Ultima modifica:
18-12-2019

Progetto stradale di Kathmandu-Terai/Madhesh Fast Track, Nepal

Una mega autostrada in Nepal costruita dall'esercito minaccia lo sfollamento degli insediamenti di Newar indigeni a Khokana e Bungamati dalle loro terre e sostentamento e i loro siti culturali e storici a sud di Kathmandu.



Questo modulo è stato tradotto per tua comodità utilizzando il software di traduzione fornito da Google Translate. Pertanto, potrebbe contenere errori o discrepanze. In caso di dubbi sull'accuratezza delle informazioni contenute in queste traduzioni, fare riferimento alla versione del caso all'indirizzo: Inglese (Originale)

Descrizione:

Il progetto Kathmandu-Terai/Madhes Fast Track (Expressway) è un mega progetto autostradale considerato come una "infrastruttura di orgoglio nazionale" costruito in Nepal [1]. La pista veloce lunga 72,5 km corre lungo il corridoio del fiume Bagmati e dovrebbe tagliare la distanza di viaggio dalla capitale Kathmandu a sud del paese di 159 km secondo le strade esistenti. La pista veloce ha origine a Sano Khokana della città metropolitana di Lalitpur (a sud di Kathmandu) e si estende a Nijghad nel distretto di Bara nelle pianure meridionali del Nepal (noto come terai/madhes). Lì incontrerà l'autostrada est-ovest (Mahendra) del paese.

Il progetto Fast-Track dovrebbe ridurre la distanza di viaggio tra Raxaul (Border indiano Città e più grande punto commerciale con Nepal) e Kerung (principale punto commerciale cinese con il Nepal) di 150 km come parte dello sviluppo di vari corridoi nord-sud per aumentare la connettività tra India e Cina. Quindi, in questo modo, il track Fast contribuisce alle prospettive del Nepal per guadagnare dal BRI.

La traccia veloce è significativamente controversa tra le comunità newar indigene di Khokana e Bungamati adiacente Città di Lalitpur, dove circa 6 km di pista veloce si infileranno attraverso le fattorie e la fiducia religiosa (Guthi), nonché percorsi e siti rituali della gente del posto [2]. Sono stati preoccupati per gli impatti sulle loro terre, mezzi di sussistenza e culture, tra gli altri, a causa della traccia veloce che hanno ripetutamente sollevato con le autorità competenti. Tuttavia, le loro preoccupazioni non sono state affrontate nemmeno nell'allineamento recentemente rivisto della traccia veloce approvata dal governo del Nepal a settembre 2019 [3].

oltre a tagliare il taglio del taglio del taglio del taglio del taglio del taglio del taglio del taglio del taglio del taglio Tempo di viaggio di un'ora, la pista veloce dovrebbe anche servire il secondo aeroporto internazionale proposto dal Nepal - Aeroporto Internazionale Nijgadh - nel sud del paese. I due progetti infrastrutturali dipendono strettamente l'uno dall'altro per la redditività economica [4]. Mentre il destino dell'aeroporto è ancora incerto, i piani per l'aeroporto sono stati ampiamente criticati per i suoi costi socio-ambientali con la necessità di cadere 2,4 milioni di alberi e trasferimento di circa 1.500 famiglie senza terra [5]. Nel dicembre 2019, la Corte Suprema del Nepal ha emesso un ordine di direttivo al governo del Nepal per fermare tutti i lavori in corso, incluso l'abbattimento degli alberi, nel cantiere dell'aeroporto [6].

0 < /Codice> Nel 2006, l'Asian Development Bank (ADB) aveva fornito assistenza tecnica per indagare sulla fattibilità di un programma di investimento della traccia veloce nel 2006 come opzione di connettività nord-sud per il Nepal per migliorare il commercio tra India e Cina, che ha gettato una base per portare avanti la superstrada [7]. Una valutazione dell'impatto ambientale (VIA) per la pista veloce è stata condotta sulla base delle informazioni del governo e dell'ADB e delle loro regolamenti o politiche e presentata al governo entro marzo 2015. Anche quando si veniva studiato la pista veloce, "c'erano obiezioni significative "Assumere terreni agricoli produttivi per la Fast Track Highway a Khokana, come notato dai consulenti nel rapporto VIA [8]. Secondo il rapporto, l'allineamento sulla riva occidentale del fiume Bagmati presenta vantaggi significativi che evitano preziose terre agricole a Khokana. La copia ufficiale del rapporto VIA deve ancora essere ricevuta dalle autorità governative nonostante le ripetute richieste da parte dei rappresentanti delle famiglie colpite (entro dicembre 2019). Molti locali di Khokana e Bungamati chiedono che la pista veloce sia costruita lungo la riva occidentale del fiume per evitare qualsiasi impatto sulle loro terre agricole e le comunità strettamente unite.

