Ultima modifica:
27-05-2020

I raccoglitori di rifiuti della discarica di Mbeubeuss lottano contro l'esclusione, Dakar, Senegal

La discarica di Mbeubeuss illustra le tensioni tra una prospettiva imposta dall'alto verso il basso sulla gestione dei rifiuti per motivi di profitti privati ​​e una prospettiva di base dai raccoglitori di rifiuti informali che difendono la loro fonte di sostentamento.



Questo modulo è stato tradotto per tua comodità utilizzando il software di traduzione fornito da Google Translate. Pertanto, potrebbe contenere errori o discrepanze. In caso di dubbi sull'accuratezza delle informazioni contenute in queste traduzioni, fare riferimento alla versione del caso all'indirizzo: Inglese (Originale)

Descrizione:

En francais ci-dessous --- Le questioni relative alla discarica di Mbeubeuss sono multipli e complessi da risolvere. Situato a 27 km dalla capitale, Mbeubeuss è una media sussistenza per una delle popolazioni più povere della periferia di Dakar mentre la discarica all'aperto provoca un'aria alta e il suolo nel distretto di Malika dove vivono più di 17.000 persone. La comunità dei picker di rifiuti è in gran parte formata da giovani che non sono in grado di trovare un lavoro. La discarica di Mbeubeuss rappresenta la loro ultima possibilità di guadagnarsi da vivere. Circa 4.000 raccoglitori di rifiuti informali difendono vigorosamente la loro fonte di reve anche se mette fortemente la loro salute e le loro vite a rischio. Sono un gruppo emarginato e discriminato tra la società senegalese, ma si sono organizzati nell'Associazione Bokk D IOM alla fine degli anni '90, quando il governo ha cercato di rimuoverli e in seguito è stato concesso il riconoscimento formale. Bokk Diom continua a combattere contro la loro discriminazione e per il loro riconoscimento, coesione e diritti sociali.

C'è stata una discussione in corso sulla chiusura della discarica di Mbeubeuss per molti anni . In gioco è la generazione di profitti privati ​​dalla gestione dei rifiuti. Gli interessi degli investimenti esteri, coordinati principalmente ai sensi dei programmi della Banca mondiale, hanno proposto e influenzato il governo senegalese. Già nel 2005, un rapporto del programma di assistenza per la gestione del settore energetico (parte della Banca mondiale) ha proposto la privatizzazione dei rifiuti di Mbeubeuss per la creazione di una tecnologia di acquisizione del gas per generare elettricità. I fondi sarebbero stati forniti attraverso il meccanismo di sviluppo pulito dell'UNFCCC, ma il progetto non si è mai materializzato. Nel 2009, la chiusura della discarica di Mbeubeuss è diventata condizionalità per il trasferimento delle 3.000 famiglie vicino a Pikine, essendo sfollata per la costruzione di un'autostrada tra Dakar e Diamniadio. L'area di trasferimento scelta era a soli due chilometri da Mbeubeuss. I creditori del governo senegalese (principalmente l'International Development Association, parte del gruppo della Banca mondiale) per il progetto autostradale stavano facendo pressioni sulla chiusura delle discariche. La Banca mondiale proponeva di aprire un nuovo sito che avrebbe generato solo 300 posti di lavoro e in cui gli stipendi sarebbero stati inferiori alle attuali entrate ottenute a Mbeubess.

