Ultima modifica:
10-08-2020

Progetto minerario di carbone Ikwezi a Dannhauser, Newcastle, Sud Africa

IKWezi Mining ha spostato i membri della comunità, i tombe e i mezzi di sostentamento distrutti. Nessun consenso precedente e informato. Attivisti locali e Ejos stanno perseguendo azioni legali e protestando.



Questo modulo è stato tradotto per tua comodità utilizzando il software di traduzione fornito da Google Translate. Pertanto, potrebbe contenere errori o discrepanze. In caso di dubbi sull'accuratezza delle informazioni contenute in queste traduzioni, fare riferimento alla versione del caso all'indirizzo: Inglese (Originale)

Descrizione:

Dannhauser è una piccola città che ha affrontato le ingiustizie ambientali per quasi un secolo a causa di minerario di carbone, e poco è stato fatto per affrontare questi problemi [4]. Un esempio è del progetto minerario di carbone IKWEZI, che ha bullismo e usato tattiche subdoli per demolire case per una nuova miniera senza un consenso precedente e informato [2]. La miniera è stata concessa i permessi nel 2011. I membri della comunità come 86 anni Ernest Ngwenya hanno esaurito tutte le opzioni cercando di ottenere il Comune e il mio per trasferirli, ma nonostante le promesse del trasferimento nel 2015, i loro motivi sono andati senza risposta [6].

Successivamente, la Comunità ha protestato di nuovo il 29 maggio, ottenendo il ministro per firmare finalmente il memorandum. Il 1 ° giugno 2018 il Dipartimento delle risorse minerali sospese la licenza di IKWezi Miniera a causa del modo in cui illegittimamente non è riuscito a rispettare il piano sociale e del lavoro nonostante abbia avuto i diritti minerari per sei anni e come la miniera trasgredito il programma di gestione ambientale approvato da Manomissione con tombe sulla fattoria Kliprand nonostante il commit per non disturbare le gravesite nel documento approvato. Tuttavia, la sospensione è stata sollevata nell'ottobre 2018 e la base di base ha osservato che "non vi sono stati sforzi di comunicazione per informare la Comunità e il pubblico in generale sulla miniera che riprende le sue operazioni" e che la Comunità non è stata consultata sulle condizioni e le misure correttive il Il mio deve accettare di continuare il funzionamento. Inoltre, gli stati di base affermano che "Ikwezi carbone miniera continua a operare all'interno o accanto a gravesi; e il miniera di carbone IKWezi non ha aderito al piano sociale e del lavoro come un requisito delineato nel rilascio dei diritti minerari "[7].
(SLAPP) (una causa intesa a censurare, intimidire, e silenzio critici), accusandoli di intimidazione e assalto di un manager della miniera Ikwezi [11]. I vestiti SLapp servono a frustrare gli attivisti, appesantiti con procedimenti giudiziari e intimidendoli con le apparenze giudiziarie per scoraggiarli da in piedi contro le ingiustizie [1]. Non solo la miniera ha avuto forti testimoni a suo favore, ma i membri della comunità sono stati anche intimiditi in silenzio contro la testimonianza per Tshabalalala.
E
e Tshabalala e altri tre altri locali sono stati forniti ordini giudiziari che avrebbero arrestato se arrivano ovunque vicino alla miniera. Tuttavia, il 22 luglio, tutte le accuse contro Tshabalala e gli altri manifestanti sono stati ritirati, segnando una vittoria enorme per tutti gli attivisti ambientali e la comunità, che hanno dimostrato il giorno del processo [1, 10]. Secondo Womin, "il Dipartimento delle risorse minerali (DMR) non è riuscito a presentarsi al caso del tribunale, ed è diventato sempre più chiaro attraverso interviste con i dipendenti da DMR che Tshabalala non aveva aggredito o intimidire nessuno e le accuse erano false" [10] .
E
All'inizio del marzo 2020, la corruzione orologio si è impegnato ad assistere la comunità Dannhauser e ha tenuto una serie di riunioni di tre giorni per la gente del posto per esprimere le loro frustrazioni con la miniera di ikwezi, come la corruzione e la corruzione, senza sforzi per Migliora le infrastrutture locali o fornire servizi e posti di lavoro, non vi è alcuna comunicazione del governo o della miniera alle persone colpite, nonché la polizia che agisce come agenti della miniera che limita la capacità della Comunità di comunicare con i miei rappresentanti delle miniere. I membri della comunità hanno anche detto che la polizia li ha attaccati ogni volta che hanno cercato di inviare un memorandum alla miniera [5]. "Una delle questioni principali è che la comunità non ha beneficiato in alcun modo dalla miniera. Inoltre, non è una buona cosa avere polvere nera dal carbone e dal rumore e la polvere dai camion che passano dal tuo cancello ogni giorno. Il dipartimento ha bisogno di indagare su questa miniera e il suo funzionamento ", ha affermato Shabalala alle riunioni [6]. In risposta, IKWezi Mining Chief Operating Officer Freddie Strydom ha dichiarato di essere consapevoli dei reclami della Comunità poiché erano stati sollevati in un memorandum presentato da un gruppo di manifestanti il ​​18 febbraio 2020. Strydom ha detto che c'erano quattro famiglie che vivevano vicino alla miniera, A chi era stato impegnato e che era attualmente in un processo di consultazione [6]. Eppure attualmente, la miniera è ancora operativa, e nulla è stato risolto [4].
E

Informazioni di base
Nome del conflittoProgetto minerario di carbone Ikwezi a Dannhauser, Newcastle, Sud Africa
NazioneSudafrica
Città e regioneKwaZulu-Natal.
Localizzazione del conflittoDannhauser.
Accuratezza della localizzazioneAlta (livello locale)
Causa del conflitto:
Tipo di conflitto. Primo livelloEnergia (fossile, rinnovabile e giustizia climatica)
Tipo di confitto. Secondo livelloEstrazione e lavorazione del carbone
RisorseCarbone
Dettagli del progetto e attori coinvolti
Dettagli del progetto

IKWezi Mining ha iniziato a lavorare sulla costruzione di una nuova miniera a Dannhauser il 23 gennaio 2013 ad un costo iniziale di investimento di $ 2,014.798. Le riserve della miniera sono stimate a 14 milioni di tonnellate di carbone in oltre 12.000 ettari di terreno, di cui 1,25 milioni di tonnellate dovrebbero essere estratti annualmente [9, 11].

