Ultima modifica:
08-10-2019

Le nazioni di Ojibwe lottano per proteggere il riso selvatico dalle attività di estrazione di petrolio negli Stati Uniti e in Canada

Miniere, condutture e mega progetti di vie navigabili minacciano l'identità indigena della coltivazione di riso selvatico. Le nazioni di Ojibwe lottano per proteggere il loro patrimonio culturale per 150 anni.



Questo modulo è stato tradotto per tua comodità utilizzando il software di traduzione fornito da Google Translate. Pertanto, potrebbe contenere errori o discrepanze. In caso di dubbi sull'accuratezza delle informazioni contenute in queste traduzioni, fare riferimento alla versione del caso all'indirizzo: Inglese (Originale)

Descrizione:

Gli Ojibwe sono uno dei più grandi gruppi indiani americani del Nord America. Ci sono quasi 150 diverse bande di indiani di Ojibwe che vivono in tutta la loro terra originale negli Stati Uniti settentrionali (in particolare Minnesota, Wisconsin e Michigan) e Canada meridionale (in particolare Ontario, Manitoba e Saskatchewan) [1].

Il riso selvatico, chiamato manomin nella lingua Ojibwe, è originario dei laghi e dei fiumi della regione dei Grandi Laghi e del Canada. Una volta abbondante come l'erba stessa, il riso selvatico - che cresce su gambi lunghi e delicati - si trovava facilmente lungo fiumi, slough e laghi in tutto il bosco nord. Manoomin era un tale punto fermo di molte diete delle nazioni americane, aveva un luogo onorato in cerimonie culturali e religiose e storie di origine di alcuni gruppi [1].

“Se guardi la storia dello stato del Wisconsin, c'erano letti di riso nella parte meridionale dello stato. Non esistono più. Ora lo trovi solo nella parte settentrionale ", ha affermato un membro tribale." Questa è una cosa allarmante ". Ha continuato: “Sarebbe molto difficile per la nostra comunità capire la vita senza riso selvatico. Oltre ad essere una fonte di cibo, ci consente di riconnetterci con il nostro ambiente. Il nostro intero stile di vita è associato al riso selvatico. " [1]

La raccolta di manoomina è una tradizione culturale che risale al secolo ed è ancora praticata oggi, nello stesso modo in cui è stato fatto prima che gli europei mettessero piede in Nord America . Nel Minnesota, ogni estate i membri della nazione della Terra Bianca navigano nelle loro canoe attraverso le secche del lago di riso superiore e inferiore per raccogliere il riso, che ha proteine, ha un po 'di grasso e ha un valore nutrizionale più elevato rispetto ad altri cereali. I raccoglitori tirano gli steli di riso sulle loro canoe e raschiano gli steli sottili e sottili con "knocker" tradizionalmente progettati. I cereali cadono sul fondo delle barche e poi sono raccolti a mano. Una volta che una canoa è piena, i mietitori si avvicinano alla riva per bagnare il riso crudo e venderlo alla banda della terra bianca, che distribuisce il riso ai membri tribali per consumo e usi cerimoniali [1]. 0

Quella profonda connessione culturale con il riso selvatico è minacciata, tra l'altro, dallo sviluppo dei combustibili fossili. Nel Minnesota, la banda bianca della Terra di Ojibwe sta combattendo una proposta della società di infrastrutture energetiche canadesi Enbridge per sostituire la sua pipeline Line 3, che trasporta petrolio greggio dal Canada agli Stati Uniti. I membri tribali temono che qualsiasi perdita o rottura della pipeline possa inquinare i letti di riso. "Con la pipeline che è possibile entrare, ci preoccupiamo", ha detto Goodwin. “Se arriva ovunque vicino alla nostra acqua, potrebbe contaminare le nostre piante. Vogliamo assicurarci che rimanga naturale. Vogliamo tenere lontani le sostanze chimiche da esso. " [1]

Nel loro sforzo di fermare la costruzione della pipeline, i membri di Ojibwe hanno parlato contro la proposta di udienze ufficiali, organizzato proteste e marce e si sono impegnati in azioni di disobbedienza civile. Nel dicembre 2018, la Band White Earth ha approvato una legge tribale che stabilisce la personalità legale per il riso selvatico, incluso il diritto di "prosperare, rigenerarsi ed evolversi" [1].

0 Nel frattempo, nel Wisconsin, la Bad River Band of the Lake Superior Tribe of Chippewa Indians sta cercando di fermare un altro progetto di Enbridge, il gasdotto Line 5, che sposterebbe il petrolio dal Canada attraverso il Wisconsin e nel Michigan. Una fuoriuscita nella regione potrebbe essere devastante per le aree che coltivano il riso, ha affermato Jennings, che funge anche da portavoce della Commissione per pesci e fauna selvatica dei Grandi Laghi. L'area è famosa per il suo raccolto di riso selvatico e una fuoriuscita nella zona devastare gli ecosistemi. Il Bad River nel nord del Wisconsin ha uno spartiacque e un estuario unico. È anche una delle uniche aree che ha il riso selvatico che cresce proprio sul lago Superior [1].