i rifiuti I piccher difendono il loro lavoro autonomo e si mobilitano attraverso Bokk Diom e con l'aiuto di Enda per opporsi al progetto. Di conseguenza, la situazione della discarica rimane sempre la stessa, aperta e gestita dai raccoglitori di rifiuti informali. Oltre alla Banca mondiale e ai suoi programmi associati, anche altre agenzie di sviluppo, come il canadese, una DRC che ho sostenuto la chiusura di Mbeubeuss per motivi sanitari e ambientali. L'agenzia ha finanziato il progetto "puro" dal 2006 al 2011 durante il quale ha monitorato gli impatti sociali, sanitari e ambientali della discarica sulle comunità viventi, gli agricoltori e i coltivatori di verdure di Malika ma anche i quartieri di Diamalaye e Njagoo. Questi impatti non dovrebbero essere minati, ma i raccoglitori di rifiuti combattono per soluzioni di mitigazione dal basso verso l'alto per gli impatti delle discariche che prendono in considerazione le loro prospettive e bisogni, anziché una prospettiva manageriale e imposta il cui obiettivo sarebbe quello di favorire profitti privati ​​e stranieri. Difendono ferocemente la loro fonte di sostentamento. Il coinvolgimento di istituzioni internazionali e straniere non sta necessariamente andando contro la volontà dei raccoglitori di rifiuti. Ad esempio, Bokk D IOM ha istituito una scuola per i bambini della discarica con aiuto nazionale da parte delle organizzazioni europee (agence francese Francaise du Sviluppo, l'Agenzia Lussemburgo per lo sviluppo e il Ministero belga per la cooperazione). I raccoglitori di rifiuti hanno anche ottenuto fondi dal programma di sviluppo delle Nazioni Unite per costruire un centro medico e l'Organizzazione internazionale del lavoro ha formato la gioventù per la discarica in le professioni come carpentiere o fornaio. I problemi di sicurezza rimangono ricorrenti nella discarica e mettono a rischio la vita di oltre 400 raccoglitori di rifiuti che vivono all'interno del sito.

Le tragedie più recenti sono avvenute nel dicembre 201 6 quando un incendio assum - il più grande più grande mai registrato in discarica - ha ucciso tre peo ple. Ciò ha anche causato danni economici alla comunità poiché molti raccoglitori di rifiuti hanno perso tonnellate di rifiuti riciclati. Un altro incendio è avvenuto a marzo 2017. Dopo queste tragedie, le autorità pubbliche si sono impegnate a proporre un nuovo studio sulle possibilità del futuro della discarica, previsto entro giugno 2017. Nel febbraio 2018, un altro enorme incendio è scoppiato nella discarica di Mbeubeuss, distruggendo i rifiuti riciclati immagazzinati, i rifugi e i rifugi e i rifugi e i rifugi e i rifugi riciclati immagazzinati, i rifugi e i rifugi riciclati In particolare, le strutture di una piccola attività di riciclaggio gestite da uno dei fondatori di Bokk Diom, che ha iniziato come raccoglitore di rifiuti negli anni '70 e ora impiegava 75 persone. Ciò ha indotto l'associazione a una mobilitazione più forte per miglioramenti in loco a Mbeubeuss ed è stata avviata anche una campagna di crowdfunding.

A partire dal 2019/20, la discarica di Mbeubeuss è frequentata da 4.000 I raccoglitori di rifiuti che sono membri di Bokk Diom e pagano una tassa sindacale e ancora di più che non lo sono, e si estendono su un'area di 175 ettari. La situazione in discarica è stata recentemente descritta dai media come "fuori controllo" e "una bomba ecologica e sanitaria". Mentre la comunità dei picker di rifiuti continua ad affrontare condizioni di lavoro pericolose, insicurezza e mancanza di protezione sociale e di salute, anche i locali soffrono degli impatti negativi dello scarico incontrollato. Nel dicembre 2019, un gruppo di residenti vicini chiamati "Mbeubeuss Dafa Doy" (da Malika, Yeumbeul Nord et Sud, Keur Massar e Tivaouane Peul Communities) ha organizzato proteste e criticato la disinformazione e l'inazione delle autorità pubbliche, come la chiusura della discarica, come la chiusura della discarica era già stato promesso nel 2012. Il gruppo ha richiesto il trasferimento del sito e ha annunciato che, se necessario, procederanno con le proteste e bloccheranno i camion della spazzatura dall'immissione del sito.

