Ultima modifica:
24-02-2021

Nuovo aeroporto di Phnom Penh e Città dell'aeroporto, provincia di Kandal, Cambogia

Gli abitanti del villaggio di Kandal Stuang, di fronte alla perdita di mezzi di sussistenza agricoli, stanno cercando una risoluzione di una disputa sull'acquisizione di terreni per il nuovo aeroporto pianificato di Phnom Penh, uno dei più grandi aeroporti del mondo per area terrestre con una "città dell'aeroporto" associata



Questo modulo è stato tradotto per tua comodità utilizzando il software di traduzione fornito da Google Translate. Pertanto, potrebbe contenere errori o discrepanze. In caso di dubbi sull'accuratezza delle informazioni contenute in queste traduzioni, fare riferimento alla versione del caso all'indirizzo: Inglese (Originale)

Descrizione:

Nel gennaio 2018 il governo cambogiano ha approvato un piano per un nuovo aeroporto, uno dei più grandi aeroporti del mondo per area terrestre, nella provincia di Kandal [1]. Il sito proposto, che copre 2.600 ettari, è una terra agricola prevalentemente bassa sulla sponda nord-occidentale di Boueng Cheung Loung [2]. L'annuncio del nuovo aeroporto e lo sviluppo associato hanno inviato prezzi del terreno a salire verso l'alto e in pochi giorni i terreni per la vendita erano stati eretti in fretta. Le risaie e le proprietà del lago nell'area che erano state valutate tra $ 20.000 - 50.000 per ettaro prima che l'annuncio del nuovo aeroporto iniziasse a vendere per fino a $ 100.000 o persino $ 200.000 per ettaro. Gli abitanti del villaggio sono rimasti scioccati dalle improvvise notizie del progetto aeroportuale, insieme alla pubblicazione di mappe che sembrano mostrare il nuovo aeroporto e un enorme sviluppo multiuso su terreni che hanno risieduto sopra e vicino per più di due decenni [3]. La loro proprietà terriera è contestata da un "Oknha" locale o magnate, Seang Chanheng, che ha da tempo rivendicato. Anche le autorità provinciali hanno professato incertezza sui diritti del terreno [4].

Il 19 febbraio 2018 Oltre 200 persone di quattro comuni si sono riunite nella sala provinciale di Kandal per esprimere le loro denunce Per quanto riguarda i terreni destinati al nuovo aeroporto e chiedono la risoluzione della controversia sul terreno [5]. Una donna ha detto che era una delle numerose abitanti del villaggio che avevano venduto terreni ma sono stati sottoposti a vendendolo per $ 250 per ettaro ma ricevendo una frazione di questo importo, solo $ 25 o $ 50. Ha detto che erano stati intimiditi durante i negoziati sulla terra, che i rappresentanti della compagnia avevano sbattuto il tavolo di fronte a loro, li avevano minacciati, chiusi a chiave e chiamato la polizia [6]. Il 10 aprile 2018, 200 persone che rappresentavano 2.000 famiglie si sono radunate al di fuori di Kandal Steung District Hall che richiedono un intervento nella disputa sulla terra su un'area di 400 ettari, un rappresentante ha detto che le compagnie non identificate avevano cancellato e iniziato a contrassegnare parti della loro terra comune [7]. Un'altra protesta contro l'aeroporto e lo sviluppo adiacente si è svolta il 25 aprile 2018. Centinaia di abitanti del villaggio hanno partecipato e ha affermato che gli escavatori stavano invadendo le zone umide detenute comuni. Un rappresentante per gli abitanti del villaggio ha affermato che 1.000 famiglie hanno presentato richieste di atterraggio colpite dallo sviluppo [8]. Il 4 maggio 2018 centinaia di abitanti del villaggio del Comune Prey di Ampov hanno protestato contro la compagnia di Chanheng, Heng Development, e circa altre cinque società che rivendicano la loro terra. Circa 1.200 famiglie hanno stampato in pollice un documento che chiede ai funzionari distrettuali un risarcimento equo per i terreni che probabilmente saranno racchiusi nel progetto e la perdita del loro sostentamento dall'agricoltura e dalla pesca. Molti di loro avevano vissuto sulla terra dalla metà degli anni '90. [9] Il 6 giugno 2018 circa 800 persone che rappresentano oltre 2.000 famiglie si sono radunate presso la Kandal Provincial Hall per presentare una denuncia contro più società private, tra cui lo sviluppo di Heng, che operano nel loro comune, eliminando i terreni nonostante le loro lamentele. La denuncia ha dichiarato che avrebbero intensificato protesta se le loro richieste non fossero soddisfatte, occupando la terra e tenendo raduni a livello nazionale [10]. L'annuncio della disputa sul terreno pre-date dell'annuncio dell'aeroporto e del progetto "Airport City". Nel 2005 gli uomini di Chenheng hanno iniziato a bulldozing di terra occupata da quasi 300 famiglie, la cui proprietà è apparsa legittima sulla base di una legge del 2001 che le persone che vivono pacificamente su terreni non contestati per cinque anni possono rivendicare. Nel 2006-7 il tribunale provinciale di Kandal ha confermato la loro pretesa alla terra. Ad alcune famiglie sono stati emessi titoli di terra temporanei, ma non i titoli di terra ufficiali di cui sono stati garantiti. La compagnia di Chanheng ha iniziato a liberare nuovamente la terra nel 2009, bulldozing Farms e un tempio. Le guardie di sicurezza della compagnia e la polizia militare hanno sparato sugli abitanti del villaggio che sono venuti a protestare, ferendone tre. Nel 2010 dieci abitanti del villaggio che tentavano di bloccare i bulldozer di distruggere le loro colture di riso maturano sono stati arrestati e accusati di afferrare la terra e incitamento in relazione alle proteste, una mossa denunciata da molestie da parte delle organizzazioni per i diritti umani.