Oltre alla pista veloce, Kathmandu Outer Ring Road [9], Bagmati River Basin Improvement Project [10] e Thankot-Bhaktapur Transmission Line Project [11] (che è sospeso dal 2004 a causa dell'opposizione della comunità) ai sensi dell'elettrificazione rurale, della distribuzione e della distribuzione e della distribuzione rurale Il progetto di trasmissione [12] sono altri progetti infrastrutturali, che riguardano le comunità. Questi ultimi due sono anche progetti finanziati da ADB. I rappresentanti delle comunità affermano che tali progetti insieme sposteranno completamente la comunità newar dell'area, che sono state colpite a causa di acquisizioni di terreni per vari scopi pubblici in tempi diversi nel passato. [13] Dopo anni di ritardo a causa dell'incertezza sulla modalità e sul finanziamento del progetto, il governo del Nepal ha finalmente deciso di dare la responsabilità della gestione delle costruzioni della pista veloce all'esercito nepalese nell'aprile 2017 [14]. Successivamente, la costruzione della superstrada è stata avviata in altre sezioni della pista veloce, ma i Khokana sono sebbene il rapporto di progetto dettagliato (DPR) è stato approvato solo nel 2019 [15]. Dieci campi dell'esercito sono stati istituiti lungo l'allineamento della pista veloce, tra cui uno nel nord di Khokana appena al largo della collina di Sikali, che è di significato culturale e storico per la gente del posto, nonché Newar e altre comunità nella valle di Kathmandu.

Il coinvolgimento dell'esercito nel progetto ha portato a insicurezza e paura tra i locali di Khokana che si oppone al progetto. Ha anche sollevato domande sul ruolo dell'esercito nelle opere di costruzione rispetto alla sua influenza in altri settori non legati alla sicurezza e alla corruzione nel progetto con il coinvolgimento di alcuni funzionari di alto livello dell'esercito, che è al di sopra Le leggi anticorruzione del paese [16].

perdita di terreni e mezzi di sussistenza

L'avviso di acquisizione per il progetto è stata pubblicata nel marzo 2016. I rappresentanti di Khokana e Bungamati, compresi i leader politici locali, avevano immediatamente presentato una denuncia al Ministero degli affari interni citando i disaccordi sull'assenza di consultazione tra le comunità interessate sulla progettazione del progetto e . Nel settembre di quell'anno, i rappresentanti locali hanno anche presentato una denuncia alla National Human Rights Commission (NHRC) del Nepal che chiedeva rispetto e protezione dei loro diritti [17]. Successivamente, vari incontri e interazioni dei rappresentanti della comunità con i rappresentanti del governo locale, i parlamentari interessati (tra cui un'indagine parlamentare) e il ministero pertinenti e i funzionari dell'esercito nepalese nel corso degli anni.

Allo stesso tempo, le famiglie colpite e i rappresentanti della comunità di Khokana e Bungamati insieme agli attivisti hanno anche organizzato manifestazioni e manifestazioni contro il progetto. Nel 2018, locali e attivisti hanno protestato al di fuori del recente campo dell'esercito a Khokana. [18] Hanno anche unito le comunità colpite di altre costruzioni di infrastrutture (in particolare l'espansione della strada) attraverso la valle di Kathmandu contro la spinta del governo per il progetto di binari rapidi che colpisce i loro insediamenti che hanno importanza culturale e storica e chiedono la rimozione dell'esercito da Khokana. [19] Tuttavia, nonostante tutti questi sforzi, le loro preoccupazioni e richieste devono ancora essere efficacemente affrontate. Sebbene il governo abbia recentemente cambiato l'allineamento della pista veloce per essere più vicino alla riva orientale del fiume dai suoi piani precedenti, che avranno comunque un impatto sulle terre di centinaia di famiglie, tra cui le terre di Guthi (fiducia religiosa o comune) a Khokana e Bungamati. Mentre la grande maggioranza dei locali non aveva accettato un risarcimento per rinunciare alla loro terra in base al precedente avviso, il governo ha pubblicato un avviso di acquisizione di ulteriori 400 pezzi di terra principalmente a Khokana e Bungamati (alcuni nella vicina area di Dukuchhap) nel dicembre 2019 [20 20 ]. Dopo la modifica dell'allineamento, secondo quanto riferito richiederà una compensazione per ulteriori 338 ropanis (1 ropani = 508,72 sp.m.) di terra nell'area di Khokana [21].