0 Nel 2019, l'organizzazione Wiego (Women in Informal Employment - Globalization and Organizing) insieme all'ILO ha lanciato un progetto per migliorare le condizioni per i raccoglitori di rifiuti di Mbeubeuss e rafforzare la loro organizzazione in una cooperativa. La cooperazione è stata avviata con un seminario di due giorni che ha riunito raccoglitori di rifiuti informali, leader di Bokk Diom e diverse istituzioni coinvolte nella gestione dei rifiuti. Wiego, nell'ambito della sua iniziativa Focal Cities, ha lavorato con lavoratori informali in tutta la città e, tra l'altro, ha iniziato un progetto per migliorare la posizione di raccoglitori di rifiuti di donne informali, tra cui anziani, che è improbabile che trovino un lavoro formale. Hanno fornito formazione sulla gestione cooperativa e il rafforzamento dell'identità delle donne. Ha sostenuto la cooperativa femminile "Aver-B" che riunisce venditori ambulanti, lavoratori domestici, raccoglitori di rifiuti e produttori di alimenti informali nella commercializzazione dei loro prodotti. Bokk Diom, che al 60 percento delle donne, ora ha anche un comitato per il riciclaggio delle donne che mira a rafforzare i diritti delle donne nella discarica di Mbeubeuss.

Più recentemente, nuovi piani per modernizzare , riabilitare e racchiudere la discarica di Mbeubeuss è stato spinto dalle istituzioni internazionali. Nel 2020, il governo senegalese ha ricevuto un nuovo prestito da $ 125 dall'International Development Association (IDA), una filiale della Banca mondiale, per modernizzare la gestione dei rifiuti in diverse città. Secondo i piani, a Mbeubeuss dovrebbe essere istituito un partenariato pubblico-privato per stabilire un sistema di trattamento e smaltimento dei rifiuti in diverse fasi. Ciò includerebbe, in primo luogo, misure di emergenza per garantire la sicurezza sul sito e impedire l'ingresso di persone non autorizzate. Successivamente, il sito dovrebbe essere rimodellato e ottimizzato, inclusa l'installazione di un sistema di trattamento per il percolato e un centro di riciclaggio, in cui gli ex raccoglitori di rifiuti sarebbero stati impiegati. L'anno 2020 ha portato finora la mobilitazione più visibile dei raccoglitori di rifiuti a Dakar, poiché i raccoglitori di rifiuti della Bokk Diom Association hanno tenuto una marcia silenziosa della Giornata Global Waste Pickers, il 1 ° marzo, per commemorare la lotta dei raccoglitori di rifiuti informali in tutto il mondo . Hanno anche tenuto una conferenza stampa in cui hanno presentato un memorandum con una contro-proposta al nuovo progetto di modernizzazione delle discariche di Mbeubeuss. Ciò, in particolare, riguarda un numero maggiore di raccoglitori di rifiuti per diventare parte del nuovo progetto di discarica e la creazione di ulteriori opportunità di includere i raccoglitori di rifiuti nella gestione dei rifiuti municipali.