Man mano che le controversie sulla terra esplodono di nuovo sulla scia del nuovo aeroporto pianificato, con gli abitanti del villaggio che temono di essere spogliati della loro terra e sfrattati, i gruppi per i diritti umani hanno sostenuto che lo sviluppo sulla terra dovrebbe cessare fino a quando le controversie sulla terra non saranno risolte. Vann Soptyti, coordinatore di affari e diritti umani per il Centro cambogiano per i diritti umani, ha affermato che il governo e gli sviluppatori dovrebbero condurre una valutazione di impatto sociale e ambientale del progetto aeroportuale e che non dovrebbe essere autorizzato a procedere fino a quando non viene concordata una soluzione reciprocamente accettabile tra la società e le persone interessate [4].

Alla fine del 2018, secondo quanto riferito, oltre 2.000 famiglie hanno accettato $ 100 di $ ciascuno in compensazione per aver perso 400 ettari del lago della comunità, ma altri hanno rifiutato l'offerta dicendo che l'importo era troppo piccolo per un terreno così prezioso. Il 6 maggio 2019 circa 400 abitanti del villaggio hanno protestato fuori dalla sala distrettuale di Kandal Stung in cerca di un risarcimento per le terre comuni che hanno detto che erano stati venduti per ospitare il nuovo aeroporto di Phnom Penh, a loro insaputa. Un rappresentante degli abitanti del villaggio, Phok Phanny, ha affermato che 83 ettari di terra nel comune di preda di Ampov, appartenenti a un "gruppo di solidarietà" risalente agli anni '80, erano stati messi da parte divisi in parti per l'agricoltura, la foresta e come un lago comune . Una società, nominata dal governatore distrettuale nei precedenti rapporti come Heng Corporation di Seang Chanheng, ha anche rivendicato la proprietà del terreno. Gli abitanti del villaggio hanno affermato che dopo l'annuncio del nuovo aeroporto all'inizio del 2018 la società aveva venduto il terreno all'estero Cambogia Investment Corporation (OCIC). Un altro abitante del villaggio protestante, Yem Yat, ha affermato che le autorità avevano delimitato la terra in questione per uso comune nel 1984. Yat ha dichiarato: “Stiamo protestando nella sala distrettuale e vogliamo che le autorità distrettuali intervengano con la compagnia per trovare una soluzione per le persone ... Il terreno apparteneva al popolo e non apparteneva a un uomo d'affari. ”[11]

