Ultima modifica:
05-12-2014

Piantagioni di palma da olio nel Bajo Agúan, Honduras


Questo modulo è stato tradotto per tua comodità utilizzando il software di traduzione fornito da Google Translate. Pertanto, potrebbe contenere errori o discrepanze. In caso di dubbi sull'accuratezza delle informazioni contenute in queste traduzioni, fare riferimento alla versione del caso all'indirizzo: Inglese (Originale)

Descrizione:

Il Bajo Aguán sta affrontando alti tassi di espansione delle piantagioni di palme petrolifere.

Uno dei più grandi giocatori della regione di Miguel Facussé, proprietario di Dinant Corporation, che gestisce 8.900 ha di piantagioni di palma da olio. L'espansione del palmo del petrolio ha causato un crescente conflitto tra grandi proprietari terrieri e piccoli agricoltori che le terre sono occupate illegalmente per far posto al palmo del petrolio e stanno lottando per recuperare le loro terre.

Il conflitto si è intensificato dopo il colpo di stato nel 2009. Questo conflitto risale agli anni '60 e '70, il governo honurano ha sviluppato leggi sulla riforma agraria, dando terreni nella regione di Aguán a migliaia di agricoltori di sussistenza. Nel 1992 fu approvata la legge per la modernizzazione del terreno, minando i diritti degli agricoltori. Nei due anni successivi al passaggio della legge del 1992, tre grandi proprietari terrieri- tra loro facussé- "hanno usato una combinazione di frode, coercizione e violenza per consolidare la proprietà del 73,4 per cento della terra trasferita sotto la precedente riforma agraria", afferma Lauren Carasik, Una scrittura di un esperto di diritti umani per Al Jazeera.

Le principali strategie delle organizzazioni dei contadini sono la resistenza agli sfratti nella loro terra e l'occupazione dei territori aggiunti da Dinant e quello ha aumentato la violenza fino ad ora. Tra il 2009 e il 2014, sono state assassinate oltre 60 persone legate alle organizzazioni contadini del Bajo Aguán, oltre a un giornalista. Secondo Human Rights Watch, la maggior parte degli omicidi è caracterizzata per mancanza di indagine e impunità.

Inoltre, la regione è diventata un luogo chiave per il traffico di droga , che aggiunge un forte elemento di complessità al problema.

Informazioni di base
Nome del conflittoPiantagioni di palma da olio nel Bajo Agúan, Honduras
NazioneHonduras
Città e regioneColon
Localizzazione del conflittoBajo Agúan
Accuratezza della localizzazioneAlta (livello locale)
Causa del conflitto:
Tipo di conflitto. Primo livelloBiomassa e conflitti legati alla terra (gestione delle foreste, dell'agricoltura, della pesca e degli allevamenti)
Tipo di confitto. Secondo livelloProduzione agricola intensiva (es.monoculture, allevamenti)
Piantagioni
REDD/CDM
Accaparramento di terre (land grabbing)
RisorseOlio di palma

Terra
Dettagli del progetto e attori coinvolti
Dettagli del progetto

Honduras attualmente produce oltre 300.000 tonnellate di olio di palma, quasi il 70 percento per l'esportazione. Il numero di ettari è aumentato drasticamente: 40.000 ha negli anni '90 e 80.000 ha nel 2005, al giorno d'oggi il numero supera 120.000 ha.