***

En Francais --- Les Problèmes Concernant La Décharge de Mbeubeuss Sont Multiples Et Complexes à Résoudre. Mbeubeuss est un moyen de sussistenza piolo les ricycleurs figels, une des popolations les plus pauvres de la banlieue de dakar, Alors que qu'en même temps la décharge en plein aria provoque une forte contamination de l'air du dans le distretto di Malika où Vivent Plus de 17 000 Personnes. La Community des Recycleurs est Costituée Par des Jeunes Incapable de Trouver Un Emploi à Dakar. MBeubeuss se Trouve à Seulement 27 km de la Capitale. La décharge Représente Leur Dernière Chance de Gagner de Quoi Vivre. LES 4.000 Recycleurs Informazioni Défendent Vigoureusement Leur Source de Revenus, Même Si Celle-Ci Met Leur Santé et Leur Vie in pericolo. La Community de Recycleurs est Marginalisée et Discriminée Dans la Société Sénégalaise. Elle S’est Organisée Avec La Création Du Bokk Diom à la Fin des Années 1990, Lorsque Le Gouvernement A Tenté de les évincer du Site. ILS ONT ALORS Été Formellement Reconnus Par le Gouvernement. Bokk Diom continua a DE Lutter Contrer Leur Discrimination, Pour Leur Reconnaissance, Leur Cohésion et Leurs Droits Sociaux. La Discussion de la Fermeture de Mbeubeuss se Poursuit Depuis Plusieurs Années. Les Investissements étrangers, Principaling Coordonnés Par des Programs Dépendant de la Banque Mondiale, proposta e influencent Le Gouvernement Sénégalais. CE QUI INTISSE CES Investissements CE SONT LES PROFITS QUI SERAIENT Générés PAR UNE GESTION PRIVIEE DES Déchets. Déjà en 2005, un programma di un rapporto di un rapporto D'Aide à la Gestion du Secteur de l'Energie (Membre de la Banque Mondiale) una proposta di privatizzazione des déchets de mbeubeuss pour la cattura del gaz Afin de Produre de l'électricité. Les Finanzies Auraient été Fournis par le mécanisme de développement propre de la ccnucc. Mais le Projet ne s'est Jamais concétisé. EN 2009, La Fermeture de la décharge de mbeubeuss était une condizione panoramica di recalizzazione des 3.000 ménages près de pikine, déplacés pour la costruzione d'one autoroute entre dakar et diamniadio. En effet, la zone choisie pour la réinstallation de ces familles Était à 2 chilomètres de la décharge. Les Créanciers Du Gouvernement Sénégalais (Principalmenment L'Associazione Internazionale de Développement, Grouche Membre de la Banque Mondiale) Pour le Projet Routier PressAient La Fermeture Du Site Mbeubeuss. Entrecepartie, La Banque Mondiale Proposait D'Ouvrir un Nouveau Site Qui N'aurait Généré que 300 Emplois et non les Salaires Auraient été Inférieurs Aux Revenus Actuellement Gagnés Par les Recycleurs. Bokk Diom S’est Mobilisé, Avec l'Aide d'Eda Pour s'oppeser au Projet. Les ricycleurs ont vigoureusement défendu leur travail indépendant. En conséquence, La situazione de la décharge demeure la même, gérée par les récupérateurs de déchets figels. Outre la Banque Mondiale et Ses Programs Associatis, D'Aures Agences de Développement, Comme L'Agence Canadienne CRDI / CRDI, Plaidente en Faveur de la Fermeture de Mbeubeuss Pour Des Raisons Sanitaires et EnvironNemenmentas. L'agence a Financé le Projet «Pure» de 2006 à 2011, Au Cours Duquel Elle A Surveillé Les Impacts Sociaux, Signiitaires et Environnanementaux de la Décharge Sur les Communitys Avoisinantes, Sur les Élevages de Porc Production de Légumes à Malika et Dans, Les Quartiers de Diamalaye et Njagoo. Ces Impacts ne devraient pas être ignorés, mais les ricycleurs se battent pour défender des solutions d'atténuation de ces impatti qui tiennent compte de leurs punti de vue et de leurs besoin De favoribile profilo d'Acteurs Privés et étrangers. L'implicazione des Institutions Internationals et étrangères ne va pas nécessairement Contre la Volonté des Recycleurs, Au Contraire certes Acteurs Collaborent AVEC la Communicauté de Mbeubeuss. Par Esemple, Bokk diom a mis en Place une École Pour les Enfants de la décharge grâce à l'Aide Financhaere des Organizations Européennes (Agence Française de Développement, Agence Luxembourgeoise Pour il Développement et MinistEre Belge De La Coopération). Les récupérateurs de déchets ont Également Obtenu des Fonds de la Part Du Program des Nations Unies Pour le développement Afin de Rubligh menuiserie. Les Problèmes de Sécurité Rentent RéCurrents Dans la Décharge. Deux Récentes Tragédies ONT EU LIEU en Décembre 2016 Lorsqu'un Incendie Dans la Décharge A Tué Trois Personnes et en Mars 2017 un Auttre Incendie S'est Producuit. A La Suite de Ces Tragédies, Les Autorités se Sont Engagées à Proponer Une Nouvelle étude Percermante L’Avenir de Mbeubeuss. L’étude est residue Pour Juin 2017.