a dicembre 2019 Presidente di OCIC, Pung Kheav SE, ha dichiarato la costruzione di costruzione della costruzione di Il nuovo aeroporto di Phnom Penh era nei tempi previsti e poteva essere completato già nel 2013. Ha affermato che le basi dell'aeroporto erano in costruzione, si stavano condotte una valutazione dell'impatto ambientale e che erano in corso una valutazione dell'impatto ambientale e sono state condotte negoziazioni con le persone colpite dalla costruzione. Ma il portavoce del Secreatariato statale dell'aviazione civile, Sin Chansereyvutha, ha affermato che era improbabile che l'aeroporto fosse finito così presto. Ha detto: “Abbiamo bisogno di tempo per liberare la terra e gettare le basi e risolvere qualsiasi disputa sulla terra. Secondo il nostro programma, il nuovo aeroporto sarà pronto entro il 2024, ma potrebbe essere ritardato fino al 2025. ”[12] Nel giugno 2020 il governatore distrettuale di Kandal Steung Saovoeun ha dichiarato che la terra colpita dalla costruzione dell'aeroporto nel distretto ha totalizzato 2.000 appezzamenti, 2.002 Ettari di terra. Il ministro della gestione del territorio, della pianificazione urbana e della costruzione, Chea Sophara, ha affermato che il governo ha raggiunto un accordo con 173 famiglie colpite dalla costruzione del nuovo aeroporto internazionale di Phnom Penh. Parlando durante una visita al sito, ha affermato che i residenti e le società private possedevano 1.673 ettari, affermando che "il nostro team ha contribuito a risolvere la controversia con i residenti nel sito del progetto fornendo un risarcimento in linea con le dimensioni della loro terra ... il team di Out ha aiutato 36 Famiglie colpite dalla costruzione di strade. Otto di queste famiglie hanno accettato di accettare trame da 5MX20M. Le altre 28 famiglie hanno accettato denaro. " Ha detto che la terra è stata acquistata con il principio di non più di USD 8 per metro quadrato. [13] Il 25 agosto 2020 circa 50 abitanti del villaggio delle province di Kandal e Takeo si radunarono per presentare una petizione presso la residenza del Primo Ministro Hun Sen a Takhmao City. Hanno detto che i loro terreni agricoli rientrano nel sito previsto del nuovo aeroporto internazionale Phnom Penh e la petizione ha richiesto un pagamento più grande allo sviluppatore dell'aeroporto. Un residente della provincia di Kandal che aveva rifiutato il risarcimento, Chhorn Chanthol di Boeng Khyang Commune, ha affermato che i gruppi hanno dimostrato di fronte alla casa del Premier perché una petizione presentata all'inizio del mese non ha avuto risposta. Un Soeun, un residente di 68 anni di Putsar Commune nella provincia di Takeo, ha affermato che il sito dell'aeroporto copre terreni occupati da 250 persone nel distretto di Bati, al confine con la provincia di Kandal, tra cui mezzo ettaro dei suoi terreni agricoli. Ha detto che OCIC aveva precedentemente offerto tra USD3 e USD 8 per metro quadrato di terra per compensare i residenti di Bati. Lei e altri avevano rifiutato l'offerta di pagamento mentre alcune persone l'avevano accettata. Ha detto: "Chiedi a Samdech (Hun Sen) di trovare una soluzione adeguata per le persone in modo che le persone possano usare i soldi per acquistare terreni per l'agricoltura e nutrire i loro figli". Un altro residente di Putsar, Kranh Chandy, ha dichiarato che avrebbe perso mezzo ettaro di terreni agricoli contro il progetto aeroportuale e che le autorità avevano bloccato un canale locale, impedendo agli agricoltori di accedere all'acqua per irrigare le loro colture. Ha detto: "Non abbiamo acqua per l'agricoltura ... Siamo preoccupati e pensiamo sempre [al futuro] perché ho solo quella quantità di terra e devo crescere i miei figli". [14]