Khokana, dove viene proposto il punto zero della pista veloce e il progetto deve affrontare la più grande opposizione, è una piccola città newar indigena storica. La maggior parte dei locali sono agricoltori e utilizzano il loro tempo libero tessitura, maglia e cucito a mano mentre è anche ampiamente noto per la sua tradizionale industria dei semi di senape. [22] A seconda dell'agricoltura, la terra è la parte più essenziale della vita e del sostentamento per i locali di Khokana. Ma Khokana perde quasi il 60% dei suoi fertili terreni agricoli e gran parte del suo patrimonio ai nuovi progetti infrastrutturali [23]. Produceranno un'estrema difficoltà a sopravvivere alle persone in quanto non saranno in grado di sostenere il loro sostentamento. A Sano Khokana, dove dovrebbe iniziare la superstrada, Asha Maharjan perderà tutta la sua proprietà. Il terreno fertile qui è una parte importante della storia della sua famiglia e ricorda di averlo arato con i suoi genitori quando era giovane. La sua famiglia di otto membri si basa ancora sui raccolti per il loro cibo e il loro reddito. "Forse possono reincltrarlo attraverso terreni non arabili", dice Maharjan, si spera. "Ci salverà dall'essere senzatetto." [24]. Allo stesso modo, Nati Kaji Maharjan, 75 anni, ha dovuto rinunciare alla sua terra per la prigione che non è mai stata costruita. Ora, sarà la pista veloce che lo deruberà della terra rimanente. " Siamo agricoltori. Dipendiamo dalla terra, senza di essa come dobbiamo mangiare? " chiede Maharjan. " Come possono prendere la nostra terra e venderlo a qualcun altro? ”[25]

Distruzione

di siti culturali e storici

La traccia veloce inizierà su Sikalichaur (Apri campo da un tempio ) dove viene celebrato l'annuale festival Sikali Jatra. Questo è unico per Khokana in quanto il locale non celebra Dashain (un importante festival indù segnato in tutto il Nepal) ma Mark Sikali Jatra-un festival di cinque giorni con danze mascherate per la dea Rudrayani e altre divinità. La pista veloce passerà quindi attraverso Pingah, l'area funebre, Ku Dey, Jugunti, Machaga Bagar, Chankhutirtha - tutte parti importanti del circuito culturale di Khokana sulla rotta verso la prossima città di Bungamati. Ku Dey è il luogo in cui il popolo di Khokana crede che i loro antenati stabilissero per la prima volta l'insediamento, prima di salire sulla cresta nella sua posizione attuale, afferma Ashoj Maharjan della Lumbini Buddhist University: “È un sito archeologico importante, di 3000 anni, che precede Khokana. "[26]

Allo stesso modo, a Jugunti, la comunità Jugi di Newars perderà il cimitero in cui hanno seppellito i loro antenati per generazioni. A Chankhu Tirtha, la superstrada passerà attraverso la terra in cui vengono eseguiti i riti finali dei sacerdoti di Rato Machindranath - la divinità della pioggia che ha il festival del carro più lungo in Nepal.
Gli ambientalisti affermano che la nuova infrastruttura può essere facilmente riallineata in Cisgiordania della Bagmati senza costi aggiuntivi, che preserverebbero i siti del patrimonio. Ashoj dice: "Non siamo contrari allo sviluppo, ma stanno costringendo progetti su di noi che minacciano il nostro stile di vita". "Senza la terra non saremo in grado di continuare con nessuno dei rituali", afferma Gyan Bhagat, "e la strada ci farà perdere tutta la nostra terra. La nostra cultura, le nostre tradizioni moriranno. " La comunità perderà anche il tempio della sua divinità ancestrale, Pingha, e la superstrada porterà via l'area funebre da dove viene suonata la musica durante le cremazioni. Le persone di Khokana hanno una connessione spirituale, sociale, culturale ed economica con la terra.