Vedi altro
Area del progetto8.900
Livello degli investimenti:100.000.000
Tipo di popolazioneRurale
Popolazione impattata:350 000 - 400 000
Data di inizio del conflitto:1992
Imprese coinvolte (private o pubbliche)Dinant Corporation from Honduras
Attori governativi rilevanti:Gobierno de Honduras, Ejército Militar, National Agrarian Institute (INA),
Istituzioni internazionali o finanziarieDeutsche Entwicklungsgesellschaft from Germany
The World Bank (WB) from United States of America
Inter-American Development Bank (IADB)
Central American Bank for Economic Integration (BCIE)
Clean Development Mechanism Executive Board (CDM Executive Board)
Forest Stewardship Council (FSC)
Organizzazioni della società civile e le loro pagine web, se disponibili:National Peasants Movement, FIAN Internacional (Organización Internacional por el Derecho a la Alimentación), FIDH (Federación Internacional de Derechos Humanos), Rel-UITA (Regional latinoamericana de la Unión Internacional de los Trabajadores de la Alimentación, Agrícolas, Hoteles, Restaurantes, Tabaco Afine Y), Vía Campesina Internacional, Movimiento Campesino del Aguán (MCA), Movimiento Unificado Campesino del Aguán (Muca), Movimiento Auténtico Reivindicativo Campesino del Aguán (Marca), Vía Campesina Internacional, Observatorio De Derechos El Aguán)
Conflitto e mobilitazione
Intensità del conflittoAlta (diffusa, mobilitazione di massa, arresti e reazione delle forze dell'ordine)
Temporalità del conflittoIn reazione all'implementazione del progetto
Gruppi mobilitati:Contadini
Popoli indigeni
Organizzazioni sociali internazionali
Organizzazioni sociali locali
Abitanti (cittadini/comunità rurali)
Movimenti sociali
Organizzazioni/comitati di donne
Gruppi etnici/razziali discriminati
Scienziati / professionisti locali
Forme di mobilitazione:Azioni artistico-creative (es. teatro guerilla, murales)
Blocchi stradali o picchetti
Occupazione di terre
Azioni legali/giudiziarie
Media-attivismo
Lettere e petizioni di reclamo
Campagne pubbliche di informazione e denuncia
Proteste di strade/manfestazioni
Minaccia di ritorsioni armate
Rivendicazione dei diritti della natura
Impatti del progetto
Impatti ambientaliVisibile: Perdita di biodiversità, Inondazioni, Deforestazione/perdita di aree verdi/vegetazione, Degradazione paesaggistica, Contaminazione dei suoli
Potenziale: Desertificazione, Riscaldamento globale, Contaminazione delle acque di superficie e peggioramento della qualità delle acque, Riduzione della resilienza ecologica/idrogeologica
Impatti sulla saluteVisibile: Incidenti/infortuni, Episodi di violenza collegata a effetti nocivi sulla salute fisica e mentale (omicidi, stupri, ecc), Morti, Problemi mentali compresi stress, depressione e suicidi
Potenziale: Malattie professionali e incidenti sul lavoro, Malattie infettive, Altre malattie legate alla contaminazione ambientale, Problemi di salute pubblica connessi ad alcolismo, prostituzione ecc.
Altro (specificare)Torture e impatti psicologici per i bambini causati da violenza, Arson nelle scuole e omicidi delle loro madri e padri.
Impatti socio-economiciVisibile: Aumento della corruzione/cooptazione dei diversi attori, Sgomberi/sfollamenti, Aumento della violenza e della criminalità, Perdità dei mezzi di sussistenza, Militarizzazione e aumento della presenza/controllo militare e forze dell'ordine, Specifici impatti sulle donne, Violazione dei diritti umani, Espropri di terra, Perdita di tradizioni/pratiche/saperi/culture, Deterioramento del paesaggio/perdita del senso del luogo
Potenziale: Mancanza di sicurezza sul lavoro, assenteismo al lavoro, licenziamenti, disoccupazione, Aumento dei problemi sociali (alcolismo, prostituzione,ecc)
Risultati
Status attuale del progettoOperativo
Risultato del conflitto/risposta:Corruzione
Criminalizzazione degli attivisti
Morti, Omicidi, Assassinii
Migrazioni/sfollamenti
Repressione
Attacchi violenti ad attivisti
Applicazione della legislazione vigente
Sviluppo di proposte alternative:Occupazione di terre che - secondo le leggi agrarie della riforma - in precedenza appartenevano agli agricoltori
Consideri questo caso una vittoria dei movimenti per la giustizia ambientale?:NO
Spiegare brevemente il motivoIl conflitto è aumentato dal colpo di stato nel 2009. In Honduras, i politici che aiutano ancora il settore privato ad aumentare il numero di ettari alla palma da olio vegetale. I contadini che resistono e implementano ancora strategie di occupazione della terra.
Fonti e materiali
Leggi e normative correlate - fonti legislative e testi giuridici

American Convention on Human Rights (ACHR)

Bibliografia di libri pubblicati, articoli universitari, film o documentari pubblicati

Honduras: Violaciones de Derechos Humanos en el Bajo Aguán Informe Preliminar de la Misión de Verificación Internacional - Realizada del 25 febrero a 4 marzo de 2011
[click to view]

Human Rights Watch (2014) “There Are No Investigations Here” Impunity for Killings and Other Abuses in Bajo Aguán, Honduras
[click to view]

The Guardian - EU carbon credits scheme tarnished by alleged murders in Honduras
[click to view]

Honduras: Cementerio clandestino en el Bajo Aguán
[click to view]

Biofuel Watch
[click to view]

Human Rights Violations Attributed to Military Forces in the Bajo Aguan Valley in Honduras
[click to view]

Trucchi, G. Honduras: Para que nunca vuelva a ocurrir
[click to view]

Trucchi, G. De nuevo corre la sangre en el Bajo Aguán
[click to view]

Trucchi, G. Bajo Aguán: Movilizados y unidos en defensa del derecho a la tierra
[click to view]

Corpwatch
[click to view]

Conflicto agrario en el Bajo Aguán: el caso MUCA
[click to view]

Carbon Market Watch
[click to view]

The Guardian: EU carbon credits scheme tarnished by alleged murders in Honduras
[click to view]

Biofuel Watch: Palm oil in the Aguan Valley, Honduras: CDM, biodiesel and murders
[click to view]

CDM UNFCCC: Project 3197 : Aguan biogas recovery from Palm Oil Mill Effluent (POME) ponds and biogas utilisation - Exportadora del Atlántico, Aguan/Honduras
[click to view]

Dinant anuncia que desarmará a vigilantes en el Bajo Aguán
[click to view]

CDM UNFCCC - Project 3197 : Aguan biogas recovery from Palm Oil Mill Effluent (POME) ponds and biogas utilisation - Exportadora del Atlántico, Aguan/Honduras
[click to view]

WRM: Honduras: Bajo Aguán – Cry for the Land
[click to view]

WRM
[click to view]

Honduras: informe registra 123 muertos y 6 desaparecidos por el conflicto agrario en el Bajo Aguán
[click to view]

Media correlati - links a video, campagne, social networks

Alba Sud y la Rel-UITA (“Bajo Aguán: Grito por la tierra” (Lower Aguan river valley, the clamor for land)
[click to view]

Tele Sur Tv. Conflicto en el Bajo Aguán daña a la comunidad
[click to view]

Meta informazioni
Ultima modifica05/12/2014
ID del conflitto:1092
Commenti
Legal notice / Aviso legal
We use cookies for statistical purposes and to improve our services. By clicking "Accept cookies" you consent to place cookies when visiting the website. For more information, and to find out how to change the configuration of cookies, please read our cookie policy. Utilizamos cookies para realizar el análisis de la navegación de los usuarios y mejorar nuestros servicios. Al pulsar "Accept cookies" consiente dichas cookies. Puede obtener más información, o bien conocer cómo cambiar la configuración, pulsando en más información.