Ultima modifica:
03-04-2019

Sradicare e dannoso ulivi, Palestina

I coloni israeliani continuano a bruciare ulivi su terre palestinese che colpiscono i mezzi di sussistenza degli agricoltori palestinesi e guidarli fuori dalla loro terra.



Questo modulo è stato tradotto per tua comodità utilizzando il software di traduzione fornito da Google Translate. Pertanto, potrebbe contenere errori o discrepanze. In caso di dubbi sull'accuratezza delle informazioni contenute in queste traduzioni, fare riferimento alla versione del caso all'indirizzo: Inglese (Originale)

Descrizione:

Il 22 ottobre 2014, un gruppo di coloni ebrei ha dato fuoco a circa 100 ulivi di proprietà di Palestinan Agricoltori nella città di Huwara. Il sindaco della città ha affermato che le forze di occupazione israeliana hanno impedito ai cittadini di accedere alla terra per estinguere il fuoco. [3] [4]
e
e nelle settimane Prima di questo evento, i proprietari sono stati banditi dal lavoro della terra e del raccolto degli ulivi senza essere scortato dalle forze di occupazione. Gli attacchi sulla terra agricola sono un evento comune all'inizio della stagione della raccolta delle olive, con molte città che testimoniano le loro colture vengono rubate, gli ulivi tagliati o le terre confiscate. [4]
e
e casi in cui vengono uccisi anche gli agricoltori palestinesi. Il 30 novembre 2017 un contadino palestinese è stato sparato e ucciso dopo un alterco con i coloni mentre si prende cura dei suoi uliveti, nel villaggio di Qusra, con il suo figlio di sei anni. Il suo nipote è stato ucciso nel 2011 da un soldato israeliano dopo aver tentato di fermare i coloni di sradicare i suoi ulivi. [8]

e il 15 giugno 2015 I trattori militari israeliani hanno distrutto circa un migliaio di ulivi e mandorli a Wadi Fukin appartenenti ai contadini palestinesi, affermando che sono stati piantati illegalmente su terreni statali. Con questa operazione considerava il più grande del suo genere da accadere dal 2012. Le autorità hanno detto che l'operazione era le forze dell'ordine, mentre i leader palestinesi hanno dubitato alla legalità di questa mossa affermando che ha violato il diritto internazionale sulla distruzione della proprietà sul territorio occupato, Vale a dire i protocolli di Parigi, le convenzioni dell'Aia e di Ginevra e dell'alleanza su diritti economici, sociali e culturali. [5] [6]
e
e infatti, durante gli ultimi anni, i coloni israeliani hanno sistematicamente distrutto gli ulivi palestinesi come uno strumento per spingere indietro gli agricoltori palestinesi dalla loro terra. L'olio d'oliva e l'olio d'oliva sono prodotti chiave dell'economia nazionale palestinese, costituivano il 25% della produzione agricola totale in Cisgiordania. Circa 10.000 ulivi sono piantati annualmente in Bancanaia ogni anno e l'olio d'oliva è il secondo principale prodotto di esportazione per la Palestina. [6]
e
e Sfortunatamente, questo è un evento comune in Palestina dal 1967. Infatti, negli ultimi 40 anni tra 800.000 e un milione di ulivi e migliaia di alberi da frutto hanno dato distrutto nelle terre palestinese per facilitare la costruzione di insediamenti illegali e le loro infrastrutture. Ciò ha causato ampie perdite agli agricoltori palestinesi, nonché altre restrizioni a cui sono sottoposti a copri cure, chiusure di sicurezza e attacchi di coloni che portano a difficoltà nella raccolta. [1] [2] [6] Nessuno dei reclami che dove depositati negli anni passati hanno portato a qualsiasi accusa. [6]

"Oggi, ci sono campagne in tutto il mondo per porre fine alla sradicazione degli alberi in Palestina e a replicati quelli che sono già stati sradicato. E ogni anno, quando si avvicina l'ulivo palestinese, i volontari internazionali Unisciti ai palestinesi a fornire una protezione umana dagli atti di violenza visitati sugli agricoltori palestinesi da coltivatori israeliani e soldati che vogliono fermare la raccolta delle colture ". [7]
e
e di fronte alla costante distruzione e sradicazione degli alberi, il modo importante di resistenza è quello di reimpostare gli ulivi. Molte campagne sono state create per farlo. La campagna per il milione di alberi del Gruppo Arab per la protezione della natura: "Reimpiantare piantine dell'albero sulle terre danneggiate e sostenendo gli agricoltori palestinesi nel mantenere la proprietà della loro terra sono gli obiettivi principali della campagna MTC che ha effettuato progetti dal 2001 in collaborazione con Palestiniano Unioni agricoli e SCS con supporto finanziario dei donatori. " [9]
e