Dal punto di vista della tribù, l'industrializzazione e l'invasione sono enormi minacce alla nostra acqua e standard di qualità dell'aria e come è correlato alla sopravvivenza del riso selvatico. " Le nazioni tribali nella regione dei Grandi Laghi hanno anche combattuto contro diverse miniere proposte che, dicono, potrebbero compromettere la qualità dell'acqua e mettere a rischio la manomina [1].

nel 2015 , la Bad River Band ha vinto una grande battaglia quando la compagnia mineraria Gogebic Taconite ha demolito i suoi piani per costruire una miniera di ferro da 1,5 miliardi di dollari nella Northwoods del Wisconsin. La decisione ha seguito una valutazione ambientale indipendente condotta dagli scienziati locali del vicino Northland College, che ha lavorato con l'Ojibwe per mappare tutti i potenziali pericoli all'ambiente e ai letti di riso selvatico. Nel corso della lotta, l'Ojibwe si riferiva spesso al loro trattato del 1855 con gli Stati Uniti, che garantiva ai membri tribali il diritto di cacciare, pescare e radunarsi sul sito mine proposto [1].

Attualmente, la tribù indiana Menominee del Wisconsin sta combattendo contro la Back Forty Mine, una proposta miniera di solfuro metallico a fossa aperta situata sulle rive del fiume Menominee a Lake Township, nel Michigan. Ancora una volta, il possibile inquinamento dei corsi d'acqua che ospitano il riso selvatico è tra le principali preoccupazioni [1].

attraverso il confine in Canada, un'altra battaglia sul riso selvatico selvatico è in produzione da più di 40 anni, poiché le prime nazioni lì lottano con i canadesi su come o se seminare laghi e stagni con manoomin. All'inizio del 1900, il completamento delle dighe e le inondazioni dei sistemi idrici per creare la via navigabile a severione Trent quasi sradicò il riso selvatico nella zona e l'Ojibwe sperava di restituire il riso selvatico lungo la regione dei laghi Kawartha ad est di Toronto. Ojibwe ha imparato le pratiche tradizionali di raccolta, vincizione, cura e arrosto di riso selvatico, e si è impegnato a assicurarsi che Manoomin sia sopravvissuto [1].

Lo stato di lunga data dello stato La posizione è stata che è illegale raccogliere il riso selvatico senza patente su terreni fuori ristrutturazione. I membri della tribù sperano che le accuse contro i governi apriranno una battaglia giudiziaria che potrebbe chiarire i diritti del trattato e riaffermare i diritti di caccia e raccolta che ritengono siano garantiti da un trattato firmato più di 150 anni fa [7].

Informazioni di base
Nome del conflittoLe nazioni di Ojibwe lottano per proteggere il riso selvatico dalle attività di estrazione di petrolio negli Stati Uniti e in Canada
NazioneStati Uniti
Città e regioneGreat Lakes Region
Localizzazione del conflittoUSA: Minnesota, Wisconsin e Michigan; Canada: Ontario, Manitoba e Saskatchewan
Accuratezza della localizzazioneMedia (livello regionale)
Causa del conflitto:
Tipo di conflitto. Primo livelloBiomassa e conflitti legati alla terra (gestione delle foreste, dell'agricoltura, della pesca e degli allevamenti)
Tipo di confitto. Secondo livelloEsplorazione ed estrazione di gas e petrolio
Idroelettrico e conflitti legati alla distribuzione dell'acqua
RisorsePetrolio
Gas naturale
Acqua
Dettagli del progetto e attori coinvolti
Dettagli del progetto

Esistono diverse costruzioni di progetti di olio, oleodotto e mega vie di via navigabile coinvolte in questo conflitto regionale sulla tradizione di coltivazione del riso selvatico dell'Ojibwe tribale sia negli Stati Uniti che in Canada:

