Ultima modifica:
25-04-2017

Niyamgiri-Vedanta Bauxite Mining, India

Le comunità di Adivasi a Orissa spingono indietro uno dei giganti minerari del mondo in una lotta storica. Nel 2017, Praulla Samantara, uno degli attivisti sociali della zona e nati in una famiglia di agricoltori, è stato concesso il premio ambientale Goldman


Descrizione:

Nel 2003, Vedanta Resources, una società mineraria basata sul Regno Unito ha firmato un Mou con il governo di Orissa (Goo) per costruire una raffineria di Alumina 1 MTPA e impianti termici del carbone (75 MW - mezzo milione di TPA di carbone) presso il Lanjigarh nel distretto di Kalahandi . Nel settembre 2004, il Ministero dell'Ambiente e delle foreste (MOEF) ha dato spazio ambientale alla Società sulla base dell'asserzione della Società che non avrebbe deviato Forestland. Il progetto di raffineria di allumina richiederà 3 milioni di toni per annum bauxite che viene proposto di essere provenzionato dalle vicine colline Niyamgiri, sacra alla tribù indigena locale la Dongria Kondh. $% E $% e a seguito di ciò, nel 2004 le autorizzazioni concesse al La raffineria di Lanjigarh Alumina di Sterlite Industries è stata sfidata da attivisti locali e un comitato speciale è stato inviato per indagare e riferire alla Corte Suprema. Il comitato ha rilevato la mancanza di studi approfonditi sugli impatti della miniera sul regime idrico, la flora, la fauna e sulle tribù di Dongria Kondh che vivono a Niyamgiri Hills. La sua relazione ha inoltre sottolineato che l'area è venuta in merito al programma V della Costituzione indiana, che vieta il trasferimento della terra tribale a un gruppo non tribale. Inoltre, il rapporto ha accusato Vedanta di fornire informazioni illeciti e quindi aggirando la legge. Mentre gli argomenti continuarono nella Corte Suprema, la società nel frattempo ha continuato con la costruzione della raffineria nel 2006, causando lo spostamento di oltre cento famiglie tribali, e la società ha quindi proceduto a sostenere che la miniera adiacente era essenziale per la raffineria. $ % E $% & Nel 2007, la Corte Suprema ha concesso il permesso a una società controllata Vedanta, per procedere con l'estrazione mineraria, nonostante la relazione delle Commissioni e la mobilitazione delle comunità locali, purché paghino alcuni danni extra per compensare le esternalità negative di il progetto. Tuttavia, mentre è stata concessa la clearance ambientale, la clearance forestale era ancora in sospeso, e seguendo una relazione nel 2010 dal Comitato Saxena che ha sostenuto che i tribali locali dovrebbero avere il diritto di proteggere i propri diritti ai sensi della legge sui diritti della foresta. $% E $% & Infine, nel 2013, la Corte Suprema ha dichiarato che gli abitanti locali dovrebbero decidere se l'estrazione delle colline di Niyamgiri influenzerà i loro diritti religiosi e culturali come protetti dalla FRA. $% E $% e seguendo questo, il governo Odisha ha disegnato una lista di 12 colpiti I villaggi nei distretti di Rayagada e Kalahandi, per tenere Palli Sabha (referendure nei loro consigli locali). Nel luglio 2013, i 12 villaggi hanno votato all'unanimità per respingere il progetto minerario nel primo referendum ambientale in India. $% E $% e il caso è ora al governo centrale per decidere e sembra che Vedanta abbia perso questa battaglia, Ma il rifiuto di minerario a Niyamgiri significa che Vedantas Guards è ora spostato nei distretti vicini che detengono depositi di bauxite di circa 1,8 miliardi di tonnellate per nutrire la raffineria. Se le comunità si verifichino anche lo stesso diritto di decidere i resti da vedere. $% E $% & Nel 2017, Praulla Samantara, uno degli attivisti sociali della zona e nato in una famiglia di agricoltori, è stato concesso il Goldman Premio ambientale [2] per il suo duro lavoro contro l'estrazione mineraria ma anche le dighe nel fiume Mahanadi. È anche membro del Movimento Anti-Posa (POSCO Pratirodh Sangharsh Samiti) e dell'Alleanza nazionale dei movimenti delle persone (NAMP). Questo premio riconosce la difesa indispensabile della vita che queste comunità stanno facendo non solo per preservare l'ambiente ma anche vive e mezzi di sostentamento. $% E $% &

Informazioni di base
Nome del conflittoNiyamgiri-Vedanta Bauxite Mining, India
NazioneIndia
Città e regioneOrissa.
Localizzazione del conflittoLanjigarh, distretto di Kalahandi
Accuratezza della localizzazioneAlta (livello locale)
Causa del conflitto:
Tipo di conflitto. Primo livelloEstrazione mineraria e cave
Tipo di confitto. Secondo livelloEsplorazione ed estrazione di minerali
Accesso all'acqua e modelli di gestione
Scarti / rifiuti da attività minerarie
Accaparramento di terre (land grabbing)
Deforestazione
RisorseAlluminio/Bauxite
Dettagli del progetto e attori coinvolti
Dettagli del progetto

Un milione di tonnellate di allumina produceva tre milioni di tonnellate di Bauxite Due milioni di tonnellate per Annum Red Muan Total Bauxite riserve di 73 milioni di tonnellate