Allo stesso tempo, Khokana può essere considerato uno dei musei viventi del Nepal che Ricorda i tempi medievali in cui il paese fu governato da Malla Kings [27]. Anche piccole pietre e ciottoli portano una storia distinta di quel luogo. Una volta è stato nominato patrimonio mondiale dall'UNESCO nel 1996 [28]. L'intero insediamento è pieno di eredità tangibile e immateriale, molti dei quali sono storici e unici per la città. Un esempio è un rituale condotto da Pujari Macha Guthi in base al quale otto giovani ragazzi conducono una grande puja (rituale) della dea Sikali con materiale puja raccolto da tutto il villaggio che è noto come "Puja Thawanegu" dai locali. Durante il rituale, nessuno è permesso all'interno o intorno al tempio Sikali. Sebbene l'esercito nepalese sostenga di aver cambiato il rapido allineamento della pista per preservare il tempio Sikali e altri luoghi storici [29], la perdita di Guthi e altre terre avrà comunque un impatto significativo sulle culture. Inoltre, a Ku Dey una delle aree archeologicamente significative di Khokana come credono, ci sono siti in cui i locali eseguono vari rituali - uno dei quali richiede ai partecipanti di indossare un abito lungo bianco (Jama e Gamchhi). Ciò è simile all'antica cultura di Kirat (una delle prime epoche del Nepal) che suggerisce una connessione di lunga data del luogo con Kirat storico, Lichhavi, Malla Dynasties.

Tuttavia, contrariamente alla pretesa dei locali, il Dipartimento di Archeologia del Nepal ha concluso che non vi era nulla di importanza archeologica in Ku Dey. Nell'ottobre 2018, il dipartimento ha dichiarato che se qualcosa del valore archeologico viene scavato durante la costruzione della pista veloce, sarà responsabilità del costruttore preservarlo. [30]

Pertanto, i locali stessi hanno effettuato uno scavo preliminare dell'area a novembre e hanno trovato molti materiali e resti con potenziale significato archeologico, compresi i percorsi pavimentati al di sotto dell'attuale livello del suolo, le tubature dell'acqua di argilla lungo la strada, un pozzo e altri Articoli, come lampada ad olio, nave, ecc. [31] Tuttavia, il Dipartimento di Archeologia non ha prestato attenzione alle ripetute chiamate degli attivisti locali per la conservazione dei siti.

proteste

e repressione della polizia

Locali di Khokana e Bungamati come menzionato Sopra ha organizzato vari incontri, proteste e manifestazioni contro il progetto Fast Track nel corso degli anni. I locali di Khokana in particolarmente si sono opposti al progetto nelle audizioni pubbliche per la valutazione dell'impatto ambientale (VIA) del progetto stesso nel 2009. Dopo il primo avviso di acquisizione del terreno nel 2016, le azioni pubbliche contro il progetto sono aumentate, spesso con altre comunità che affrontano simili Sfide come l'espansione della strada urbana hanno influenzato le famiglie attraverso Kathmandu [32].

In una di queste azioni, nel marzo 2018, la polizia del Nepal ha brutalmente represso la protesta pacifica e la dimostrazione di Khokana e i locali di Bungamati contro il progetto di binari veloce insieme all'espansione della strada hanno influenzato le famiglie di tutta la valle di Kathmandu. Almeno sei manifestanti sono rimasti feriti quando la polizia ha sparato sette round di gas lacrimogeni e ha usato il cannone d'acqua alla pacifica manifestazione nella capitale Kathmandu [33].

Le organizzazioni internazionali per i diritti umani hanno espresso preoccupazione contro le violazioni dei diritti dei locali di Khokana e Bungamati, anche contro la violenta risposta nelle proteste pacifiche [34]. La polizia del Nepal è anche intervenuta nelle proteste a Bungamati vicino al sito del progetto con forze pesanti e con la presenza di funzionari dell'esercito nepalese [35] mentre le proteste fuori dall'esercito di Khokana hanno anche funzionato con tensione con la gente del posto che ha paura dei funzionari militari armati [36 ]. Tuttavia, il governo è stato fermamente convinto che l'allineamento della traccia veloce non sarà modificato nonostante le proteste dei locali di Khokana e Bungamati [37].

