nuovi progetti in arrivo nella regione: "Gli equipaggi cinesi di edifici stradali hanno iniziato a tagliare una nuova pista che porta a Gyama Valley vicino alla capitale regionale di Tibet Lhasa, portando alle paure locali che una nuova miniera potrebbe presto essere costruita in una regione già pesantemente inquinata dalle operazioni di estrazione cinesi, Le fonti dicono. "[1]
e

Informazioni di base
Nome del conflittoGyama miniera e incidente di frana, Tibet, Cina
NazioneCina
Città e regioneTibet Autonomous Region.
Localizzazione del conflittoGyama Velley vicino a Lhasa
Accuratezza della localizzazioneAlta (livello locale)
Causa del conflitto:
Tipo di conflitto. Primo livelloEstrazione mineraria e cave
Tipo di confitto. Secondo livelloEsplorazione ed estrazione di minerali
Discariche, trattamento rifiuti speciali/pericolosi, smaltimento illegale
RisorseArgento
Rame
Oro
Zinco
molibdeno
Dettagli del progetto e attori coinvolti
Dettagli del progetto

La miniera di Gyama si trova a Medrogungkar (Ch: Maizhokunggar) della contea della cosiddetta regione autonoma del Tibet (TAR), situata all'interno della cinghia metallogenelogica di rame porfido di gangdise in Tibet centrale, a circa 68 km da Lhasa (figure 1a & 1b). Attualmente è posseduto e gestito dalla società di sviluppo mineraria TIBET Huatailong Limited, una controllata del Group Gold National China. È un deposito polimetallico su larga scala costituito da rame, molibdeno, oro, argento, piombo e zinco con il potenziale per diventare il più grande produttore di rame della Cina in 10 anni. Secondo il rapporto di valutazione della Società, Gyama Rame Polymetalic Mine avrà un totale di 4 miniere a fossa aperta e due aree minerarie sotterranee (figura 2). Le min mine open includono, Nimatang (profondità: 610m, vita: 8 anni, stato: operativo), Tongqianshan (profondità: 290m, vita: 3 anni, stato: operativo), pit del sud (profondità: 539m, vita: 8 anni, stato, stato : Iniziato nel 2013) e Jiaoyan (profondità: 495m, vita: 21 anni, stato: a partire dal 2020). La produzione è andata avanti dal 2010 ad una velocità di 1,8 MTPA ROM (run of mine) minerale a due borse aperte: Tongqianshan e Nimatang. Le due miniere sotterranee sono aree nord (vita: 29 anni) e aree sud (vita: 21 anni e a partire dal 2023) .5 La società mineraria dovrebbe ottenere un flusso medio di cassa netto di $ 120 milioni per i 31 anni di Lom (la mia miniera). I minerali chiave prodotti sono rame (CU), oro (AU), argento (AG), molibdeno (MO), piombo (PB) e zinco (Zn). I contributi di questi minerali minerali a ricavi lordi sono del 75%, 11%, 7% e 6%. Si prevede che la miniera ottenga una produzione annua di 176 milioni di sterline di rame, 35 mila once di oro, 2,7 milioni di once di argento e 2,3 mila tonnellate di molibdeno