Area del progetto235.000.
Livello degli investimenti:10.000.000.000 di [1]
Tipo di popolazioneRurale
Popolazione impattata:10.000.
Data di inizio del conflitto:2003
Imprese coinvolte (private o pubbliche)Vedanta from United Kingdom
Attori governativi rilevanti:Orissa Mining Corporation, Ministero degli Affari Ambientali, Governo dell'Orissa, Dipartimento della Foresta
Organizzazioni della società civile e le loro pagine web, se disponibili:Protezione ambientale Gruppo dell'Orissa, Aiuto d'azione, Regno Unito, Amnesty International, Survival International, Guarda mineraria, Foil Vedanta, Gruppi indiani, EPG Orissa, Niyamgiri Vedanta Nagar (Colonia di riabilitazione), Lanjigarh Anchalika Bikash Parishad, Nabin Vikash Trust, Lanjigarh UnnAyan Anchalika Samiti, Alumina Raffineria Labor Union, Niyamgiri Adivasi Vikash Parishad, Organizzazione Shakti, Kui Bikash Parishad
Conflitto e mobilitazione
Intensità del conflittoAlta (diffusa, mobilitazione di massa, arresti e reazione delle forze dell'ordine)
Temporalità del conflittoResistenza preventiva (fase di precauzione)
Gruppi mobilitati:Popoli indigeni
Organizzazioni sociali internazionali
Organizzazioni sociali locali
Abitanti (cittadini/comunità rurali)
Movimenti sociali
Organizzazioni/comitati di donne
Gruppi etnici/razziali discriminati
Adivasis, Dongria Kondh, Kutia Kondh
Forme di mobilitazione:Minaccia di ritorsioni armate
Azioni legali/giudiziarie
Appelli/ricorsi per una valutazione economica dello status dell'ambiente
Presentazione osservazioni alla VIA/AIA
Campagne pubbliche di informazione e denuncia
Elaborazione di documenti indipendenti (es. reports, dossier, note informative)
Azionariato critico
Coinvolgimento delle ONG nazionali e internazionali
Rivendicazione dei diritti della natura
Media-attivismo
Boicotaggio di prodotti e aziende
Lettere e petizioni di reclamo
Blocchi stradali o picchetti
Referendum e altre consultazioni popolari
Lavoro di rete/azioni collettive
Appello alla religione (Niyamgiri Hill è un Dio nel Pantheon di Dongris Kondhs)
Impatti del progetto
Impatti ambientaliVisibile: Degradazione paesaggistica, Inquinamento acustico, Contaminazione dei suoli, Fuoriuscite di contaminanti, Deforestazione/perdita di aree verdi/vegetazione, Contaminazione delle acque di superficie e peggioramento della qualità delle acque, Impatti sul sistema idrogeologico, Riduzione della resilienza ecologica/idrogeologica
Potenziale: Inquinamento atmosferico, Perdita di biodiversità, Insicurezza alimentare/danni alle produzioni agricole, Sversamenti di residui di lavorazione dei minerali
Impatti sulla saluteVisibile: Incidenti/infortuni
Potenziale: Malnutrizione, Problemi mentali compresi stress, depressione e suicidi, Malattie professionali e incidenti sul lavoro, Morti
Impatti socio-economiciVisibile: Sgomberi/sfollamenti, Perdità dei mezzi di sussistenza, Perdita di tradizioni/pratiche/saperi/culture, Militarizzazione e aumento della presenza/controllo militare e forze dell'ordine, Violazione dei diritti umani, Espropri di terra, Deterioramento del paesaggio/perdita del senso del luogo
Potenziale: Aumento della corruzione/cooptazione dei diversi attori, Specifici impatti sulle donne
Risultati
Status attuale del progettoFermato
Risultato del conflitto/risposta:Applicazione della legislazione vigente
Sentenze favorevoli alla giustizia ambientale
Nuove legislazione/norme
Attacchi violenti ad attivisti
Nuove valutazioni d'impatto ambientali e altri studi
Corruzione
Sentenze sfavorevoli alla giustizia ambientale
Repressione
Cancellazione del progetto
C'era un lungo processo di contenzioso per 10 anni. C'era sostegno da attori internazionali contro Vedanta a Londra. La legislazione che protegge la foresta dei gruppi Adivasi è stata applicata. Un precedente è stato fissato per il primo referendum ambientale per decidere un progetto minerario in India.
Sviluppo di proposte alternative:La proposta è lasciare indisturbata le colline Niyamgiri. L'argomento della sacralità è stato decisivo alla fine.
Consideri questo caso una vittoria dei movimenti per la giustizia ambientale?:SI
Spiegare brevemente il motivoMentre la raffineria di Lanjigarh è stata costruita, dipende dal Bauxite portato da treno e camion da lontano. Vedanta Ltd non è stato in grado di ottenere il permesso finale per il Bauxite minerario dalle colline Niyamgiri. La Corte Suprema dell'India ha chiesto nell'aprile 2013 per le consultazioni pubbliche nei villaggi e nei villaggi nelle colline di Niyamgiri. Il rifiuto unanime è stato registrato in luglio e agosto 2013.
Meta informazioni
Ultima modifica25/04/2017
Commenti
Legal notice / Aviso legal
We use cookies for statistical purposes and to improve our services. By clicking "Accept cookies" you consent to place cookies when visiting the website. For more information, and to find out how to change the configuration of cookies, please read our cookie policy. Utilizamos cookies para realizar el análisis de la navegación de los usuarios y mejorar nuestros servicios. Al pulsar "Accept cookies" consiente dichas cookies. Puede obtener más información, o bien conocer cómo cambiar la configuración, pulsando en más información.