Vedi altro
Area del progetto12.000.
Livello degli investimenti:2.014.798.
Tipo di popolazioneRurale
Data di inizio del conflitto:23/11/2013
Imprese coinvolte (private o pubbliche)Ikwezi Mining from South Africa
Attori governativi rilevanti:Dipartimento delle risorse minerali
Organizzazioni della società civile e le loro pagine web, se disponibili:Orologio da corruzione, Groundwork, Womin, Oxfam, Istituto socio-economico Istituto del Sud Africa, Sisonke
Conflitto e mobilitazione
Intensità del conflittoAlta (diffusa, mobilitazione di massa, arresti e reazione delle forze dell'ordine)
Temporalità del conflittoIn reazione all'implementazione del progetto
Gruppi mobilitati:Contadini
Popoli indigeni
Organizzazioni sociali internazionali
Organizzazioni sociali locali
Abitanti (cittadini/comunità rurali)
Organizzazioni/comitati di donne
Forme di mobilitazione:Lavoro di rete/azioni collettive
Coinvolgimento delle ONG nazionali e internazionali
Azioni legali/giudiziarie
Lettere e petizioni di reclamo
Proteste di strade/manfestazioni
Impatti del progetto
Impatti ambientaliVisibile: Inquinamento atmosferico, Insicurezza alimentare/danni alle produzioni agricole, Inquinamento acustico
Potenziale: Riscaldamento globale, Sversamenti di residui di lavorazione dei minerali
Impatti sulla saluteVisibile: Esposizione a fattori a rischio incerti o non conosciuti (es. radiazioni), Altro (specificare)
Potenziale: Malattie professionali e incidenti sul lavoro
Altro (specificare)Polvere di carbone
Impatti socio-economiciVisibile: Espropri di terra, Deterioramento del paesaggio/perdita del senso del luogo, Sgomberi/sfollamenti, Mancanza di sicurezza sul lavoro, assenteismo al lavoro, licenziamenti, disoccupazione, Perdità dei mezzi di sussistenza, Perdita di tradizioni/pratiche/saperi/culture, Altro (specificare)
Potenziale: Violazione dei diritti umani, Aumento della corruzione/cooptazione dei diversi attori, Militarizzazione e aumento della presenza/controllo militare e forze dell'ordine
Altro (specificare)Dembracrazione di tombe
Risultati
Status attuale del progettoOperativo
Risultato del conflitto/risposta:Compensazioni
Corruzione
Criminalizzazione degli attivisti
Sentenze favorevoli alla giustizia ambientale
Sentenze sfavorevoli alla giustizia ambientale
Giudizio in attesa di sentenza
Migrazioni/sfollamenti
Repressione
Negoziazione in corso
Attacchi violenti ad attivisti
Applicazione della legislazione vigente
Temporanea sospensione del progetto
Tuta slapp.
Consideri questo caso una vittoria dei movimenti per la giustizia ambientale?:NO
Spiegare brevemente il motivoLa miniera è ancora in funzione, e nulla è stato risolto
Fonti e materiali

[1] Biz News. Coal miner Ikwezi’s SLAPP suit against environmental activist withdrawn (Hogg 2019)
[click to view]

[2] Mail&Guardian. Scramble for minerals leaves rural families homeless (Ledwaba 2018)
[click to view]

[3] News24. Mining companies against communities (Ledwaba 2019)
[click to view]

[4] IOL. Mining’s toxic legacy for the people of Dannhauser (Mthobeni & Mokgalaka 2020)
[click to view]

[5] MSN News. Corruption watchdog commits to helping Dannhauser residents win back their community (Nxumalo 2020)
[click to view]

[6] IOL. Dannhauser communities say illegal mining is destroying their homes (Nxumelo 2020)
[click to view]

[7] GroundWork. Back to business for Ikwezi Coal Mine (2018)
[click to view]

[8] Mining Review. DMR Minister not big in Natal (2018)
[click to view]

[9] Mining Capital. Ikwezi Mining reaches offtake deal for South African coal project (Yeo 2013)
[click to view]

[10] WoMin. Hands off our activists (Kakaza 2019)
[click to view]

[11] New Frame. New coal mining bulldozes villagers (Webster 2019)
[click to view]

Meta informazioni
Collaboratore:Dalena Tran, ICTA-UAB, [email protected]
Ultima modifica10/08/2020
ID del conflitto:5174
Commenti
Legal notice / Aviso legal
We use cookies for statistical purposes and to improve our services. By clicking "Accept cookies" you consent to place cookies when visiting the website. For more information, and to find out how to change the configuration of cookies, please read our cookie policy. Utilizamos cookies para realizar el análisis de la navegación de los usuarios y mejorar nuestros servicios. Al pulsar "Accept cookies" consiente dichas cookies. Puede obtener más información, o bien conocer cómo cambiar la configuración, pulsando en más información.