Ultima modifica:
20-03-2019

Karonsi'e Dongi People e Vale Miniera a Sorowako, Sulawesi, Indonesia

Più che cinquanta anni di PT Inco / Vale Mining Company operando a Sorowako. Le donne indigene conducono le principali azioni contro l'attività mineraria sulla loro terra tradizionale.


Descrizione:

La più grande compagnia mineraria di nichel del mondo provoca conflitti nelle ricche colline intorno al Lago Matano sull'isola di Sulawesi in Indonesia. Pt Inco (ora appartenente a Vale Indonesia) ha iniziato ad esplorare il nichel di Sorowako nel 1968. Nel 1977, PT Inco ha aperto uno fonderia e un anno dopo iniziò la produzione commerciale. Il regime del "nuovo ordine" del presidente Suharto ha fatto una priorità degli investimenti stranieri. L'operazione mineraria PT Inco, di proprietà di Inco Ltd. dal Canada, è stata la seconda miniera di proprietà multinazionale dell'Indonesia per stabilire il Suharto [6]. $% In Indonesia, con rete di advocacy mineraria (Jatam); e l'alleanza degli indigeni delle popolazioni dell'arcipelago (Aman); e alleanze internazionali con MiningWatch dal Canada. I leader come Werima Mananta o ANDI Baso hanno fatto viaggi di campagna in Canada per chiedere il Canada di assumersi la responsabilità; Secondo il sito web di Vale Indonesia, l'80% della produzione annuale di Vale Indonesia è venduta a Vale Canada. Vale Canada è anche un importante azionista a Vale Indonesia. $% E $% e secondo Glynn e Maimunah Ricercatori e attivisti di Jatam, l'anno 2005 ha segnato un flashpoint nella resistenza Karonsi'e Dongi. Nel 2005 oltre cinquecento persone hanno messo in scena un blocco presso il sito della miniera di Inco / Vale. Il blocco ha seguito le dimostrazioni, e una settimana-lungo sit-in e la fame sciopero presso l'ufficio regionale di Inco a Makassar [15]. Studenti universitari, l'Unione delle Miniere La Unione e le organizzazioni non governative hanno sostenuto il popolo Karosi'e Dongi che occupava l'ufficio Inco per due giorni. Una donna di 70enne Karonsi'e Dongi, due studenti universitari, un lavoratore rencinato di Inco / Vale e un rappresentante della Comunità ha partecipato a uno sciopero della fame di tre giorni chiedendo un incontro con la società mineraria per discutere e risolvere il Tre controversie di terra decade-vecchia. Sono stati intimiditi e alcuni sono stati arrestati [11]. Le proteste periodiche, compresi i blocchi stradali, sono continuati contro Inco / Vale da allora [6]. $% E $% e la situazione potrebbe facilmente peggiorare. Oggi, circa 170 Karonsi'e Dongi persone vivono in 57 capanne in keratura laga e paraurti su 3,5 ettari di terreno lungo il campo da golf Inco / Vale, senza alcun approvvigionamento idrico sicuro, sotto l'occhio vigile della sicurezza armata. La comunità ha finalmente ottenuto l'elettricità nel 2013 [3]. Tuttavia, due anni dopo, Inco / Vale ha tagliato l'elettricità alla comunità nel paraurti. Nonostante un ordine del governo locale e una richiesta della Commissione indonesiana dei diritti umani, Vale ha rifiutato di re-collegare i residenti alla griglia di potenza. $% E $% e nel 2013 il movimento ha perso il suo leader Werima Manata. Morì da una malattia renale. Secondo la sua organizzazione, ciò è dovuto alla sua lotta dedicata per il loro territorio indigeno, coinvolgendo proteste, viaggi a lunga distanza, numerosi incontri e negoziati [2]. $% E $% &