Informazioni di base
Nome del conflittoNuovo aeroporto di Phnom Penh e Città dell'aeroporto, provincia di Kandal, Cambogia
NazioneCambogia
Città e regioneKandal
Localizzazione del conflittoKandal Stuang
Accuratezza della localizzazioneAlta (livello locale)
Causa del conflitto:
Tipo di conflitto. Primo livelloInfrastrutture e cementificazione
Tipo di confitto. Secondo livelloConflitti legati allo sviluppo urbano
Porti e aeroporti
Reti d'infrastrutture per il trasporto (strade, ferrovie, idrovidie, canali, gasdotti, oleodotti, ecc)
Accaparramento di terre (land grabbing)
RisorseTerra
Dettagli del progetto e attori coinvolti
Dettagli del progetto

Una mappa pubblicata nel Phnom Penh Post, mostra circa 700 ettari assegnati per il nuovo aeroporto e circa 1.900 ettari destinati allo sviluppo di una "città aeroportuale". Quest'ultimo è stato descritto dal portavoce del Segretariato di Stato dell'aviazione (SSCA) Sinn Chanserey Vutha come sviluppo a uso misto che include un centro commerciale e alloggi residenziali. Preparare l'area del lago del sito proposto per la costruzione aeroportuale richiederebbe la bonifica della terra e si pensa che ci sia una certa sovrapposizione tra l'area del progetto e il lago Boueng Cheung Loung. [15]

Vedi altro
Area del progetto2.600
Livello degli investimenti:1.500.000.000
Tipo di popolazioneRurale
Popolazione impattata: 2.000 famiglie
Data di inizio del conflitto:19/02/2018
Imprese coinvolte (private o pubbliche)Overseas Cambodia Investment Corporation (OCIC) from Cambodia - investor
Heng Development Company from Cambodia - claims ownership of land earmarked for the airport project
Metallurgical Corporation of China (MCC) from China - Contracted to design and build the airfield for New Phnom Penh Airport in November 2020[20]
Norman Foster & Partners from United Kingdom - Selected to design the master plan for New Phnom Penh International Airport in March 2020[19]
Attori governativi rilevanti:Governo nazionale della Cambogia
Kandal Provincial Government
Segretariato di stato di Aviation (SSCA)
Governo nazionale cinese
Istituzioni internazionali o finanziarieChina Development Bank (CDB) from China
Organizzazioni della società civile e le loro pagine web, se disponibili:CCFC Cambogia (coalizione della Cambogia Farmers Community Association): http://www.ccfccambodia.org/
Centro cambogiano per i diritti umani (CCHR: https://ccchrcambodia.org/
Open Development Cambogia (ODC): https://opendevelopmentcambodia.net/
Conflitto e mobilitazione
Intensità del conflittoMedia (proteste, mobilitazione visibile)
Temporalità del conflittoResistenza preventiva (fase di precauzione)
Gruppi mobilitati:Contadini
Popoli indigeni
Organizzazioni sociali locali
Abitanti (cittadini/comunità rurali)
Organizzazioni/comitati di donne
Pescatori
Forme di mobilitazione:Coinvolgimento delle ONG nazionali e internazionali
Occupazione di terre
Azioni legali/giudiziarie
Lettere e petizioni di reclamo
Campagne pubbliche di informazione e denuncia
Proteste di strade/manfestazioni
Appelli/ricorsi per una valutazione economica dello status dell'ambiente
Rifiuto di risarcimento/compensazioni
Impatti del progetto
Impatti ambientaliVisibile: Degradazione paesaggistica, Insicurezza alimentare/danni alle produzioni agricole
Potenziale: Inquinamento atmosferico, Perdita di biodiversità, Inondazioni, Riscaldamento globale, Inquinamento acustico, Contaminazione dei suoli, Fuoriuscite di contaminanti, Deforestazione/perdita di aree verdi/vegetazione, Contaminazione delle acque di superficie e peggioramento della qualità delle acque, Impatti sul sistema idrogeologico, Riduzione della resilienza ecologica/idrogeologica, Contaminazione delle falde acquifere/riduzione dei bacini idrici
Impatti sulla saluteVisibile: Problemi mentali compresi stress, depressione e suicidi
Potenziale: Malnutrizione, Altre malattie legate alla contaminazione ambientale, Altro (specificare)
Altro (specificare)Problemi di salute relativi all'inquinamento emesso da veicoli aeromobili e stradali
Impatti socio-economiciVisibile: Specifici impatti sulle donne
Potenziale: Aumento della corruzione/cooptazione dei diversi attori, Sgomberi/sfollamenti, Aumento della violenza e della criminalità, Perdità dei mezzi di sussistenza, Perdita di tradizioni/pratiche/saperi/culture, Militarizzazione e aumento della presenza/controllo militare e forze dell'ordine, Violazione dei diritti umani, Espropri di terra, Deterioramento del paesaggio/perdita del senso del luogo
Risultati
Status attuale del progettoIn costruzione
Risultato del conflitto/risposta:Compensazioni
Criminalizzazione degli attivisti
Giudizio in attesa di sentenza
Repressione
Negoziazione in corso
Sviluppo di proposte alternative:I residenti colpiti richiedono un risarcimento equo per la perdita della loro terra e agricoltura e mezzi di sussistenza della pesca
Consideri questo caso una vittoria dei movimenti per la giustizia ambientale?:Incerto
Spiegare brevemente il motivoA partire dall'agosto 2020 una serie di controversie terrestri rimangono irrisolte
Fonti e materiali

