Ultima modifica:
11-10-2021

La Grecia Sugar Mill a Marcovia, Choluteca, Honduras

Il 2 aprile 2020, La Grecia sfrattò violentemente gli agricoltori contadini che vivevano su 20ha di terreni governativi messi da parte per la loro sussistenza. La leader della donna Iris Argentina Álvarez è stata assassinata durante il raid.



Questo modulo è stato tradotto per tua comodità utilizzando il software di traduzione fornito da Google Translate. Pertanto, potrebbe contenere errori o discrepanze. In caso di dubbi sull'accuratezza delle informazioni contenute in queste traduzioni, fare riferimento alla versione del caso all'indirizzo: Inglese (Originale)

Descrizione:

L'industria dello zucchero honduren iniziò verso la fine del XIX secolo. Al giorno d'oggi, ci sono 8 mulini da zucchero nel paese su 80.000 ha, uno dei quali è Azucarera La Grecia a Choluteca. La produzione di zucchero di La Grecia è associata a danni ambientali come il suolo, l'aria e l'inquinamento idrico, l'erosione del suolo, l'uso eccessivo di pesticidi e fertilizzanti che porta alla perdita di biodiversità, all'inquinamento atmosferico e altro ancora. Di conseguenza, i giovani, gli anziani e gli adulti sono morti per cattive condizioni di lavoro, malattie cardiovascolari, bronchite, asma, enfisema polmonare e altro ancora. Il fumo spesso dalla combustione durante la lavorazione interrompe spesso il traffico aereo. Tuttavia, poiché l'industria dello zucchero contribuisce così tanto all'economia, il governo ha pochissimi incentivi politici per far rispettare i regolamenti ambientali e dei diritti umani [8].

62 agricoltura contadina Le famiglie che vivono a Las Salinas, Aldea de Monjarás, Marcovia, Choluteca hanno lottato contro gli sfratti forzati di La Grecia dal 2017, quando il governo li ha trasferiti in una riserva di 20 ha della terra per far crescere i prodotti alimentari di base [3, 7] . Nel novembre 2019, La Grecia ha iniziato a molestare, intimidire e esaminare la comunità, incolpandoli ironicamente di "che colpiscono" [5]. Notoriamente, il 2 aprile 2020 verso le 4 del mattino, La Grecia ha inviato guardie dalla società di sicurezza privata Craes a, senza preavviso o preavviso, sfrattare le persone mentre dormevano, demolivano e bruciavano le loro case e il bestiame. Lo sfratto era illegale perché non vi era alcun ordine ufficiale da un giudice che autorizzava lo sfratto perché i tribunali erano chiusi durante la pandemia di Covid.

La polizia è venuta e circondava l'area durante Il raid, ma è rimasto distante e non ha intrapreso alcuna azione per impedire alla situazione di intensificare allo spargimento di sangue. Durante gli sfratti, le guardie sparano alla folla, in gran parte composta da famiglie in fuga con i bambini, che hanno provato a difendersi con bastoncini e pietre. Sebbene i membri dell'organizzazione Ecumeniacal Action for Human Rights (AEDH) come Marta e Lucrecia Maradiaga arrivarono rapidamente per cercare di parlare con le guardie e convincerli a mettere giù le loro armi, le guardie le ignorarono e continuarono a aprire il fuoco [6]. Le guardie hanno preso di mira e ucciso la leader della donna Iris Argentina Álvarez, ne ferisce anche altri 6, incluso un bambino. Iris stava lavorando per la Cooperativa Cerro Escondido, che mobilita i contadini combattendo per i loro diritti legali per la terra rubata da La Grecia [1, 2, 3]. Compagni difensori tra cui l'avvocato Ely Portillo, Luid Fernando e Johana Espinal hanno messo Iris e gli altri feriti in un camion e hanno cercato di fuggire in ospedale e chiamare la polizia, ma nessuno ha risposto. Due proiettili sfioravano Portillo mentre stava aiutando gli altri a fuggire [6].

Informazioni di base
Nome del conflittoLa Grecia Sugar Mill a Marcovia, Choluteca, Honduras
NazioneHonduras
Città e regioneColuteca
Localizzazione del conflittoAldea de Monjarás
Accuratezza della localizzazioneAlta (livello locale)
Causa del conflitto:
Tipo di conflitto. Primo livelloBiomassa e conflitti legati alla terra (gestione delle foreste, dell'agricoltura, della pesca e degli allevamenti)
Tipo di confitto. Secondo livelloPiantagioni
Agro-fuel e centrali a biomasse/biogas
Accaparramento di terre (land grabbing)
RisorseZucchero
Terra
Dettagli del progetto e attori coinvolti
Dettagli del progetto

La Grecia ha una capacità di fresatura di 8.000 tonnellate di canna da zucchero al giorno, raccogliendo più di 12.690 ettari di canna da zucchero [9].