Informazioni di base
Nome del conflittoKaronsi'e Dongi People e Vale Miniera a Sorowako, Sulawesi, Indonesia
NazioneIndonesia
Città e regioneSud Sulawesi.
Localizzazione del conflittoSorowako, Witoumini, Sorowako, Timor Luwu
Accuratezza della localizzazioneAlta (livello locale)
Causa del conflitto:
Tipo di conflitto. Primo livelloEstrazione mineraria e cave
Tipo di confitto. Secondo livelloEsplorazione ed estrazione di minerali
Idroelettrico e conflitti legati alla distribuzione dell'acqua
Lavorazione di minerali
RisorseTerra
Nichel
Dettagli del progetto e attori coinvolti
Dettagli del progetto

Questa è la più grande operazione del laterizio del nichel del mondo. Sebbene gli esploratori olandesi hanno rilasciato il laterizio del nichel vicino al lago Matano sull'isola di Sulawesi nei primi anni del 1900, non fu fino al 1968 che Pt Inco iniziò ufficialmente le operazioni in Indonesia [1]. In precedenza, Pt Vale Indonesia è stato chiamato PT International Nichel Indonesia o PT Inco. Al giorno d'oggi, l'azionista di maggioranza di Vale Indonesia è Vale Canada che possiede il 59,73%, il 20,0% da Sumitomo Metal Mining; e il 21,8% di proprietà pubblicamente come risultato della cessione della quota [10]. La società ha firmato un contratto con il governo indonesiano nel 1968. La produzione completa è iniziata nel 1978. Nel 1996, PT Inco ha firmato un secondo contratto, ottenendo diritti di esplorazione nelle zone aggiuntive nel sud, nel sud-est e nel Sulawesi centrale. Questo contratto originale in seguito è stato modificato ed esteso fino a 2025 [1]. . Il nichel estratto è venduto alle fabbriche in Giappone, Corea del Sud, Taiwan e Cina. [2] PT Inco / Pt Vale Indonesia ha acquisito profitti elevati dalle sue operazioni a Sulawesi. A livello di governo, il Ministero delle risorse energetiche e minerali, i governi distrettuali di Luwu Timur Regency, il governo provinciale del South Sulawesi, nonché il governo centrale dell'Indonesia sono coinvolti nel progetto minerario. [2, 3]. La capacità di lavorazione dell'impianto è di 72.500 tonnellate di nichel all'anno, con il 75% del contenuto di nichel [3]. Le centrali idroelettriche sono state sviluppate per fornire energia elettrica a PT. Valle. Larona ha iniziato le sue operazioni nel 1979. Si compone di tre turbine con una capacità di potenza continua di 165 megawatt [14]. La centrale elettrica di Balambano ha due turbine con capacità di potenza continua di 110 megawatt. È stato costruito nel 1995 e ha iniziato le operazioni nel 1999 [13, 14].