Area del progetto14.550.
Tipo di popolazioneRurale
Popolazione impattata:Più di 1000 persone
Imprese coinvolte (private o pubbliche)Tibet Huatailong Mining Development Company Limited (CNGC or China Gold) from China - Mining, retail, contract engineering, irradiation sterilization
China National Gold Group Corporation (China Gold) from China
Attori governativi rilevanti:Tibet Autonomous Region, Cina
Organizzazioni della società civile e le loro pagine web, se disponibili:Scrivania ambientale e sviluppo, Istituto di politica Tibet
Conflitto e mobilitazione
Intensità del conflittoMedia (proteste, mobilitazione visibile)
Temporalità del conflittoMobilitazioni dopo gli impatti
Gruppi mobilitati:Contadini
Popoli indigeni
Abitanti (cittadini/comunità rurali)
Pastori
Forme di mobilitazione:Lettere e petizioni di reclamo
Proteste di strade/manfestazioni
Impatti del progetto
Impatti ambientaliVisibile: Inondazioni, Degradazione paesaggistica, Deforestazione/perdita di aree verdi/vegetazione, Contaminazione delle acque di superficie e peggioramento della qualità delle acque, Sversamenti di residui di lavorazione dei minerali, Fuoriuscite di contaminanti
Potenziale: Inquinamento atmosferico, Perdita di biodiversità, Desertificazione, Contaminazione dei suoli, Erosione, Contaminazione delle falde acquifere/riduzione dei bacini idrici
Altro (specificare sotto)I depositi minerari e di lavorazione nella valle contenenti una grande quantità di metalli pesanti, come piombo, rame, zinco e manganese sono inclini a perdite i suoi contaminanti attraverso l'acqua di infiltrazione e l'erosione di particolato e posano pertanto un rischio futuro per l'ambiente locale e un potenziale Minaccia alla qualità dell'acqua a valle
Impatti sulla saluteVisibile: Problemi mentali compresi stress, depressione e suicidi
Impatti socio-economiciVisibile: Sgomberi/sfollamenti, Violazione dei diritti umani, Deterioramento del paesaggio/perdita del senso del luogo
Altro (specificare)Morte di cattles
Risultati
Status attuale del progettoOperativo
Risultato del conflitto/risposta:Criminalizzazione degli attivisti
Morti, Omicidi, Assassinii
Repressione
83 minatori hanno perso la vita a causa della frana
Consideri questo caso una vittoria dei movimenti per la giustizia ambientale?:NO
Spiegare brevemente il motivoC'è stata la perdita di terreni paschi per i nomadi, avvelenamento da flussi locali, morte di cattles, morte di 83 minatori. Ogni volta, il governo in collaborazione con la compagnia mineraria ha negato la giustizia e la schiena con la compagnia mineraria.
Fonti e materiali
Bibliografia di libri pubblicati, articoli universitari, film o documentari pubblicati

Scarring the land, scraping the wounds, TSERING DHUNDUP
[click to view]

China Gold International Resource Reputational Risk Report
[click to view]

[1] Radio Free Asia, Tibetans Fear New Mine is Planned For Polluted Gyama Valley
[click to view]

Environment Desk blog
[click to view]

Save tibet, Disaster in Gyama draws attention to impact of mining in Tibet
[click to view]

Tibet.net, LANDSLIDE IN GYAMA MINE: natural or man-made?
[click to view]

Wikipedia on Gyama mine landslide
[click to view]

Tibet.net, FULL REPORT on Gyama mine "ASSESSMENT REPORT OF THE RECENT LANDSLIDE EVENT IN THE GYAMA VALLEY"
[click to view]

Stop Mining in Tibet
[click to view]

New York Times, Fatal Landslide Draws Attention to the Toll of Mining on Tibet
[click to view]

Landslide Induced by Frenzied Mining at Hometown of Songtsen Gampo is said to be a “Natural Disaster” By Woeser
[click to view]

Media correlati - links a video, campagne, social networks

Photo Gallery from 2011
[click to view]

Meta informazioni
Collaboratore:Environment & Development Desk, Tibet Policy Institute
Ultima modifica27/02/2018
ID del conflitto:2099
Commenti
Legal notice / Aviso legal
We use cookies for statistical purposes and to improve our services. By clicking "Accept cookies" you consent to place cookies when visiting the website. For more information, and to find out how to change the configuration of cookies, please read our cookie policy. Utilizamos cookies para realizar el análisis de la navegación de los usuarios y mejorar nuestros servicios. Al pulsar "Accept cookies" consiente dichas cookies. Puede obtener más información, o bien conocer cómo cambiar la configuración, pulsando en más información.