Informazioni di base
Nome del conflittoI raccoglitori di rifiuti della discarica di Mbeubeuss lottano contro l'esclusione, Dakar, Senegal
NazioneSenegal
Città e regioneDipartimento di Pikine
Localizzazione del conflittoDistretto di Malika
Accuratezza della localizzazioneAlta (livello locale)
Causa del conflitto:
Tipo di conflitto. Primo livelloGestione dei rifiuti
Tipo di confitto. Secondo livelloConflitti legati allo sviluppo urbano
Conflitti sulla privatizzazione e la gestione di rifiuti
Discariche, trattamento rifiuti speciali/pericolosi, smaltimento illegale
RisorseRifiuti urbani domestici
Metalli riciclati
Dettagli del progetto e attori coinvolti
Dettagli del progetto

En Français ci-dessoso --- La discarica di Mbeubeuss opera dal 1968 nel mezzo della periferia densamente popolata di Dakar. È circa 450.000 tonnellate di rifiuti all'anno. Non vi è altro trattamento dei rifiuti rispetto al lavoro di riciclaggio svolto dai raccoglitori di rifiuti informali. Circa il 10% dei lavoratori sono bambini (meno di 13 anni), il 25% sono donne e il 65% sono uomini. Entro il 2016, è stato stimato che oltre 1800 tonnellate di rifiuti vengono scaricate quotidianamente dai camion provenienti da Dakar. A giugno 2017 è previsto uno studio di fattibilità sul futuro del sito, discutendo ancora una volta il futuro del sito sebbene la sua chiusura sia stata discussa per molti anni, ma mancano mezzi per chiuderlo e un posto adatto per aprire un nuovo La discarica non è stata trovata.