[1] https: //www.nepalarmy.mil.np/fasttrack/home

!! US-We-Are-Our-Land/;

https://www.recordnepal.com/wire/fast track-brings-far-of-displacement-to-khokana/[3] https://thehimalayantimes.com/nepal/Kathmandu-tarai-fast-track-dpr- OKED/[4] http://www.spotlightnepal.com/news/article/kathmandu-terai-fast-track [5] https://www.youtube.com/watch?v=pxnpwvn6lqw; https://www.recordnepal.com/wire/features/nijgadh-airport-to-to-be-catastrophic-for-nepals-tiger-and-elephant-populations/ [6] https://thehimalayantimes.com/nepal/suprememe -Court-bars-felling-of-trees-in-Nijgadh/[7] https://www.adb.org/projects/40011-012/main#project-overview [8] http: //www.mopit. gov.np/files/download/printed%20eia%20report%20of%20fast%20track%20jestha%2072.pdf [9] http://kathmandupost.ekantipur.com/news/2017-01-25/works-on- Chobhar-satungal-stretch-to-start-in-feb.html [10] https://www.adb.org/projects/43448-013/main [11] https://www.adb.org/projects/ Documenti/Rural-Electrification-Distribution-e-transmission-project-Resettlement-Plan-Thankot [12] https://www.adb.org/projects/29471-013/main [13] https: //www.nepalitimes. com/banner/our-land-is-us-we-are-bour-land/; https://www.recordnepal.com/wire/fast track-brings-far-of-displacement-to-khokana/[14] https://kathmandupost.com/national/2017/08/12/fast-track- Project-handed-over-to-army-ufficialmente [15] https://thehimalayantimes.com/nepal/kathmandu-tarai-track-dpr-okayed/ [16] https://www.recordnepal.com/wire /Fast-track-brings-fear-OF-Displacement-To-khokana/[17] https://cemsoj.wordpress.com/2016/09/26/khokana-newars-complaint-nhrc-human-glights-fast- Track-highway/[18] https://www.recordnepal.com/wire/fast-track-brings-far-of-displacement-to-khokana/ [19] https://kathmandupost.com/visual-stories/ 2018/12/20/Khokana-Bungmati-Locals-protest-Against-Governments-move-to-demolish-Historical-Settlements [20] https://www.facebook.com/arbu007/posts/4079175558209923 [21] https: //pressreader.com/article/281526522750099 [22] https://honeyguideapps.com/blog/khokana-nepal [23] https://www.nepalitimes.com/banner/our-land-is-us-us-we- Are-Our-Land/[24] https://www.nepalitimes.com/banner/our-land-is-us-we-are-o UR-LAND/[25] https://www.nepalitimes.com/banner/our-land-is-us-e-are-ur-land/ [26] https://www.nepalitimes.com/here- Now/Our-Land-is-Us-We- are-ur-Land/[27] https://www.nepalmtlovers.com/khokana-village-tour.html [28] https://whc.unesco.org /en/Statesparties/np [29] https://thehimalayantimes.com/nepal/kathmandu-tarai-track-dpr-okayed/ [30] https://kathmandupost.com/miscellanera/2018/12/14/ Expressway-to-stay-on-course-Dite-khokana-rotests [31] https://rukshanakapali.com/wp-content/uploads/2018/12/khokana-report.pdf [32] https: // kathmandupost. Com/Visual-Stories/2018/12/20/Khokana-Bungmati-Locals-protest-Against-Governments-move-to-demolish-Historical-Settlements [33] https://thehimalayantimes.com/Kathmandu/Locals-Sagals- Protexta-Against-Road-Expansion/; https://www.efe.com/efe/english/world/police-use-water-cannon-to-dispersehhunders-of-rotesters-in-kathmandu/50000262-3567258# [34] http: // www .humanrights.asia/news/ahrc-news/ahrc-stm-020-2018/; https://iphrdefenders.net/nepal-stop-use- violence-indigenous-newar-community-uphold-theirts-peaceful-assembly/ [35] https://kathmandupost.com/Valley/2018/07/07 /after-khokana-bungamati-protests-expressway-works; https://www.facebook.com/savenepavalley/videos/1071348846352075/?v=1071348846352075 [36] https://www.recordnepal.com/wire/fast-track-brings-fisplacement-to-khokana /[37] https://kathmandupost.com/miscellaUan/2018/12/14/expressway-to-stay-on-course-diete-khokana-rotests

