Ultima modifica:
26-11-2015

Onde elettromagnetiche stazione MUOS di Niscemi

La battaglia che si è svolta a Niscemi contro il MUOS ha contagiando tutta la regione grazie alle rivendicazioni portate avanti dal movimento per il diritto alla pace, alla salute e all'autodeterminazione


Descrizione:

Il Mobile User Objective System (MUOS) è un moderno sistema di comunicazione satellitare della marina militare statunitense. Il sistema è composto da cinque satelliti geostazionari e quattro stazioni terrestri, di cui una a Niscemi, in Sicilia (e le altre in Australia, Stati Uniti e Hawaii), dotate di tre grandi parabole del diametro di 18,4 metri e due antenne alte 149 metri. Il MUOS è utilizzato per il coordinamento capillare di tutti i sistemi militari statunitensi dislocati nel globo, in particolare i droni, aerei senza pilota che saranno allocati anche nella base militare americana di Sigonella, in provincia di Siracusa [1] [2].

Vedi altro
Informazioni di base
Nome del conflittoOnde elettromagnetiche stazione MUOS di Niscemi
NazioneItalia
Città e regioneProvincia di Caltanisetta
Localizzazione del conflittoContrada Ulmo, Niscemi
Accuratezza della localizzazioneAlta (livello locale)
Causa del conflitto:
Tipo di conflitto. Primo livelloInfrastrutture e cementificazione
Tipo di confitto. Secondo livelloCreazione/conservazione di riserve/parchi naturali
Accaparramento di terre (land grabbing)
Installazioni militari
RisorseTerra
Servizi di comunicazione
Dettagli del progetto e attori coinvolti
Dettagli del progetto

Il Mobile User Objective System (MUOS) è un sistema ad alta frequenza (UHF-Ultra High Frequency, cioè nello spettro da 300 MHz a 3 GHz) del sistema SATCOM, in primo luogo al servizio del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti.