Vedi altro
Area del progetto170
Tipo di popolazioneUrbana
Popolazione impattata:20.000
Data di inizio del conflitto:2006
Imprese coinvolte (private o pubbliche)APIX S.A. from France - Project Management of the high-way Dakar-Diamniadio
Attori governativi rilevanti:COMUNAUTé Urbaine de Dakar (Comunità urbana di Dakar)
Unité de Coordination de la Gestion Des Deschets
Governo del Senegal
Istituzioni internazionali o finanziarieThe World Bank (WB) from United States of America
International Development Association (IDA)
Energy Sector Management Assistance Program (ESMAP) - It has previously proposed the landfill privitization for the generation of electricity
United Nations Development Program (UNDP) from United States of America - It financed the medial center for the wastepickers
International Labor Organization (ILO) - Trained young wastepickers to other professional activities
Organizzazioni della società civile e le loro pagine web, se disponibili:Associazione Bokk Diom des Récupérateurs et Recycleurs de Mbeubeuss & Book Diom Diom Women's Recycling Committee
Global Alliance of Waste Pickers (GlobalRec)
Donne in lavoro informale: globalizzazione e organizzazione (Wiego)
Enda Graff
CAFEM-SD EX-ARE-B (Association des Vendeueses de rue de la Banlieu o Association of Women Street Vendors on the Periphery)
Habitat International Coalition
Conflitto e mobilitazione
Intensità del conflittoMedia (proteste, mobilitazione visibile)
Temporalità del conflittoIn reazione all'implementazione del progetto
Gruppi mobilitati:Lavoratori informali
Organizzazioni sociali internazionali
Organizzazioni sociali locali
Abitanti (cittadini/comunità rurali)
Sindacati
Operatori dei rifiuti, del riuso e riciclo
Organizzazioni/comitati di donne
Scienziati / professionisti locali
Forme di mobilitazione:Blocchi stradali o picchetti
Elaborazione di documenti indipendenti (es. reports, dossier, note informative)
Lavoro di rete/azioni collettive
Sviluppo di proposte alternative
Coinvolgimento delle ONG nazionali e internazionali
Media-attivismo
Campagne pubbliche di informazione e denuncia
Proteste di strade/manfestazioni
Impatti del progetto
Impatti ambientaliVisibile: Inquinamento atmosferico, Incendi, Contaminazione dei suoli, Degradazione paesaggistica, Riscaldamento globale, Fuoriuscite di contaminanti, Contaminazione delle acque di superficie e peggioramento della qualità delle acque, Contaminazione delle falde acquifere/riduzione dei bacini idrici
Potenziale: Impatti sul sistema idrogeologico, Perdita di biodiversità, Inquinamento acustico
Altro (specificare sotto)Il bestiame e l'agricoltura sono minacciati dall'inquinamento delle discariche
Impatti sulla saluteVisibile: Altro (specificare), Esposizione a fattori a rischio incerti o non conosciuti (es. radiazioni), Incidenti/infortuni, Malattie professionali e incidenti sul lavoro, Morti, Problemi mentali compresi stress, depressione e suicidi, Malattie infettive
Potenziale: Malnutrizione, Episodi di violenza collegata a effetti nocivi sulla salute fisica e mentale (omicidi, stupri, ecc), Problemi di salute pubblica connessi ad alcolismo, prostituzione ecc.
Altro (specificare)Wastepicker uccisi in fuochi
Impatti socio-economiciVisibile: Altro (specificare), Mancanza di sicurezza sul lavoro, assenteismo al lavoro, licenziamenti, disoccupazione, Violazione dei diritti umani
Potenziale: Sgomberi/sfollamenti, Specifici impatti sulle donne, Deterioramento del paesaggio/perdita del senso del luogo, Perdità dei mezzi di sussistenza, Militarizzazione e aumento della presenza/controllo militare e forze dell'ordine
Altro (specificare)Bambini che lavorano in discarica (almeno il 10%)
Risultati
Status attuale del progettoOperativo
Risultato del conflitto/risposta:Rafforzamento della partecipazione
Negoziazione in corso
Sviluppo di proposte alternative:Aumenta il coinvolgimento dei raccoglitori di rifiuti nelle decisioni relative al futuro della discarica, rafforza le capacità per prendersi cura della loro salute (assicurazione sanitaria per i raccoglitori di rifiuti) e quello delle comunità circostanti. I raccoglitori di rifiuti sono contrari alla chiusura e al trasferimento del sito. ------ en Français ---- Amelorer L'Implication des Recycleurs Dans La Premio de Decisione Il sito per la decisione. Leur Octroyer Une Assurance Maladie, Les Recycleurs S'Opposent Formellement à la Fermeture Du Site Et à Toute Privatization de la Gestion des Déchets.
Consideri questo caso una vittoria dei movimenti per la giustizia ambientale?:Incerto
Spiegare brevemente il motivoDue approcci alla gestione dei rifiuti si oppone a Mbeubeuss e coinvolgono forze politiche internazionali contro un gruppo di raccoglitori di rifiuti emarginati a livello locale. Gli interessi privati ​​stranieri nella discarica sono persistiti per più di un decennio, ma se fosse privatizzato avrebbe messo in pericolo molti lavori di rifiuti mentre probabilmente indebiterebbe il governo senegalese per motivi di interessi stranieri privati. D'altra parte, i raccoglitori di rifiuti difendono la loro prospettiva di base per preservare il loro lavoro e ridurre gli impatti sociali e ambientali negativi della discarica. ----- en Francais ---- Deux Visions s'opposent per quanto riguarda la Gestione des déchets, Celle imposée par les Institutions Financaeres Internationals (sous la Houlette de la Banque Mondiale) Qui vise Avant Tout à Générer des Des Purs Investiseurs Privéss Privéss ET CELLE Défendue par Les Acteurs Locaux, Les Recycleurs Quo Défendent Leurs Revenus et Indépendance.
Fonti e materiali
Bibliografia di libri pubblicati, articoli universitari, film o documentari pubblicati

WIEGO, Mbeubeuss : Les femmes dans la récupération de déchets.