Area del progetto218,528 [13]
Tipo di popolazioneRurale
Popolazione impattata:261,199 [13]
Data di inizio del conflitto:1968
Imprese coinvolte (private o pubbliche)Vale Indonesia from Brazil
Vale Canada Ltd from Canada - According to Vale Indonesia's website, 80 % of Vale Indonesia's annual output is sold to Vale Canada. Vale Canada is also a major shareholder in Vale Indonesia
Vale (Vale) from Brazil
Pt Inco from Brazil - PT Inco is a Nickel Mine (Sulawesi) in Indonesia owned by Vale
Organizzazioni della società civile e le loro pagine web, se disponibili:Karonsi'e Dongi Community Alleanza (Krapaskad) Associazione indigena Sorgeako (KW come) Aliani Masyarakat Adat Nusantara (Aman) Network di Advocacy minerario (Jatam) MiningWatch Canada https://www.miningwatch.ca Servizio pubblico Alleanza del Canada http: // PSacunione .ca sviluppo e pace https://www.devp.org/en walhi
Conflitto e mobilitazione
Intensità del conflittoAlta (diffusa, mobilitazione di massa, arresti e reazione delle forze dell'ordine)
Temporalità del conflittoIn reazione all'implementazione del progetto
Gruppi mobilitati:Popoli indigeni
Organizzazioni sociali internazionali
Organizzazioni sociali locali
Organizzazioni/comitati di donne
Karonsi'e Dogi Community, Padoe e Tambe'e villaggi
Forme di mobilitazione:Blocchi stradali o picchetti
Ricerca partecipativa (es. epidemiologia popolare)
Elaborazione di documenti indipendenti (es. reports, dossier, note informative)
Lavoro di rete/azioni collettive
Media-attivismo
Scioperi della fame
Valutare gli impatti dell'uomo ambientale e potenziale della salute umana Hanno generato una mappa della loro terra tradizionale con la conoscenza degli anziani e l'ha usata per raccontare la storia di come la loro comunità è diventata sfollata e dispossessed
Impatti del progetto
Impatti ambientaliVisibile: Inquinamento atmosferico, Perdita di biodiversità, Desertificazione, Insicurezza alimentare/danni alle produzioni agricole, Degradazione paesaggistica, Inquinamento acustico, Contaminazione dei suoli, Erosione, Deforestazione/perdita di aree verdi/vegetazione, Contaminazione delle acque di superficie e peggioramento della qualità delle acque, Riduzione della resilienza ecologica/idrogeologica, Altro (specificare sotto)
Altro (specificare sotto)Aumentare i particolato sospeso (TSP) e le concentrazioni di metallo aerotrasportato (NI, CO e CR)
Impatti sulla saluteVisibile: Morti, Altro (specificare)
Potenziale: Incidenti/infortuni, Problemi mentali compresi stress, depressione e suicidi
Altro (specificare)Asma, rinite e tumori della pelle [7] La ​​donna indigena Werima Mananta morì nel 2013 a causa della sua lotta dedicata per il loro territorio indigeno [2]
Impatti socio-economiciVisibile: Sgomberi/sfollamenti, Mancanza di sicurezza sul lavoro, assenteismo al lavoro, licenziamenti, disoccupazione, Perdità dei mezzi di sussistenza, Perdita di tradizioni/pratiche/saperi/culture, Militarizzazione e aumento della presenza/controllo militare e forze dell'ordine, Specifici impatti sulle donne, Violazione dei diritti umani, Espropri di terra
Risultati
Status attuale del progettoOperativo
Risultato del conflitto/risposta:Criminalizzazione degli attivisti
Migrazioni/sfollamenti
Repressione
Consideri questo caso una vittoria dei movimenti per la giustizia ambientale?:NO
Spiegare brevemente il motivoLa situazione potrebbe facilmente peggiorare. Oggi, circa 170 Karonsi'e Dongi persone vivono in 57 capanne in keratura laga e paraurti su 3,5 ettari di terreno lungo il campo da golf Inco / Vale, senza alcun approvvigionamento idrico sicuro, sotto l'occhio vigile della sicurezza armata. La comunità ha finalmente ottenuto l'elettricità nel 2013 [3]. Tuttavia, due anni dopo, Inco / Vale ha tagliato l'elettricità alla comunità nel paraurti. Nonostante un ordine dal governo locale e una richiesta della Commissione indonesiana dei diritti umani, Vale ha rifiutato di re-collegare i residenti alla griglia di potenza.
Meta informazioni
Ultima modifica20/03/2019
Commenti
Legal notice / Aviso legal
We use cookies for statistical purposes and to improve our services. By clicking "Accept cookies" you consent to place cookies when visiting the website. For more information, and to find out how to change the configuration of cookies, please read our cookie policy. Utilizamos cookies para realizar el análisis de la navegación de los usuarios y mejorar nuestros servicios. Al pulsar "Accept cookies" consiente dichas cookies. Puede obtener más información, o bien conocer cómo cambiar la configuración, pulsando en más información.