Vedi altro
Area del progetto122 ha
Livello degli investimenti:9,000,000 € (installazione di Niscemi)
Tipo di popolazioneUrbana
Popolazione impattata:27.932 abitanti di Niscemi
Data di inizio del conflitto:2009
Imprese coinvolte (private o pubbliche)Lockeed Martin Space Systems from United States of America - Prime contractor
Consorzio Team Muos Niscemi from Italy - Constructor
Calcestruzzi Piazza Srl from Italy - Constructor
C.R. Impianti SpA from Italy
Attori governativi rilevanti:Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti d’America
Ministero della Difesa
Regione Sicilia
Comuni di: Niscemi, Comiso, Riesi, Acate, Butera, Gela, San Cono, Mazzarrone, Mirabella, Imbaccari, Chiaramonte Gulfi, Vittoria, Piazza Armerina, Enna, Caltagirone, San Michele di Ganzaria e Mazzarino, Palermo e Modica
Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente (ARPA)
Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA)
Istituto Superiore di Sanità (ISS)
Organizzazioni della società civile e le loro pagine web, se disponibili:* Coordinamento dei Comitati No Muos (http://www.nomuos.info/?page_id=29)
* Comitato Mamme No MUOS di Niscemi
* Associazione Antimafie Rita Atria (http://www.ritaatria.it/)
* Legambiente (http://legambientesicilia.it/)
* Rete Disarmo (http://www.disarmo.org/)
Emergency
* WWF Sicilia
* Pax Christi
* Parlamentari per la Pace (http://parlamentariperlapace.it/)
* Rifondazione Comunista Sezione locale
* Movimento 5 Stelle Sezione locale
* Sinistra Ecologia e Libertà Sezione locale
Conflitto e mobilitazione
Intensità del conflittoAlta (diffusa, mobilitazione di massa, arresti e reazione delle forze dell'ordine)
Temporalità del conflittoResistenza preventiva (fase di precauzione)
Gruppi mobilitati:Contadini
Organizzazioni sociali internazionali
Organizzazioni sociali locali
Governi locali/partiti politici
Abitanti (cittadini/comunità rurali)
Pastori
Movimenti sociali
Sindacati
Organizzazioni/comitati di donne
Scienziati / professionisti locali
Gruppi religiosi
Forme di mobilitazione:Azioni artistico-creative (es. teatro guerilla, murales)
Blocchi stradali o picchetti
Ricerca partecipativa (es. epidemiologia popolare)
Elaborazione di documenti indipendenti (es. reports, dossier, note informative)
Lavoro di rete/azioni collettive
Sviluppo di proposte alternative
Coinvolgimento delle ONG nazionali e internazionali
Occupazione di terre
Azioni legali/giudiziarie
Media-attivismo
Presentazione osservazioni alla VIA/AIA
Lettere e petizioni di reclamo
Campagne pubbliche di informazione e denuncia
Proteste di strade/manfestazioni
Occupazioni di spazi pubblici e edifici
Scioperi della fame
Appelli/ricorsi per una valutazione economica dello status dell'ambiente
1 - Petizioni al parlamento europeo;
2 - Presidi della base militare per bloccare il passaggio dei mezzi di trasporto degli strumenti per la costruzione del Muos a cui hanno attivamente partecipato diversi comitati tra cui le Mamme No Muos;
3 - Ad aprile 2013 a seguito della denuncia pubblica della prosecuzione dei lavori in violazione della revoca disposta dal Governo Regionale, alcuni attivisti hanno occupato l’area militare e si sono arrampicati sulle antenne della base militare;
4 - Dal 2012 sono stati organizzati campeggi estivi presso il presidio No Muos, creato per attività di monitoraggio dei lavori nella base MUOS, iniziative di denuncia, di presenza attiva e di controinformazione.
Impatti del progetto
Impatti ambientaliVisibile: Inquinamento atmosferico, Perdita di biodiversità, Degradazione paesaggistica, Deforestazione/perdita di aree verdi/vegetazione
Potenziale: Insicurezza alimentare/danni alle produzioni agricole, Contaminazione genetica, Inquinamento acustico, Contaminazione dei suoli, Riduzione della resilienza ecologica/idrogeologica, Altro (specificare sotto)
Altro (specificare sotto)La contaminazione delle falde acquifere è stata riscontrata nei due incidenti verificatosi nel 2012 e nel 2013 il primo con la perdita di enormi quantità di carburante, il secondo per l'uso spropositato di bromato, composto chimico cancerogeno utilizzato per la potabilizzazione dell'acqua [10].
Le api, fondamentali per mantenere l’equilibrio biologico degli ecosistemi, sono particolarmente sensibili alla presenza di campi elettromagnetici ad alta frequenza.
Impatti sulla salutePotenziale: Incidenti/infortuni, Esposizione a fattori a rischio incerti o non conosciuti (es. radiazioni), Morti, Altro (specificare)
Altro (specificare)Le onde elettromagnetiche emesse dalle parabole del sistema MUOS potrebbero essere radiazioni pericolose per le circostanti aree abitate (incluse le possibili interferenze sugli apparecchi elettromedicali esistenti o da installare nei presidi sanitari prossimi all’installazione). Inoltre nei primi anni di funzionamento dovrebbero sommarsi le radiazioni emesse dalle decine di antenne NRTF del sistema satellitare UHF Follow-On (UFO) che secondo misurazioni effettuate dall’ARPA superano i limiti di emissione prescritti dalla legge, come dimostrato nello studio tecnico promosso dal TAR della Sicilia nel 2013. Considerato il rischio di effetti biologici su esseri umani, flora e fauna, lo studio insiste sulla necessità di condurre una ricerca aggiornata e completa sugli impatti delle onde elettromagnetiche per verificare la conformità del MUOS [6][7][11][12].
Impatti socio-economiciVisibile: Militarizzazione e aumento della presenza/controllo militare e forze dell'ordine, Deterioramento del paesaggio/perdita del senso del luogo
Potenziale: Perdità dei mezzi di sussistenza, Perdita di tradizioni/pratiche/saperi/culture, Specifici impatti sulle donne, Altro (specificare)
Altro (specificare)Il campo elettromagnetico indotto potrebbe interferire con gli aeroporti vicini (Comiso, Sigonella e Catania) e con gli aerei che volano nel fascio delle parabole MUOS
La stazione di Niscemi, parte del più avanzato sistema di comunicazioni militari degli Stati Uniti e la zona circostante potrebbero divenire un obiettivo militare strategico e quindi esporre la popolazione locale al rischio di attacchi militari.
Risultati
Status attuale del progettoIn costruzione
Risultato del conflitto/risposta:Criminalizzazione degli attivisti
Delimitazione territoriale
Sentenze favorevoli alla giustizia ambientale
Repressione
Rafforzamento della partecipazione
Promozione della cultura della pace
Sviluppo di proposte alternative:Il movimento No MUOS chiede la revoca definitiva dell'autorizzazione per l'installazione e l'attivazione del MUOS. Il movimento contesta la presenza di installazioni militari in Sicilia e si oppone agli interventi militari in Nord Africa e Medio Oriente che utilizzano la Sicilia come principale base navale. L’installazione militare si trova all’interno della Sughereta di Niscemi, area naturale protetta della Regione Siciliana istituita nel 1997, la popolazione locale propone uno sviluppo del territorio che miri alla valorizzazione dell’area naturalistica attraverso la promozione del settore turistico.
Consideri questo caso una vittoria dei movimenti per la giustizia ambientale?:Incerto
Spiegare brevemente il motivoIl comitato no MUOS e le altre associazioni ambientaliste e pacifiste, la Regione Sicilia, il CGA nulla hanno potuto ottenere (nonostante l'attiva mobilitazione) contro la messa in funzione dell'impianto satellitare statunitense davanti a decisioni già segretamente prese dal governo centrale con gli Stati Uniti. Infatti dal febbraio 2017 il MUOS è pienamente operativo.
Fonti e materiali
Altri commenti:La zona di Niscemi soffre anche della contaminazione causata dal vicino complesso petrolchimico di Gela [3][12].
Meta informazioni
Collaboratore:CDCA
Ultima modifica22/12/2017
Commenti
Legal notice / Aviso legal
We use cookies for statistical purposes and to improve our services. By clicking "Accept cookies" you consent to place cookies when visiting the website. For more information, and to find out how to change the configuration of cookies, please read our cookie policy. Utilizamos cookies para realizar el análisis de la navegación de los usuarios y mejorar nuestros servicios. Al pulsar "Accept cookies" consiente dichas cookies. Puede obtener más información, o bien conocer cómo cambiar la configuración, pulsando en más información.