[1] New mega-airport and 'Airport City' in Cambodia triggers land disputes, Global Anti-Aerotropolis Movement (GAAM), 21 February 2018
[click to view]

[2] Government plans one of world’s biggest airports in Kandal, Phnom Penh Post, 15 January 2018
[click to view]

[3] Land prices soar on capital’s airport announcement, Phnom Penh Post, 26 January 2018
[click to view]

[4] Will huge new airport planned for Kandal see locals stripped of land?, Phnom Penh Post, 8 February 2018
[click to view]

[5] Hundreds protest in Kandal airport land dispute, Phnom Penh Post, 19 February 2018
[click to view]

[6] Villagers in dispute over land for new Kandal airport take fight to province hall, Phnom Penh Post, 19 February 2018
[click to view]

[7] Kandal airport land still in dispute, Khmer Times, 10 April 2018
[click to view]

[8] Villagers protest Kandal airport development, Phnom Penh Post, 25 April 2018
[click to view]

[9] Villagers in land dispute with airport developers meet with district authorities, Phnom Penh Post, 4 May 2018
[click to view]

[10] Kandal villagers demand intervention, Khmer Times, 6 June 2018
[click to view]

[11] Villagers Protest Sale of ‘Communal’ Land for New Airport, VOD News, 6 May 2019
[click to view]

[12] Construction of new Phnom Penh airport on schedule, Khmer Times, 06/12/2019
[click to view]

[13] Deal struck with residents affected by new international airport, Phnom Penh Post, 23/06/2020
[click to view]

[14] Farmers Displaced by Planned Phnom Penh Airport Seek Better Deal, VOD English, 26/08/2020
[click to view]

[15] Government approves plan to relocate Phnom Penh’s airport, Phnom Penh Post, 19 January 2018
[click to view]

[16] Phnom Penh’s new $1.5b airport gets the green light, Khmer Times, 15 January 2018
[click to view]

[17] Beijing, Phnom Penh Ink Billions of US Dollars’ Worth of Development Deals For Cambodia, Radio Free Asia, 11 January 2018
[click to view]

[18] China deals swiftly signed, Phnom Penh Post, 12 January 2018
[click to view]

[19] Foster & Partner to design US$1.5 billion new Phnom Penh International Airport, Construction & Property News, 18/03/2020
[click to view]

[20] China’s latest Phnom Penh airport deal casts doubt on Vinci’s role in Cambodian aviation, 23/11/2020
[click to view]

Meta informazioni
Collaboratore:Rose Bridger, Stay Grounded, email: [email protected]
Ultima modifica24/02/2021
ID del conflitto:3641
Commenti
Legal notice / Aviso legal
We use cookies for statistical purposes and to improve our services. By clicking "Accept cookies" you consent to place cookies when visiting the website. For more information, and to find out how to change the configuration of cookies, please read our cookie policy. Utilizamos cookies para realizar el análisis de la navegación de los usuarios y mejorar nuestros servicios. Al pulsar "Accept cookies" consiente dichas cookies. Puede obtener más información, o bien conocer cómo cambiar la configuración, pulsando en más información.