Area del progetto12.690
Tipo di popolazioneRurale
Data di inizio del conflitto:2017
Imprese coinvolte (private o pubbliche)Azucarera La Grecia from Honduras - owner
Attori governativi rilevanti:Direzione delle indagini della polizia
Asociación de Productores de Azúcar de Honduras (apah),
Organizzazioni della società civile e le loro pagine web, se disponibili:National Human Rights Commission, Red de Ambientalistas Del Sur, Azione ecumenica per i diritti umani, Iniziativa mesoamericana di donne difensori per i diritti umani, Southern Social Environmental Movement (Massvida), piattaforma di difensori per i diritti umani del Sud, Nazioni Unite High Commissario per i diritti umani, Meccanismo di protezione dell'Honduran per difensori per i diritti umani, giornalisti e comunicatori sociali e operatori di giustizia, Associazione per la cittadinanza partecipativa (ACI Partne), Cerro Escondido.
Conflitto e mobilitazione
Intensità del conflittoAlta (diffusa, mobilitazione di massa, arresti e reazione delle forze dell'ordine)
Temporalità del conflittoIn reazione all'implementazione del progetto
Gruppi mobilitati:Contadini
Governi locali/partiti politici
Abitanti (cittadini/comunità rurali)
Organizzazioni/comitati di donne
Gruppi religiosi
Forme di mobilitazione:Lavoro di rete/azioni collettive
Coinvolgimento delle ONG nazionali e internazionali
Azioni legali/giudiziarie
Campagne pubbliche di informazione e denuncia
Impatti del progetto
Impatti ambientaliVisibile: Inquinamento atmosferico, Perdita di biodiversità, Incendi, Insicurezza alimentare/danni alle produzioni agricole, Contaminazione dei suoli, Erosione, Deforestazione/perdita di aree verdi/vegetazione, Contaminazione delle acque di superficie e peggioramento della qualità delle acque, Contaminazione delle falde acquifere/riduzione dei bacini idrici, Riduzione della resilienza ecologica/idrogeologica
Impatti sulla saluteVisibile: Esposizione a fattori a rischio incerti o non conosciuti (es. radiazioni), Malattie professionali e incidenti sul lavoro, Morti, Altro (specificare)
Altro (specificare)Malattie cardiovascolari, bronchite, asma, enfisema polmonare
Impatti socio-economiciVisibile: Sgomberi/sfollamenti, Perdità dei mezzi di sussistenza, Espropri di terra
Potenziale: Aumento della corruzione/cooptazione dei diversi attori
Risultati
Status attuale del progettoOperativo
Risultato del conflitto/risposta:Morti, Omicidi, Assassinii
Giudizio in attesa di sentenza
Repressione
Attacchi violenti ad attivisti
Consideri questo caso una vittoria dei movimenti per la giustizia ambientale?:NO
Spiegare brevemente il motivoLa Grecia continua ancora con completa impunità per i suoi sfratti violenti e illegali e le violazioni ambientali.
Fonti e materiali

[1] Land Portal. Iris Argentina Álvarez: Campesina hondureña asesinada por lucha de tierra en el sur (2020)
[click to view]

[2] Business and Human Rights Resource Centre. Iris Argentina Álvarez (2020)
[click to view]

[3] DW. Honduras: ONU condena asesinato de dirigente campesina (2020)
[click to view]

[4] Iniciativa Mesoamericana de Mujeres Defensoras. Defender killed by security agents in violent, illegal eviction (2020)
[click to view]

[5] FIDH. Honduras: A un año del asesinato de Iris Argentina, la defensa de la tierra sigue siendo atacada (2021)
[click to view]

[6] PAG. Responsabilizan a seguridad de azucarera del asesinato de una defensora de la tierra (Davila 2020)
[click to view]

[7] Criterio. Denuncian persecución contra campesinos cooperativistas de Marcovia, Choluteca (2020)
[click to view]

[8] Criterio. Azúcar: Dulce al paladar, amarga para el ambiente (2017)
[click to view]

[9] APAH. Sugar mills
[click to view]

Meta informazioni
Ultima modifica11/10/2021
ID del conflitto:5649
Commenti
Legal notice / Aviso legal
We use cookies for statistical purposes and to improve our services. By clicking "Accept cookies" you consent to place cookies when visiting the website. For more information, and to find out how to change the configuration of cookies, please read our cookie policy. Utilizamos cookies para realizar el análisis de la navegación de los usuarios y mejorar nuestros servicios. Al pulsar "Accept cookies" consiente dichas cookies. Puede obtener más información, o bien conocer cómo cambiar la configuración, pulsando en más información.