Informazioni di base
Nome del conflittoProgetto stradale di Kathmandu-Terai/Madhesh Fast Track, Nepal
NazioneNepal
Città e regioneDistretto di Lalitpur, provincia n. 3
Localizzazione del conflittoKhokana e Bungamati
Accuratezza della localizzazioneAlta (livello locale)
Causa del conflitto:
Tipo di conflitto. Primo livelloInfrastrutture e cementificazione
Tipo di confitto. Secondo livelloConflitti legati allo sviluppo urbano
Porti e aeroporti
Installazioni militari
Reti d'infrastrutture per il trasporto (strade, ferrovie, idrovidie, canali, gasdotti, oleodotti, ecc)
Accaparramento di terre (land grabbing)
RisorseTerra
Dettagli del progetto e attori coinvolti
Dettagli del progetto

Il governo del Nepal ha adottato l'approccio fuori dal cuff dall'inizio del progetto quando ha invitato per la prima volta l'espressione di interesse (EOI) per l'attuazione della Kathmandu Terai Fast Track Road nel 1996. All'epoca, intendeva acquisire solo terreni e Affidati al resto delle responsabilità di un concessionario ai sensi di un modello di trasferimento (boot) build-operate (boot) senza un atto di governo. Nel 2008, il governo ha offerto solo una concessione a livello di pedaggio per il progetto, che è stato modificato nel 2012 quando ha accettato di fornire una sovvenzione fino al 15% dei costi di capitale nei sussidi. Nel 2014, il governo ha accettato la proposta non richiesta per il progetto della società indiana nominata Infrastructure Leasing and Financial Service (IL & F) che ha richiesto il regime minimo di garanzia del veicolo sulla superstrada. Ma, successivamente, si è ri-pubblicato per le offerte per il progetto.

Vedi altro
Livello degli investimenti:1.751.900.000
Tipo di popolazioneSemi-urbana
Popolazione impattata:10.000 - 12.000
Data di inizio del conflitto:18/02/2009
Imprese coinvolte (private o pubbliche)Soosung Engineering and Consulting from Republic of Korea - prepared the Detailed Project Report of the Fast Track highway
Attori governativi rilevanti:Ufficiale del Primo Ministro e Gabinetto dei Ministri
Ministero delle infrastrutture fisiche e dei trasporti
Ministero della Difesa
Esercito nepalese
Progetto stradale di Kathmandu-Terai/Madhesh Fast Track
Istituzioni internazionali o finanziarieAsian Development Bank (ADB)
Organizzazioni della società civile e le loro pagine web, se disponibili:Janasarokar Samuha (gruppo di preoccupazioni pubbliche), Khokana
Nepal Sanskritik Punarjagaran Samiti (Comitato per la rivitalizzazione culturale del Nepal), Khokana
Salva il movimento della valle nepa
Ejos locali e nazionali
Conflitto e mobilitazione
Intensità del conflittoMedia (proteste, mobilitazione visibile)
Temporalità del conflittoResistenza preventiva (fase di precauzione)
Gruppi mobilitati:Contadini
Popoli indigeni
Organizzazioni sociali internazionali
Organizzazioni sociali locali
Abitanti (cittadini/comunità rurali)
Movimenti sociali
Organizzazioni/comitati di donne
Gruppi etnici/razziali discriminati
Scienziati / professionisti locali
Forme di mobilitazione:Azioni artistico-creative (es. teatro guerilla, murales)
Boicottaggio procedure ufficiali/non partecipazione a processi ufficiali (es. consultazioni)
Lavoro di rete/azioni collettive
Sviluppo di proposte alternative
Coinvolgimento delle ONG nazionali e internazionali
Media-attivismo
Presentazione osservazioni alla VIA/AIA
Lettere e petizioni di reclamo
Campagne pubbliche di informazione e denuncia
Proteste di strade/manfestazioni
Minaccia di ritorsioni armate
Rivendicazione dei diritti della natura
Appelli/ricorsi per una valutazione economica dello status dell'ambiente
Rifiuto di risarcimento/compensazioni
Impatti del progetto
Impatti ambientaliPotenziale: Inquinamento atmosferico, Perdita di biodiversità, Insicurezza alimentare/danni alle produzioni agricole, Degradazione paesaggistica, Inquinamento acustico, Riduzione della resilienza ecologica/idrogeologica, Altro (specificare sotto)
Impatti sulla saluteVisibile: Problemi mentali compresi stress, depressione e suicidi
Potenziale: Altro (specificare)
Altro (specificare)Il rapporto VIA della perdita rapida avverte per un potenziale aumento dei problemi di salute nell'area di Khokana a causa della costruzione di cabine di interscambio/pedaggi, che diventeranno un parcheggio commerciale e affollato
Impatti socio-economiciVisibile: Aumento della corruzione/cooptazione dei diversi attori, Sgomberi/sfollamenti, Mancanza di sicurezza sul lavoro, assenteismo al lavoro, licenziamenti, disoccupazione, Perdità dei mezzi di sussistenza, Perdita di tradizioni/pratiche/saperi/culture, Militarizzazione e aumento della presenza/controllo militare e forze dell'ordine, Specifici impatti sulle donne, Violazione dei diritti umani, Espropri di terra, Deterioramento del paesaggio/perdita del senso del luogo
Risultati
Status attuale del progettoIn costruzione
Risultato del conflitto/risposta:Repressione
Rafforzamento della partecipazione
Negoziazione in corso
Consideri questo caso una vittoria dei movimenti per la giustizia ambientale?:NO
Fonti e materiali
Bibliografia di libri pubblicati, articoli universitari, film o documentari pubblicati