Note Technique sur le Projet Pure
[click to view]

Villes ciblées – Décharge de Mbeubeuss : Analyse des impacts et amélioration des conditions de vie et de l’environnement à Diamalaye (Malika), Dakar, Rapport Final Project 'Pure', Avril 2011
[click to view]

Oumar Cissé, Ed. 2012. Les décharges d'ordures en Afrique: Mbeubeuss à Dakar au Sénégal, KARTHALA Editions
[click to view]

Landfill Gas Capture Opportunity in Sub-Saharan Africa, The Energy Sector Management Assistance Program, 2005
[click to view]

Alice JUDELL, The (dis)Possession of Waste at the Mbeubeuss Dump in Dakar, 2012
[click to view]

Présentation du Project Dakar Diamniadio
[click to view]

Project toll highway Dakar-Diamniadio. Crédit IDA 4579 SN.
[click to view]

Association Bokk Diom des Récupérateurs et recycleurs de Mbeubeuss
[click to view]

L’Autoroute à péage Dakar - Diamniadio - Aibd, un véritable projet urbain avec plusieurs composantes.
[click to view]

Accessible Transport in Africa: The Dakar Diamniadio Toll Highway (DDTH) Pilot in Senegal
[click to view]

Hamadou Tidiane SY, La décharge de Mbeubeuss : creuset d'expériences, CRDI
[click to view]

Etude de faisabilité sur la délocalisation de Mbeubeuss - Abdoulaye Diouf Sarr donne des gages aux recycleurs, Décembre 2016
[click to view]

Globalrec, Association Book Diom des Récupérateurs et recycleurs de Mbeubeuss
[click to view]

Site d'enfouissement de Mbeubeuss : Étude de l'impact sur la santé humaine à Diamalaye (Malika) utilisant une approche écosanté (Sénégal), IDRC/CRDI
[click to view]

Visite du ministre de gouvernance locale a Mbeubeuss, les eboueurs se dechargent sur Diouf Sarr, 27/12/2016
[click to view]

Afrik21, SENEGAL: Mbeubeuss Landfill Rehabilitation Benefits from IDA Loan.
[click to view]

Sud Quotidien, LE RAS-LE-BOL DES POPULATIONS DES COMMUNES IMPACTEES.
[click to view]

WIEGO, Project to help improve working conditions for Mbeubeuss waste pickers
[click to view]

France TV Info, Sénégal: L’apocalyptique décharge de Mbeubeuss, l’une des plus grandes d’Afrique, empoisonne la vie des habitants
[click to view]

Habitat International Coalition, Organizing as a tool for transformation for Women Informal Workers in Dakar.
[click to view]

Globalrec, Mobilizations Around the World for Global Waste Pickers Day 2020
[click to view]

ILO, A first step towards improving working conditions of waste pickers in Senegal.
[click to view]

The Nation, The Global Garbage Economy Begins (and Ends) in This Senegalese Dump.
[click to view]

Les gages d’Abdoulaye Diouf Sarr aux recycleurs, 29/03/2017
[click to view]

Media correlati - links a video, campagne, social networks

Jenna Harvey, Fire at Mbeubeuss.
[click to view]

La décharge de Dakar, Mbeubeuss, Aout 2012, Video en français
[click to view]

Décharge de Mbeubeuss : la plaie nourricière de Dakar, 15/02/2016
[click to view]

Raffaele Urselli, Dakar landfill and the wastepickers Social production of value, urban subalternity and work ethics, Pdf Presentation
[click to view]

Mbeubeuss, la décharge de Dakar, 17 minutes Film en Francais
[click to view]

Meta informazioni
Collaboratore:Camila Rolando Mazzuca; Update: Max Stoisser
Ultima modifica27/05/2020
ID del conflitto:2859
Commenti
Legal notice / Aviso legal
We use cookies for statistical purposes and to improve our services. By clicking "Accept cookies" you consent to place cookies when visiting the website. For more information, and to find out how to change the configuration of cookies, please read our cookie policy. Utilizamos cookies para realizar el análisis de la navegación de los usuarios y mejorar nuestros servicios. Al pulsar "Accept cookies" consiente dichas cookies. Puede obtener más información, o bien conocer cómo cambiar la configuración, pulsando en más información.