Vedi altro
Livello degli investimenti:4.000.000.000
Tipo di popolazioneSemi-urbana
Data di inizio del conflitto:01/01/2013
Imprese coinvolte (private o pubbliche)Enbridge Inc from Canada
Gogebic Taconite LLC (GTac) from United States of America
Back Forty Mine from United States of America
Parks Canada from Canada
Attori governativi rilevanti:Governo del Canada, il governo degli Stati Uniti
Organizzazioni della società civile e le loro pagine web, se disponibili:-Chppeva Ojibwe Task Force di riso selvatico tribale https://www.mnchippewatribe.org/wildricetaskforce.html
-Clean Wisconsin - preoccupato per il potenziale miniera. Incoraggia un'analisi ambientale approfondita prima di un ulteriore sviluppo nel processo di autorizzazione. Questa miniera potrebbe avere effetti dannosi sulla fauna selvatica, le foreste, i suoli e i corsi d'acqua nell'area https://www.cleanwisconsin.org/enviropedia/mining/gogebic-taconite-mine/
Conflitto e mobilitazione
Intensità del conflittoMedia (proteste, mobilitazione visibile)
Gruppi mobilitati:Popoli indigeni
Organizzazioni sociali locali
Abitanti (cittadini/comunità rurali)
Forme di mobilitazione:Ricerca partecipativa (es. epidemiologia popolare)
Elaborazione di documenti indipendenti (es. reports, dossier, note informative)
Azioni legali/giudiziarie
Media-attivismo
Presentazione osservazioni alla VIA/AIA
Lettere e petizioni di reclamo
Impatti del progetto
Impatti ambientaliVisibile: Inquinamento atmosferico, Perdita di biodiversità, Inondazioni, Insicurezza alimentare/danni alle produzioni agricole, Degradazione paesaggistica, Inquinamento acustico, Contaminazione delle acque di superficie e peggioramento della qualità delle acque, Impatti sul sistema idrogeologico, Riduzione della resilienza ecologica/idrogeologica
Potenziale: Contaminazione dei suoli, Erosione, Fuoriuscite di petrolio, Contaminazione delle falde acquifere/riduzione dei bacini idrici, Sversamenti di residui di lavorazione dei minerali
Impatti sulla salutePotenziale: Esposizione a fattori a rischio incerti o non conosciuti (es. radiazioni), Malnutrizione, Episodi di violenza collegata a effetti nocivi sulla salute fisica e mentale (omicidi, stupri, ecc)
Impatti socio-economiciVisibile: Perdita di tradizioni/pratiche/saperi/culture, Espropri di terra, Deterioramento del paesaggio/perdita del senso del luogo
Potenziale: Sgomberi/sfollamenti, Perdità dei mezzi di sussistenza
Risultati
Status attuale del progettoIn costruzione
Risultato del conflitto/risposta:Delimitazione territoriale
Nuove valutazioni d'impatto ambientali e altri studi
Ritiro dell'impresa/investimento
Temporanea sospensione del progetto
Sviluppo di proposte alternative:Una delle alternative era quella di condurre un impatto ambientale indipendente di questi mega progetti su larga scala che minacciavano la coltivazione di riso selvatico nell'area. Tuttavia, nessuna alternativa ufficiale è stata offerta sia dai governi negli Stati Uniti che dal Canada. Le tribù di Ojibwe continuano a coltivare il riso selvatico nella regione per secoli ora come resistenza ai mega progetti di sviluppo: mining, condutture, corsi d'acqua - tendenze ambientali molto distruttive.
Consideri questo caso una vittoria dei movimenti per la giustizia ambientale?:NO
Spiegare brevemente il motivoSebbene uno dei progetti proposti - il piano di taconite gogebic di costruire una miniera di ferro da $ 1,5 miliardi è stato cancellato a causa dello studio ambientale indipendente, la resistenza alla protezione della cultura e della natura attraverso la coltivazione del riso selvatico continua per le tribù Ojibwe, dal momento che il conflitto risale All'inizio del 19 secolo con la costruzione della via navigabile di Trent -Severn da parte del governo canadese e persiste fino ad oggi.
Fonti e materiali

[1]
[click to view]

[2] Enbridge Inc. Pipeline 5.
[click to view]

[2] THE GWICH’IN NATION VOWS TO PROTECT SACRED LANDS IN THE ARCTIC REFUGE
[click to view]

[3] Clean Wisconsin 2013: Gogebic Taconite Mine
[click to view]

[3] Intercontinental Cry (2019): DRILLING, DRILLING, EVERYWHERE… WILL THE TRUMP ADMINISTRATION TAKE DOWN THE ARCTIC REFUGE?
[click to view]

[4] Chppeva Ojibwe Tribal Wild Rice Task Force Report 2018
[click to view]

[5] Back Forty Mine
[click to view]

[6] Wikipedia: Trent–Severn Waterway
[click to view]

[7] John Enger (2015): Explaining Minnesota's 1837, 1854 and 1855 Ojibwe treaties
[click to view]

Heide Brandes 2019: “Like Gold to Us”: Native American Nations Struggle to Protect Wild Rice
[click to view]

Meta informazioni
Collaboratore:Ksenija Hanaček ICTA-UAB
Ultima modifica08/10/2019
ID del conflitto:4757
Commenti
Legal notice / Aviso legal
We use cookies for statistical purposes and to improve our services. By clicking "Accept cookies" you consent to place cookies when visiting the website. For more information, and to find out how to change the configuration of cookies, please read our cookie policy. Utilizamos cookies para realizar el análisis de la navegación de los usuarios y mejorar nuestros servicios. Al pulsar "Accept cookies" consiente dichas cookies. Puede obtener más información, o bien conocer cómo cambiar la configuración, pulsando en más información.