Cultural impacts of the Fast Track project in Khokana, Nepali Times, 2016
[click to view]

NEPAL: Kathmandu-Terai expressway alignment should be changed to preserve arable land and local heritage, Asian Human Rights Commission (AHRC), 23 March 2018
[click to view]

Nepal: Stop the Use of Violence to the Indigenous Newar Community and Uphold their Rights to Peaceful Assembly, Asia Indigenous Peoples Pact (AIPP), 2 April 2018
[click to view]

“Our land is us, we are our land”, Nepali Times, 4 May 2018
[click to view]

Fast Track brings fear of displacement to Khokana, Supriya Manandhar, The Record, 19 March 2018
[click to view]

Army to complete Kathmandu-Terai expressway in three and half years, The Rising Nepal, 28 August 2019
[click to view]

Khokana Newars file complaint to NHRC over human rights violations in land acquisition for Kathmandu-Tarai Fast Track Highway, CEMSOJ, 26 September 2016
[click to view]

Locals obstruct transmission line tower work in Khokana, The Himalayan Times, 2 May 2019
[click to view]

Life in the fast lane, Ayushma Bashnyat, The Kathmandu Post, 21 January 2019
[click to view]

Eurasia Review - Seizing ‘The Belt And Road’ Opportunity: Challenges For Nepal

June 24, 2017
[click to view]

Asia Indigenous Peoples Pact (AIPP)’s Solidarity Statement to the Activists and Indigenous Newar Community in Kathmandu, AIPP, 2 April 2018
[click to view]

Media correlati - links a video, campagne, social networks

Nepal Sanskritik Punarjagran Aviyan - नेपाल सांस्कृतिक पुनर्जागरण अभियान
[click to view]

Save Nepa Valley
[click to view]

Save Nepa Valley movement
[click to view]

Meta informazioni
Collaboratore:Prabindra Shakya, Community Empowerment and Social Justice (CEMSOJ) Network, [email protected]
Ultima modifica18/12/2019
ID del conflitto:4864
Commenti
Legal notice / Aviso legal
We use cookies for statistical purposes and to improve our services. By clicking "Accept cookies" you consent to place cookies when visiting the website. For more information, and to find out how to change the configuration of cookies, please read our cookie policy. Utilizamos cookies para realizar el análisis de la navegación de los usuarios y mejorar nuestros servicios. Al pulsar "Accept cookies" consiente dichas cookies. Puede obtener más información, o bien conocer cómo cambiar la configuración, pulsando en más información.