Informazioni di base
Nome del conflittoSradicare e dannoso ulivi, Palestina
NazionePalestina
Città e regione Governatorato di Nablus.
Localizzazione del conflittoQusra.
Accuratezza della localizzazioneMedia (livello regionale)
Causa del conflitto:
Tipo di conflitto. Primo livelloBiomassa e conflitti legati alla terra (gestione delle foreste, dell'agricoltura, della pesca e degli allevamenti)
Tipo di confitto. Secondo livelloPiantagioni
Altro (specificare)
RisorseTerra
Ulivi
Frutta e verdura
Dettagli del progetto e attori coinvolti
Dettagli del progetto

Secondo il monitor del Medio Oriente, il 15% degli 89 casi segnalati di violenza dei coloni contro i palestinesi tra gennaio e giugno 2017 si presenta sotto forma di sradicamento o di alberi dannosi. [1] Secondo la visualizzazione della Palestina, a partire da ottobre 2013, oltre 800.000 alberi sono stati sradicati, con $ 12,3 milioni persi ogni anno dalle 80.000 famiglie a seconda della raccolta oliva. [2]

Livello degli investimenti:12.300.000 persi ogni anno
Tipo di popolazioneRurale
Popolazione impattata:80.000 famiglie
Data di inizio del conflitto:1967
Attori governativi rilevanti:Coordinatore dell'Autorità palestinese delle attività del governo nei territori - Corpo governativo israeliano
Organizzazioni della società civile e le loro pagine web, se disponibili:Yesh Din: https://www.yesh-din.org/en/ Women for Palestine: http://australiansforpalestine.com
Conflitto e mobilitazione
Intensità del conflittoAlta (diffusa, mobilitazione di massa, arresti e reazione delle forze dell'ordine)
Temporalità del conflittoSconosciuto
Gruppi mobilitati:Contadini
Popoli indigeni
Contadini senza terra
Governi locali/partiti politici
Abitanti (cittadini/comunità rurali)
Gruppi etnici/razziali discriminati
Forme di mobilitazione:Azioni legali/giudiziarie
Media-attivismo
Campagne pubbliche di informazione e denuncia
Boicotaggio di prodotti e aziende
Piantatura dell'albero
Impatti del progetto
Impatti ambientaliVisibile: Insicurezza alimentare/danni alle produzioni agricole, Degradazione paesaggistica, Deforestazione/perdita di aree verdi/vegetazione
Impatti socio-economiciVisibile: Aumento della violenza e della criminalità, Perdità dei mezzi di sussistenza, Perdita di tradizioni/pratiche/saperi/culture, Militarizzazione e aumento della presenza/controllo militare e forze dell'ordine, Violazione dei diritti umani, Espropri di terra, Deterioramento del paesaggio/perdita del senso del luogo
Risultati
Status attuale del progettoOperativo
Risultato del conflitto/risposta:Criminalizzazione degli attivisti
Morti, Omicidi, Assassinii
Sentenze sfavorevoli alla giustizia ambientale
Repressione
Attacchi violenti ad attivisti
Sviluppo di proposte alternative:La proposta principale portata avanti è che i coloni dovrebbero fermare la loro politica di terreno illegale afferrando attraverso il bruciore e la sradicazione di alberi di ulivo e frutta nella terra di proprietà palestinese.
Consideri questo caso una vittoria dei movimenti per la giustizia ambientale?:NO
Spiegare brevemente il motivoI coloni israeliani e le forze di difesa israeliane sono ancora sradicati e distruggono gli alberi dalle terre palestinese con impunità.
Fonti e materiali
Bibliografia di libri pubblicati, articoli universitari, film o documentari pubblicati

[7] - The Plight of the Palestinians: A Long History of Destruction

Edited by William A. Cook

[3] - Jewish settlers torch Palestinian olive grove in W. Bank - World Bulletin
[click to view]

[4] - Palestine: Jewish Settlers Torch 100 of World's Oldest Olive Trees - International Business Times
[click to view]

[5] - Israel accused of 'war crime' over bulldozing of Palestinian olive groves - The Independent
[click to view]

[6] - Palestinian Olive Trees: Destroying a Symbol of Life - CounterPunch
[click to view]

[8] - Palestinian farmer shot dead by Israeli settler - AlJazeera
[click to view]

Media correlati - links a video, campagne, social networks

[9] - The Million Trees Campaign (MTC)
[click to view]

Meta informazioni
Collaboratore:Christophe Maroun - [email protected]
Ultima modifica03/04/2019
ID del conflitto:3300
Commenti
Legal notice / Aviso legal
We use cookies for statistical purposes and to improve our services. By clicking "Accept cookies" you consent to place cookies when visiting the website. For more information, and to find out how to change the configuration of cookies, please read our cookie policy. Utilizamos cookies para realizar el análisis de la navegación de los usuarios y mejorar nuestros servicios. Al pulsar "Accept cookies" consiente dichas cookies. Puede obtener más información, o bien conocer cómo cambiar la configuración, pulsando en más información.